`La Spagna cerca soluzioni sui prezzi dell'olio d'oliva, qualità - Olive Oil Times

La Spagna cerca soluzioni sui prezzi dell'olio di oliva, qualità

Gennaio 22, 2012
Julie Butler

Notizie recenti


Clara Aguilera e Dacian Cioloş

La Spagna sta spingendo per gli aiuti della Commissione europea per conservare l'olio extra vergine di oliva fino a quando i prezzi non miglioreranno.

A settembre, il commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale Dacian Cioloş ha accettato di sovvenzionare lo stoccaggio di olio d'oliva vergine per sei mesi. Da allora anche il prezzo medio alla produzione di EVOO è crollato e per cinque settimane è rimasto al di sotto del livello limite pertinente di 1.77 € / kg.

Le cifre del Ministero dell'Ambiente, degli Affari marini e rurali (MARM) della prima settimana di gennaio hanno fissato il prezzo EVOO a 1.67 € / kg.

Cioloş incontrerà il nuovo ministro spagnolo dell'agricoltura, dell'alimentazione e dell'ambiente, Miguel Arias Cañete, in Spagna il 2 febbraio, ma il ministro dell'Agricoltura e della pesca dell'Andalusia, Clara Aguilera, afferma che l'aiuto all'ammasso privato è urgente e non può aspettare fino ad allora .

Come un'altra misura per cercare di affrontare i fattori alla base dei prezzi bassi, Aguilera ha annunciato la creazione di un gruppo di lavoro per rivedere i regolamenti relativi alla qualità dell'olio d'oliva e ha affermato che avrebbe continuato a cercare modi per stimolare una maggiore integrazione e fusione nell'alto settore produttivo frammentato.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Aguilera ha anche affermato che come parte dell'attuale riforma della politica agricola comune (PAC) della CE, il settore dell'olio d'oliva dovrebbe essere esentato dal diritto della concorrenza, in modo simile a quanto previsto per i produttori del settore lattiero-caseario.

La raccolta delle olive sta procedendo più velocemente del solito quest'anno, grazie soprattutto alla mancanza di pioggia, ed è ora quasi completa a Jaén. La necessità di lavorare le olive il prima possibile dopo la raccolta sta creando problemi ad alcuni frantoi, che però fanno fatica a far fronte al carico concentrato.

Nel frattempo, la raccolta dell'olio d'oliva della Catalogna dovrebbe finire con la produzione in calo di almeno il 50% rispetto allo scorso anno a causa della siccità e poi delle forti piogge a fine ottobre che hanno gettato a terra gran parte del frutto.

Anche in Spagna è acceso il dibattito su una proposta di modifica del ruolo dei pannelli di degustazione in vergine ed extravergine test di qualità dell'olio d'oliva. Alcuni sostengono che determinati produttori sono ritenuti responsabili di garantire che l'olio che imbottigliano sia fedele alla sua etichetta - nonostante l'EVO sia un prodotto che si deteriora nel tempo - solo i test organolettici effettuati al momento dell'imbottigliamento dovrebbero essere ritenuti vincolanti.

Ma tra i dissidenti c'è il gruppo che rappresenta le denominazioni di origine protette in Andalusia, il quale afferma che se i panel test non vengono mantenuti come valido strumento di controllo qualità anche dopo che le bottiglie sono sullo scaffale, "questo legalizzerà la situazione irregolare in cui molti oli etichettati come extra vergini o vergini e venduti a prezzi bassi farebbero fatica a mantenere quella categoria se sottoposti a un panel test ".



Related News

Feedback / suggerimenti