` In che modo gli acidi grassi in EVOO possono mitigare le malattie legate all'età

Salute

In che modo gli acidi grassi in EVOO possono mitigare le malattie legate all'età

Febbraio 26, 2020
Di Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Un team di ricerca dell'Università del Minnesota afferma di aver scoperto come il digiuno, l'esercizio fisico e la limitazione dell'apporto calorico possano aumentare la durata della vita delle persone che consumano regolarmente olio extra vergine di oliva.

Questo lavoro fornisce nuove informazioni su come i nutrienti regolano l'invecchiamento e speriamo che possa portare a progressi nello sviluppo di farmaci.- Doug Mashek, ricercatore capo dell'Università del Minnesota

Gli scienziati hanno scoperto che gli effetti benefici dei grassi monoinsaturi si realizzano una volta che i grassi sono stati scomposti, motivo per cui il digiuno e l'esercizio fisico sono essenziali per ottenere maggiori benefici.

Guarda anche: Benefici per la salute dell'olio d'oliva

"Abbiamo scoperto che il modo in cui funziona questo grasso è che prima deve essere immagazzinato in cose microscopiche chiamate goccioline lipidiche, che è il modo in cui le nostre cellule immagazzinano grasso ”, hanno detto i ricercatori in un comunicato stampa. "Quando il grasso viene scomposto durante l'esercizio o il digiuno, ad esempio, è quando si realizzano gli effetti benefici e di segnalazione. "

"Gli effetti che abbiamo osservato sono dovuti all'acido grasso monoinsaturo (MUFA), che può provenire da altre fonti, ma l'olio d'oliva è la fonte di grassi più arricchita in MUFA ", ha detto il ricercatore capo Doug Mashek Olive Oil Times.

Il team ha trovato un processo attraverso il quale viene attivata una proteina chiamata SIRT1 o Sirtuin 1, un regolatore cellulare specifico associato al controllo dello stress e alla longevità.

pubblicità

"Nei topi, SIRT1 promuove caratteristiche che ricordano la restrizione calorica come una diminuzione dell'incidenza di malattie legate all'età, tra cui diabete, disturbi cardiovascolari e malattie neurodegenerative", Hanno detto i ricercatori.

"Questo lavoro fornisce nuove intuizioni su come i nutrienti regolano l'invecchiamento e speriamo che possa portare a progressi nello sviluppo di farmaci ", ha aggiunto Mashek. "Tuttavia, questo lavoro evidenzia anche l'importanza dell'interazione tra dieta e digiuno, o potenzialmente esercizio fisico, come cose che possono lavorare in sinergia per promuovere un invecchiamento in buona salute. "

Precedenti studi condotti dagli scienziati del Minnesota hanno messo in luce gli effetti benefici del resveratrolo - un composto presente nel vino rosso - inclusi i suoi effetti sulla durata della vita.

Il prossimo round di ricerca dell'Università del Minnesota si concentrerà sui meccanismi biologici interni alla base della loro nuova scoperta per spianare la strada a nuovi farmaci o regimi dietetici.

"Vogliamo capire la biologia e poi tradurla in esseri umani, sperando di cambiare il paradigma dell'assistenza sanitaria da qualcuno che si rivolge a otto diversi medici per curare i suoi otto diversi disturbi ”, ha detto Mashek. "Queste sono tutte malattie legate all'invecchiamento, quindi trattiamo l'invecchiamento ".





Related News