La Spagna vede il più grande consumo di olio d'oliva in quasi un decennio

Il consumo di olio d'oliva in Spagna è aumentato di oltre il tre percento, il più grande aumento dal 2011. La diminuzione dei prezzi e una migliore educazione sui benefici per la salute dell'olio extravergine d'oliva sono attribuiti all'aumento.

Giu. 15, 2019
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

Un nuovo rapporto del Ministero spagnolo dell'agricoltura, dell'alimentazione e della pesca ha mostrato che la famiglia consumo di olio d'oliva è aumentato del 3.47% nel 2018, il maggiore aumento dal 2011.

Il consumo di olio d'oliva vergine ed extravergine ha aperto la strada, aumentando rispettivamente del 9.2 e del 7.2%. Il consumo di olio d'oliva non vergine è leggermente aumentato, solo dello 0.2%.

Unión de Uniones attribuisce questi cambiamenti al calo dei prezzi… oltre che ad una maggiore conoscenza e informazione da parte dei consumatori dei benefici dell'olio extravergine di oliva, che devono ancora essere rafforzati.- Unione di sindacati di agricoltori e allevatori

Insieme, il Ministero stima che l'olio d'oliva rappresentasse il 64.9 percento - quasi i due terzi - di tutto l'olio vegetale consumato in Spagna l'anno scorso.

Uno dei motivi per cui il consumo di olio d'oliva è in controtendenza la precedente tendenza al ribasso forse il drammatico calo dei prezzi che la Spagna ha vissuto quest'anno.

Vedi anche: Notizie sul consumo di olio d'oliva

In questo momento nel 2017, l'olio d'oliva veniva venduto al dettaglio a una media di € 3.77 ($ 4.25) per chilogrammo, secondo Poolred, un'organizzazione che tiene traccia dei prezzi dell'olio d'oliva. Da allora, i prezzi sono diminuiti di oltre il 40%, raggiungendo in media € 2.14 ($ 2.42) per chilogrammo al momento della scrittura.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

L'Unione spagnola dei sindacati degli agricoltori e degli allevatori ha attribuito l'aumento del consumo non solo ai prezzi più bassi, ma anche a una migliore educazione sui benefici per la salute dell'olio d'oliva.

"Unión de Uniones attribuisce questi cambiamenti al calo dei prezzi ... nonché a una maggiore conoscenza e informazione da parte dei consumatori del benefici dell'olio extra vergine di oliva, che devono ancora essere rafforzati ", ha detto l'organizzazione in una dichiarazione sul suo sito web.

Nonostante il calo dei prezzi, il valore dell'olio d'oliva acquistato dagli spagnoli è leggermente aumentato, aumentando dell'1.4%. Forse riflettendo i prezzi più bassi, il valore dell'olio d'oliva vergine acquistato è aumentato di più, aumentando del 3.8%, mentre il valore dell'olio extravergine d'oliva acquistato è aumentato del 2.5%. Il valore degli acquisti di olio d'oliva non vergine, tuttavia, è diminuito del 6.5%.

Il rapporto ha anche sottolineato che la stragrande maggioranza delle persone che consumano olio d'oliva e altri tipi di oli vegetali, sono più vecchi e quello consumo di olio d'oliva tra i giovani spagnoli rimane piuttosto basso.

Secondo i dati del Ministero, gli spagnoli di età pari o superiore a 50 anni rappresentavano il 71.7% dell'olio d'oliva non vergine consumato in Spagna nel 2018, il 66.5% dell'olio d'oliva vergine e il 69.4% dell'olio extravergine di oliva.

Nel frattempo, gli spagnoli di età inferiore ai 35 anni rappresentavano il 5.6% del consumo di olio d'oliva non vergine, il 6.6% del 5.6% del consumo di olio extravergine di oliva.

Il rapporto non ha offerto alcuna analisi sul motivo per cui il consumo di olio d'oliva tra i giovani rimane così basso, ma ha affermato che le coppie con figli più grandi, le coppie senza figli e gli adulti in pensione nella classe media avevano maggiori probabilità di acquistare tutti e tre i tipi di olio d'oliva.





Related News

Feedback / suggerimenti