` La dieta mediterranea con olio d'oliva o noci migliora la funzione cognitiva

Salute

La dieta mediterranea con olio d'oliva o noci migliora la funzione cognitiva

Può. 26, 2015
Di Sukhsatej Batra

Notizie recenti

I risultati di uno studio clinico randomizzato, pubblicato all'inizio di questo mese nella Medicina Interna JAMA, hanno rivelato che il consumo a lungo termine della dieta mediterranea integrato con olio extra vergine di oliva o noci ha migliorato la funzione cognitiva negli anziani.

Sebbene precedenti studi osservazionali abbiano riportato una relazione positiva tra aderenza alla dieta mediterranea e migliorata funzione cognitiva, hanno confrontato l'assunzione di una dieta di controllo rispetto all'assunzione di una dieta mediterranea senza una valutazione di base dei soggetti prima e dopo il consumo della dieta mediterranea.

Al contrario, i risultati del nuovo studio si basano su ripetute valutazioni neuropsicologiche dei soggetti che hanno consumato una dieta di controllo o una dieta mediterranea integrata con EVOO o noci per un periodo di quattro anni.

Condotto su un piccolo sottocampione di soggetti spagnoli arruolati nel centro PREDIMED di Barcellona-Nord, lo studio è iniziato con 447 soggetti cognitivamente sani che avevano diabete di tipo 2 o rischio di malattie cardiovascolari nel 2003. Tuttavia, solo 344 soggetti hanno completato lo studio in 2009. L'obiettivo dello studio era di studiare l'effetto di una dieta mediterranea ricca di antiossidanti sulla funzione cognitiva dei soggetti.

I soggetti arruolati sono stati assegnati in modo casuale a una delle tre diete: un mediterraneo integrato con un litro di olio extra vergine di oliva a settimana; un Mediterraneo integrato con l'assunzione di 30 grammi di noci miste che includevano 15 grammi di noci e 7.5 grammi ciascuno di mandorle e nocciole; o una dieta di controllo con consigli per ridurre l'assunzione di grassi.
Guarda anche: I benefici per la salute dell'olio d'oliva
La funzione cognitiva dei soggetti, la cui età media era di 67 anni, è stata valutata da numerosi test neuropsicologici che sono stati effettuati all'inizio dello studio per fornire i dati di base e di nuovo, alla fine dello studio. Tre compositi cognitivi sono stati costruiti dai test neuropsicologici che includevano il composito di memoria (basato sul Rey Auditory Verbal Learning Test e sulla Welchler Memory Scale); composito frontale che misura l'attenzione, la flessibilità cognitiva e la memoria di lavoro; e composito globale che ha valutato i cambiamenti in tutti i test neurologici condotti.

Alla fine dello studio, i risultati hanno rivelato che i soggetti su entrambe le varianti del dieta mediterranea aveva migliorato la funzione cognitiva mentre quelli della dieta di controllo mostravano un declino della funzione cognitiva. Inoltre, gli investigatori hanno scoperto che i cambiamenti osservati erano coerenti in tutti i soggetti indipendentemente da fattori come sesso, età, consumo di energia e altre variabili.

pubblicità

Più specificamente, i risultati hanno mostrato un aumento significativo del composito di memoria nel gruppo che ha consumato una dieta mediterranea integrata con noci, mentre quelli della dieta mediterranea con olio d'oliva hanno migliorato i composti cognitivi frontali e globali.

Un aumento dell'assunzione di agenti antiossidanti e antinfiammatori che sono naturalmente presenti nella dieta mediterranea può essere responsabile del miglioramento dei composti cognitivi dei soggetti, secondo gli autori dello studio.

Inoltre, il composti ricchi di fenoli in olio extra vergine di oliva e le noci possono anche essere protettive contro la neurodegenerazione poiché agiscono come antiossidanti, aumentano il flusso di sangue al cervello e aumentano la sintesi dei neuroni.

Nonostante diversi inconvenienti dello studio come una piccola dimensione del campione reclutata da uno studio più ampio con obiettivi diversi, i risultati dello studio hanno mostrato che la dieta mediterranea integrata con olio d'oliva o noci protetta dal declino cognitivo.

In un'intervista per JAMA Network, Emilo Ros, MD, PhD, consulente senior presso il dipartimento di endocrinologia, Hospital Clinic de Barcelona, ​​ha dichiarato: "Le due diete mediterranee hanno contrastato il declino cognitivo legato all'età rispetto alla dieta di controllo. "

Ros ha ulteriormente sottolineato l'importanza di questo studio come primo studio clinico randomizzato e ha suggerito che l'intervento con la dieta mediterranea integrata con EVOO o noci nella fase preclinica sarebbe utile prima dell'inizio dello sviluppo di disturbi della memoria e problemi di salute cardiovascolare.



Related News