Deborah Jones

I risultati di un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università di Pisa hanno dimostrato che il cioccolato fondente arricchito con olio extra vergine di oliva ha migliorato il profilo di rischio cardiovascolare nei partecipanti.

Piccole porzioni giornaliere di cioccolato fondente con aggiunta di polifenoli naturali di olio extra vergine di oliva sono stati associati a un miglior profilo di rischio cardiovascolare.- Rossella Di Stefano, capo ricercatore

Lo studio è stato presentato al Congresso ESC a Barcellona all'inizio di questa settimana dalla ricercatrice e cardiologa leader, Rossella Di Stefano, che ha detto ai partecipanti: “Abbiamo scoperto che piccole porzioni quotidiane di cioccolato fondente con aggiunta di naturale polyphe­nols from extra vir­gin olive oil è stato associato ad un miglior profilo di rischio cardiovascolare. Il nostro studio suggerisce che l'olio extra vergine di oliva potrebbe essere un buon additivo alimentare per aiutare a preservare le nostre "cellule riparatrici", l'EPC ".

Lo studio ha confrontato gli effetti del cioccolato fondente integrato con la mela rossa italiana Panaia contro il cioccolato fondente arricchito con EVOO sulla progressione dell'aterosclerosi (indurimento delle arterie) in volontari sani con fattori di rischio cardiovascolare.

I risultati hanno mostrato che la combinazione EVOO e cioccolato era più efficace nel migliorare il profilo di rischio cardiovascolare rispetto alla combinazione mela rossa. L'olio d'oliva ha migliorato i livelli di colesterolo "buono", ha abbassato l'ipertensione e ha aumentato in modo significativo i livelli di cellule progenitrici endoteliali (EPC) che sono vitali per la funzione e la riparazione dei vasi sanguigni.

Durante la prova di 28-day, i volontari hanno ricevuto un campione giornaliero di cioccolato fondente 40-grammo. Per 14 giorni consecutivi il cioccolato è stato arricchito con 10 percento EVOO e negli altri giorni 14, il cioccolato conteneva 2.5 percento mela rossa Panaia.

Lo studio è stato condotto su volontari 26 composti da uomini e donne 14, tutti con almeno tre fattori di rischio cardiovascolare che variavano da fumo, dislipidemia (una quantità anormale di lipidi nel sangue), ipertensione o una famiglia storia di car­dio­vas­cu­lar dis­ease.

Durante lo studio sono stati monitorati anche lo stato di fumo dei volontari, l'indice di massa corporea, la pressione sanguigna, la glicemia e il profilo lipidico.

Alla fine della sperimentazione, i ricercatori hanno concluso che il cioccolato arricchito con olio d'oliva aveva sostanzialmente aumentato i livelli di EPC e lipoproteine ​​ad alta densità (colesterolo buono) e abbassato la pressione sanguigna nei volontari.

I soggetti hanno anche mostrato segni ridotti di ath­er­o­scle­ro­sis progressione. Il cioccolato arricchito con mele ha semplicemente portato a una riduzione insignificante dei livelli di trigliceridi e nessun cambiamento critico per la salute.

Il cioccolato all'olio d'oliva ha fatto la prima notizia in 2,000 quando il cioccolatiere francese L’Espérantine il cioccolato all'olio d'oliva di Marsiglia ha vinto l'ambito premio Cordon Bleu alla conferenza INTERSUC di Parigi. Un certo numero di produttori di cioccolato ha seguito l'esempio e ha continuato a lanciare il cioccolato all'olio d'oliva.

All'inizio di quest'anno, ha lanciato lo chef Thomas Keller e il produttore italiano di olio d'oliva, Armando Manni K+M Extravirgin Chocolate. Il duo ha trascorso cinque anni in ricerca e sviluppo prima di perfezionare la loro ricetta per un cioccolato all'olio d'oliva che sarebbe buono per il corpo e l'anima.

Armando Manni, co-fondatore di K + M Extravirgin Chocolate detto Olive Oil Times, "Questo entusiasmante studio clinico è molto promettente e si allinea agli obiettivi che abbiamo sempre avuto nello sviluppo del nostro cioccolato extravergine K + M". Manni ha aggiunto: "Ora stiamo iniziando a vedere altre persone nel settore che supportano ciò che abbiamo sempre creduto nel."

"Sappiamo che il cioccolato extravergine K + M ha benefici per la salute perché la metodologia della nostra produzione di cioccolato mantiene una quantità maggiore di flavonoidi antiossidanti rispetto al cioccolato tradizionale e l'aggiunta di una piccola quantità di olio extravergine di oliva biologico Manni, contenente un quantità di polifenoli antiossidanti, funziona come un booster degli antiossidanti. "



Commenti

Altri articoli su: , , , ,