` L'olio d'oliva può aiutare a proteggere la pelle dagli effetti del sole sull'invecchiamento

Salute

L'olio d'oliva può aiutare a proteggere la pelle dagli effetti del sole sull'invecchiamento

Ottobre 25, 2012
Di Naomi Tupper

Notizie recenti

Una nuova ricerca francese suggerisce che un elevato apporto di olio d'oliva e altri grassi monoinsaturi può proteggere la pelle dall'invecchiamento dovuto al sole.

Lo studio, pubblicato nella Public Library of Science, è stato progettato per basarsi sull'ipotesi che gli acidi grassi monoinsaturi riducono il danno ossidativo nel corpo, oltre a ridurre l'insulino-resistenza e l'infiammazione, che possono ridurre l'invecchiamento della pelle a causa di danni del sole o 'photo-aging'.

Lo studio trasversale ha incluso 1,264 donne e 1,655 uomini, tutti tra i 45 e i 60 anni. Le registrazioni dell'assunzione alimentare sono state completate dai partecipanti almeno dieci volte nei primi due anni e mezzo di follow-up, consentendo di stimare l'assunzione di acidi grassi monoinsaturi dall'olio d'oliva e da altre fonti. Il fotoinvecchiamento cutaneo è stato quindi valutato in base alle fotografie.

I risultati ottenuti nello studio hanno suggerito che un minor rischio di fotoinvecchiamento grave era associato a maggiori assunzioni di acidi grassi monoinsaturi da olio d'oliva, nonché da altri oli vegetali. Tuttavia, tra gli oli vegetali più comunemente consumati, l'oliva, l'arachide e il girasole, l'assunzione di olio d'oliva ha mostrato la maggiore associazione con la riduzione dell'invecchiamento ed è stata l'unica associazione statisticamente significativa.

Sebbene i grassi monoinsaturi fossero associati a un ridotto rischio di invecchiamento cutaneo in entrambi i sessi, non vi era alcuna associazione tra gli acidi grassi monoinsaturi presenti nella carne, nei latticini o nelle carni lavorate. La ragione di ciò non è chiara, poiché i prodotti lattiero-caseari forniscono quantità simili di grassi monoinsaturi come l'olio d'oliva. Tuttavia, gli autori dello studio hanno ipotizzato che ciò potrebbe essere dovuto all'alto livello di grassi saturi malsani presenti anche nei latticini, o forse i polifenoli nell'olio d'oliva, che si ritiene proteggano dal danno cellulare.

Gli autori hanno concluso che i risultati supportano il effetto benefico dell'olio d'oliva sull'invecchiamento della pelle, anche se ammettono che i partecipanti che hanno consumato più olio d'oliva hanno avuto anche diete più sane, anche questo può avere un ruolo nell'effetto protettivo. Sebbene i risultati sembrino indicare ancora un altro beneficio per la salute di una dieta ricca di olio d'oliva, sono necessarie ulteriori ricerche in quest'area per determinare il meccanismo con cui i grassi monoinsaturi o altri composti nell'olio d'oliva proteggono dall'invecchiamento cutaneo.

pubblicità

A dieta ricca di olio d'oliva è ampiamente considerato benefico per la salute, con la ricerca che suggerisce che fornisce protezione contro una vasta gamma di condizioni tra cui malattie cardiache, ictus, artrite e persino alcune forme di cancro. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per determinare l'effetto esatto che una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi ha sul processo di invecchiamento della pelle, sembrano pochi i dubbi sul fatto che l'olio di oliva sia una delle fonti di grasso più benefiche per la nostra salute.



Related News