Alzheimer

Nuovi finanziamenti per la ricerca sulla demenza e su MedDiet

I ricercatori della Swinburne University hanno ricevuto finanziamenti per continuare a studiare i legami trovati tra l'adesione alla dieta mediterranea e un ridotto rischio di demenza.

Nuovo studio suggerisce una dieta sana non può ridurre il rischio di demenza

Questi risultati contraddicono studi precedenti, che hanno concluso che una dieta sana riduce il rischio di declino mentale e aiuta nella prevenzione di anomalie che possono precedere la demenza.
Rapporto speciale

Auburn University Raccoglie fondi per l'olio d'oliva e la ricerca sull'Alzheimer

I ricercatori della Auburn University hanno scoperto che un composto in extra virgin l'olio d'oliva potrebbe essere prezioso per aiutare a prevenire o rallentare la progressione della malattia di Alzheimer.

Nuovi studi collegano la salute cardiaca con una ridotta probabilità di sviluppare la demenza

Gli adulti più anziani che si prendono cura del loro cuore hanno meno probabilità di sviluppare demenza rispetto alle persone che trascurano la loro salute cardiovascolare.
Olive Oil Times Speciale

Il viaggio inarrestabile dell'uliveto di Yanni

In che modo questa intraprendente coppia greca ha trasformato la propria attività in un uliveto in difficoltà in un premiato produttore di olio d'oliva in prima linea nella ricerca d'avanguardia nella battaglia contro l'Alzheimer.

Quattro studi supportano il ruolo della dieta nella demenza

Quattro gruppi di ricercatori che hanno partecipato a una recente conferenza internazionale sull'Alzheimer's Association hanno presentato risultati che si aggiungono a un crescente corpo di ricerca sull'impatto positivo che le diete mediterranee hanno sulla salute del cervello.
Rapporto speciale

Extra Virgin L'olio d'oliva può prevenire il morbo di Alzheimer, i risultati dello studio

Extra virgin il consumo di olio d'oliva riduce le tre principali caratteristiche mostrate dal fenotipo della malattia di Alzheimer.

Ricercatori collegano Oleocanthal al cancro, la prevenzione del morbo di Alzheimer

Uno studio ha concluso che l'oleocantale somministrato come entità pura era efficace. L'attenzione si è ora concentrata sullo sviluppo di un integratore alimentare.