Affari

150,000 Litri di olio fraudolento sequestrato da Europol

L'organizzazione criminale responsabile dei truffatori di olio d'oliva intascava quasi $ 9 milioni ogni anno dalle loro attività illecite.

Sede centrale dell'Europol a L'Aia
Può. 21, 2019
Di Julie Al-Zoubi
Sede centrale dell'Europol a L'Aia

Notizie recenti

L'unità del crimine di proprietà intellettuale di Europol ha sequestrato 150,000 litri di olio di oliva adulterato diretto a ristoranti tedeschi e ha arrestato 20 persone in un'operazione congiunta con i Carabinieri NAS italiani e il Tribunale di Darmstadt in Germania.

L'accusato presunto modificato olio di girasole di bassa qualità con clorofilla, beta-carotene e soia, che è stato poi tramandato come olio extra vergine di oliva per essere venduto in Germania. In alcuni casi, l'olio d'oliva genuino era stato completamente sostituito con olio falso ma era ancora propagandato come olio d'oliva.

L'adulterazione petrolifera è avvenuta da una banda ben organizzata in un mulino non regolamentato in Italia in condizioni antigieniche. È stato quindi trasportato nei magazzini in Germania per la distribuzione agli acquirenti.

Guarda anche: Frode all'olio d'oliva

Gli accusati includevano autisti che effettuavano consegne quindicinali del falso olio in Germania in camion e complici che erano responsabili della produzione e del confezionamento dell'olio.

Venti case sono state perquisite in Italia mentre in Germania sono stati trasportati cinque camion, ciascuno contenente 23,000 litri di olio falso. Complessivamente durante l'operazione sono stati confiscati 150,000 litri di olio d'oliva falso in varie località.

pubblicità

Si ritiene che gli accusati abbiano incassato circa € 8 milioni ($ 8.93 milioni) ogni anno dalla loro operazione adulterante. Si ritiene inoltre che abbiano acquistato un milione di litri di olio di semi di girasole ogni anno per circa € 100,000,000 ($ 111,690,000) e poi venduti sul loro finto olio d'oliva tra € 5 e € 10 ($ 5.58 e $ 11.17) al litro.

Questo sequestro faceva parte di uno sforzo in corso da parte di Operazione OPSON sradicare le frodi alimentari e impedire che alimenti e bevande scadenti vengano distribuiti in tutta Europa e oltre.

Europol ha dato il suo pieno sostegno all'operazione, iniziata a marzo 2019 con un briefing a cui hanno partecipato rappresentanti delle autorità italiane e tedesche presso la sede dell'Europol a L'Aia.

Il ruolo dell'organizzazione comprendeva l'elaborazione e l'analisi delle informazioni ottenute dalle unità investigative, nonché la messa a disposizione di esperti in sede di coalizione coordinata sulla criminalità per proprietà intellettuale il giorno dell'azione per fornire supporto in loco.

Back In 2017, Europol ha emesso avvisi ai produttori e ai consumatori che i prodotti alimentari fraudolenti, tra cui olio d'oliva, formaggio, vini e liquori erano in aumento in tutta l'UE La Germania è stata nominata come uno dei paesi più colpiti insieme a Spagna, Francia, Italia e Grecia.

Nello stesso anno, un'operazione congiunta tra Interpol ed Europol ha comportato il sequestro di 230 milioni di dollari di alimenti e bevande contraffatti e scadenti in un'operazione in 290 paesi. Questa operazione ha rivelato una diffusa frode nei prodotti, che vanno dall'olio d'oliva alle bevande alcoliche.

I paesi partecipanti hanno ricevuto una formazione specifica Europol sulla qualità dell'olio d'oliva per aiutarli a individuare le frodi. In Danimarca, dove l'operazione si è concentrata sull'olio d'oliva, è stato scoperto che molti prodotti etichettati come olio d'oliva vergine venivano miscelati con altri gradi e, in alcuni casi, il prodotto non era altro che lampante olio.





Related News