` Una scuola di olio d'oliva nel sud della Francia - Olive Oil Times

Una scuola di olio d'oliva nel sud della Francia

Marzo 21, 2011
Alice Alech

Notizie recenti

Il consiglio comunale di Sanary, una città portuale sulla costa mediterranea della Francia, ritiene che educare i bambini piccoli sia un ottimo modo per raggiungere e mantenere una sana cultura dell'olio d'oliva per le generazioni future.

Situata nel cuore della Provenza, una delle regioni più soleggiate della Francia, Sanary è perfetta per la coltivazione dell'olio d'oliva. Il programma di apprendimento precoce messo in atto educerà i bambini delle scuole alla coltivazione delle olive e alla produzione di olio d'oliva. Questo è il primo anno del piano pilota.

Tutto è iniziato nel 2003 quando il sindaco di questa città provenzale, Ferdinand Bernhard, ha deciso di lanciare un programma d'azione per 21st secolo di sviluppo sostenibile. Determinato a preservare il patrimonio naturale e l'ambiente, ha salvato sette acri di terra desolata abbandonata precedentemente utilizzata per la coltivazione di ulivi. Dopo tanto sgombero e pulizia tra le vecchie pietre e gli ulivi centenari, l'area era pronta per la piantumazione.

A 2005 furono piantati trecento nuovi ulivi. Le Jardin des Oliviers (l'orto degli ulivi) è diventato un vero paradiso degli uliveti utilizzando tecniche di coltivazione rispettose dell'ambiente. Oggi il restaurato Jardin des Oliviers fornisce una posizione ideale per le attività di L'educazione all'ambiente per uno sviluppo durevole (educazione allo sviluppo sostenibile, o EEDD)

Hai pochi minuti?
Prova il cruciverba di questa settimana.

Insegnare ai bambini delle scuole le olive e l'olio d'oliva fa parte del progetto pilota lanciato dal sindaco e dall'EEED per educare i bambini allo sviluppo sostenibile.

Educare precocemente le olive e l'olio d'oliva non significa portare fuori le 52 classi ad ammirare i frutti e gli alberi. È un esercizio pianificato ben congegnato.

Il Consiglio Comunale ha assunto Chrystel Massa per supervisionare il progetto. Come responsabile del programma dell'EEDD, è responsabile del coordinamento, della promozione e dell'attuazione dei metodi pedagogici nelle scuole. Inoltre, è responsabile di tutte le visite dei bambini (frantoi e Le Jardin des Oliviers) oltre a organizzare esperti per parlare con i bambini.

"Le attività di apprendimento saranno per lo più all'aperto questo primo anno. Per il prossimo anno sono previsti tre studi pedagogici all'aperto, seguiti dall'insegnamento in classe. I metodi pedagogici varieranno e saranno adattati a seconda della classe ”, ha detto Chrystel. I bambini, di età compresa tra i cinque e gli undici anni, parteciperanno a laboratori, visite e gite sul campo; EEDD ha già nominato tre insegnanti per questo primo anno.

Il 25 novembre è stato un primo giorno emozionante, divertente e informativo per organizzatori, insegnanti e bambini. Due classi, scelte per lo studio pilota di quest'anno, hanno visitato Le Jardin des Oliviers e raccolto a mano quasi cento chili di olive; ad ogni classe era inoltre permesso di piantare un ulivo.

Jean Luc Granet, Delegato per l'Ambiente presso il Comune di Sanary ha accompagnato i 53 bambini delle scuole di Sanary e dintorni. Un contadino e originario di Sanary, Jean Luc recentemente si è formato negli ulivi e olio d'oliva biologico agricoltura. Ha potuto condividere con i bambini le sue conoscenze sulla storia del sito e sui benefici dell'agricoltura biologica.

Lui disse "Gli insegnanti, gli alunni e io abbiamo davvero apprezzato questa prima esperienza anche se abbiamo combinato una classe di scuola materna (dai quattro ai cinque anni) e scuole primarie (dai 10 agli 11 anni) il materiale didattico era molto ben adattato ".

La seconda parte del progetto prevede una visita guidata ad un frantoio; le attività in classe includeranno la storia e la geografia degli ulivi, nonché le proprietà salutari delle olive.

La terza parte del progetto prevista per la primavera mostrerà agli alunni come i coltivatori affrontano le minacce di insetti nei boschi.

I bambini riceveranno ciascuno una bottiglia di olio d'oliva ottenuto dalle olive raccolte alla loro prima visita. I bambini fortunati assaggeranno anche tapenade e pane all'olio d'oliva a base di ricette della tradizione mediterranea.

Jardin des Oliviers è chiaramente un successo. L'impianto di ulivi sei anni fa ha prodotto 621 chilogrammi di olive e quasi 100 litri di olio d'oliva il primo anno. Oggi il frutteto contiene 400 piante di olivo con almeno un centinaio di varietà diverse. (Oleo Cayon, Cayet bleu, Grossanne)

E la comunità continua a crescere. Il comune ha recentemente acquistato appezzamenti adiacenti e verranno effettuati ulteriori impianti e coltivazioni.

Jardin des Oliviers è nel loro secondo anno di conversione sperando di avere il Etichetta AB nazionale francese entro il 2013. La normativa sul biologico in Francia prevede un periodo di tre anni di "bio "condizioni prima di ottenere l'etichetta biologica.

Jardin des Oliviers e Ecole des Oliviers stanno offrendo soluzioni pratiche per lo sviluppo sostenibile. Sono stati apportati cambiamenti significativi per migliorare l'ambiente con una comunità che lavora per un obiettivo comune.

Altrettanto importante, Ecole des Oliviers sarà vantaggioso per l'industria dell'olio d'oliva in Francia; quando i bambini vanno a L'école des Oliviers impareranno come coltivare la lunga cultura della coltivazione dell'olio d'oliva.

Foto: Bernard Laire

Related News

Feedback / suggerimenti