` Spagna e Uruguay tentano di rilanciare l'accordo commerciale UE-Mercosur in stallo - Olive Oil Times

Spagna, Uruguay tentano di rilanciare l'accordo commerciale UE-Mercosur in stallo

Dicembre 4, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

I diplomatici su entrambe le sponde dell'Atlantico hanno festeggiato dopo lo storico accordo di libero scambio tra Unione europea e Mercosur concordato in linea di principio nel giugno 2019. Tuttavia, l'accordo si è bloccato nei successivi 18 mesi.

Se ratificato, l'accordo creerebbe un mercato unico di circa 760 milioni di persone ed eliminerebbe le tariffe sul 90% delle merci scambiate tra i due blocchi, compreso l'olio d'oliva e il 99 per cento di tutti gli altri prodotti agricoli. L'accordo aumenterebbe anche le quote di importazione su una serie di prodotti agricoli.

Vedi anche: Notizie commerciali

Nell'ultimo anno e mezzo, l'accordo di 7,000 pagine si è lentamente diffuso nell'Unione europea 27 e quattro Mercosur capitali, dove ha incontrato un notevole scetticismo da parte degli agricoltori e degli ambientalisti europei, nonché dei governi sudamericani neoeletti.

Il Mercosur è un'unione doganale composta da Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay.

Gli incendi boschivi in ​​corso in tutta la foresta pluviale amazzonica del Brasile, così come nel Pantanal del Paraguay e in Brasile hanno sollevato interrogativi sulla mancanza di meccanismi di applicazione nella sezione dello sviluppo sostenibile dell'accordo.

All'inizio dell'anno, un portavoce del cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto di sì "dubbi significativi " se la Germania ratificherà o meno l'accordo. Lo hanno detto anche i parlamenti olandese e austriaco non ratificherà l'accordo nel suo stato attuale.

Alti funzionari presso il Commissione europea hanno inoltre segnalato che per la ratifica dell'accordo sarebbero necessari impegni ambientali legalmente vincolanti, in particolare dal Brasile.

"Nella sua forma attuale, non lo sottoporremo a ratifica, e credo che anche se lo faremo, non avremo successo ", ha affermato Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione europea.

Ha aggiunto che "soluzioni durevoli per la regione amazzonica ”sarebbero necessarie per far passare qualsiasi accordo attraverso gli Stati membri dell'UE prima di essere consegnato al Parlamento europeo per l'approvazione finale.

Nel frattempo, dall'altra parte dell'Oceano Atlantico, un nuovo governo in Argentina ha tiepidamente dichiarato il suo sostegno all'accordo, sebbene il presidente Alberto Férnandez abbia ritirato da altri negoziati Mercosur e ha detto che darà la priorità alle importanti questioni interne del paese rispetto al commercio internazionale.

"Abbiamo cambiato la nostra posizione. Abbiamo iniziato a dire no all'accordo per l'impatto che poteva avere sul nostro settore industriale e perché non era molto vantaggioso anche sull'agricoltura ”, ha detto Felipe Solá, ministro degli esteri argentino durante una videoconferenza il mese scorso. "Quando l'UE deciderà cosa vuole fare con l'accordo, lo invieremo al Congresso e ne avremo un dibattito ".

Anche il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, che è salito al potere dopo che la maggior parte dell'accordo è stata negoziata, secondo quanto riferito non è molto entusiasta di andare avanti con esso.

Ha rimproverato i leader europei che hanno criticato la sua gestione degli incendi in Amazzonia e ha spesso respinto i dati incolpanti raccolti dal suo stesso governo sull'entità di quegli incendi come imprecisi e politicamente motivati.

Nonostante la significativa opposizione all'accordo, i governi di Spagna e Uruguay sperano ancora di trovare una soluzione. I ministri degli affari esteri spagnolo e uruguaiano si sono incontrati alla fine del mese scorso per discutere i prossimi passi dell'accordo, inclusa la possibilità di rinegoziarne parti.

"Entrambi i ministri hanno convenuto di sottolineare la straordinaria importanza di concludere al più presto il processo di negoziazione e hanno dichiarato di essere fermamente impegnati a sostenere e motivare, nei rispettivi blocchi regionali, i negoziati attualmente in corso ", La Moncloa, la sede della Spagna primo ministro, ha detto in una nota.

L'Uruguay detiene il presidente pro-tempore del Mercosur fino alla fine di dicembre, momento in cui subentra l'Argentina. Con il passare dei giorni, tuttavia, sembra improbabile che l'ostacolo di cosa fare per l'Amazzonia venga superato prima di allora.

Francisco Bustillo, ministro degli affari esteri dell'Uruguay, ha anche programmato tappe a Bruxelles e Parigi nel suo tour europeo, dove spera di convincere il scettico primo ministro francese, Emmanuel Macron e diplomatici della Commissione europea a ratificare l'accordo.

Una soluzione potrebbe essere avere accordi commerciali e politici separati. Ciò consentirebbe di proseguire il dibattito sui meccanismi di applicazione nella sezione dello sviluppo sostenibile dell'accordo, consentendo al contempo l'inizio del periodo di 15 anni per la cessazione delle tariffe.

"Il Mercosur e l'Unione Europea devono concentrare tutti gli sforzi per raccogliere alcune delle questioni ancora in sospeso, ma data l'importanza dell'accordo e pensando alla credibilità internazionale di entrambi i blocchi, è urgente che sia approvato dai paesi membri ", ha detto Bustillo . "Tuttavia, detto questo, l'Uruguay è molto rispettoso dei dibattiti interni sull'accordo, ma ancora una volta il tempo stringe ".





Related News

Feedback / suggerimenti