Produttori pluripremiati su "olta Prepare for Modest Harvest"

La cooperativa Zlatna Šoltanka si sta preparando per un rendimento inferiore del 25% rispetto a quello dell'anno scorso. Tuttavia, il suo fondatore sottolinea che la qualità vince sulla quantità.
Vendemmia a Šolta
Settembre 30, 2021
Jasmina Nevada

Notizie recenti

La siccità prolungata sull'isola croata di Šolta ha portato gli agricoltori a prevedere una diminuzione del 25 produzione di olio d'oliva per la prossima vendemmia 2021/22.

Šolta si trova su un arcipelago al largo della costa adriatica della regione meridionale della Dalmazia ed è tipicamente nota per i suoi inverni miti e le estati calde e secche. Tuttavia, queste estati sembrano diventare più calde e secche.

Raccogliamo precocemente e lavoriamo per lo più olive verdi subito dopo la raccolta perché l'alto fruttato, la piccantezza e la freschezza del nostro olio sono per noi più importanti dell'alta resa.- Zlatko Burić, presidente, Zlatna Šoltanka

"L'anno secco ha colpito gli olivicoltori dalmati", Zlatko Burić, presidente di Zlatna Å oltanka, un'associazione che comprende i 20 produttori dell'isola, ha detto Olive Oil Times. "Il numero di ulivi che hanno affrontato bene un lungo periodo senza pioggia è compreso tra un terzo e la metà ".

Vedi anche: Aggiornamenti del raccolto 2021

"Tuttavia, la qualità potrebbe essere estremamente elevata", ha aggiunto. "L'olio potrebbe avere un'amarezza e una piccantezza leggermente più pronunciate, che non impediranno agli appassionati di olio d'oliva di continuare a gustarlo, proprio a causa di tali proprietà ".

Secondo Burić, l'isola ha prodotto 2,000 litri di olio extra vergine di oliva biologico nel 2020/21, leggermente in calo rispetto al 3,500 litri prodotti nel 2019/20. Quest'anno prevede che i produttori produrranno circa 1,500 litri.

I dati del Consiglio oleicolo internazionale mostrano che la Croazia ha prodotto 4,600 tonnellate di olio d'oliva nell'annata agricola 2020/21, il totale più alto dal 2016/17.

Insieme alla maggior parte degli altri produttori croati, Burić, che raccoglie 150 oltanka e 100 alberi di Oblica, ha affermato che Zlatna Šoltanka si concentra sulla qualità piuttosto che sulla quantità.

Nel 2016, l'olio d'oliva prodotto a Šolta ricevuto lo stato di Denominazione di Origine Protetta (DOP) dall'Unione Europea, che ha contribuito a consolidare la spinta dei produttori per la qualità.

business-europe-produzione-premiati-produttori-on-olta-prepararsi-per-il-momento-di-raccolta-di-oliva

L'isola di Solta

"Scegliamo solo i frutti migliori per la trasformazione in olio perché la quantità è meno importante per noi della qualità", ha affermato. "Raccogliamo presto e lavoriamo principalmente olive verdi subito dopo la raccolta perché l'alto fruttato, la piccantezza e la freschezza del nostro olio sono più importanti per noi dell'alta resa.

Burić ha aggiunto che gli olivicoltori dell'isola hanno fatto affidamento a lungo sulla conoscenza ancestrale del paesaggio, tradizionale varietà di olive, innesti e potature per produrre olio extra vergine di oliva di alta qualità.

Tuttavia, il recente sviluppo di moderni impianti di macinazione e tecniche di stoccaggio, combinato con la decisione dei produttori di iniziare a lavorare insieme, ha permesso a Zlatna Šoltanka di diventare un marchio in grado di competere a livello internazionale.

"Stiamo cercando un mercato disposto a pagare un prezzo più alto per la massima qualità", ha affermato Burić. "Olivicoltori dalmati, incoraggiati dai successi nelle competizioni internazionali, in particolare al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition, hanno deciso di conquistare insieme il mercato esigente.”


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti