Salute

Disregolazione genica causata dall'olio di soia dietro effetti negativi sulla salute

I ricercatori dell'Università della California, Riverside, hanno scoperto che i topi che consumano una dieta ricca di olio di soia hanno sperimentato la disregolazione di circa 100 geni, alcuni dei quali sono collegati all'obesità, al diabete e alle condizioni di salute mentale.

Gennaio 30, 2020
Di Daniel Dawson

Il consumo eccessivo di olio di soia può avere un impatto su infiammazione, obesità e diabete, nonché condizioni neurologiche come l'autismo, Il morbo di Alzheimer, ansia e depressione.

Una nuova ricerca dell'Università della California, Riverside, ha scoperto che il consumo di olio di soia nei topi è legato alla disregolazione dell'espressione di circa 100 geni diversi nell'ipotalamo.

Ti consigliamo di evitare di consumare troppo olio di soia. Un po 'non è dannoso - l'olio di soia in sé non è tossico - e in effetti è utile in quanto fornisce acido linoleico, un acido grasso essenziale che dobbiamo ottenere dalla dieta.- Team di ricerca UC Riverside

"L'ipotalamo regola il peso corporeo attraverso il metabolismo, mantiene la temperatura corporea, è fondamentale per la riproduzione e la crescita fisica, nonché per la risposta allo stress ", ha affermato Margarita Curras-Collazo, professore di neuroscienze presso la UC Riverside e autrice principale dello studio.

La disregolazione di questi geni porta alla sovrapproduzione o alla sottoproduzione di ormoni - come l'ossitocina e la vasopressina - che hanno rilevanza metabolica, infiammatoria e neurologica.

Guarda anche: Health News

Lo studio ha scoperto che i topi nutriti con diete ricche di olio di soia sono diventati più intolleranti al glucosio e hanno sperimentato un aumento di peso maggiore rispetto ai topi nutriti con una dieta ricca di grassi con olio di cocco. I topi nutriti con la dieta ad alto contenuto di olio di soia hanno anche sperimentato la disregolazione dei geni associati all'autismo, al morbo di Alzheimer, alla depressione, al morbo di Parkinson e alla schizofrenia.

pubblicità

"Data la sua presenza onnipresente nella dieta americana, gli effetti osservati dell'olio di semi di soia sull'espressione genica ipotalamica potrebbero avere importanti conseguenze per la salute pubblica ", hanno scritto i ricercatori nello studio pubblicato sulla rivista, Endocrinologia.

Mentre i due principali componenti chimici dell'olio di semi di soia - l'acido linoleico e lo stigmasterolo - non sono stati ritenuti responsabili della disregolazione, i ricercatori devono ancora identificare ciò che è responsabile della disregolazione.

"Un avvertimento importante del nostro studio è che non sappiamo se l'olio di semi di soia colpisce direttamente il cervello ", ha detto il team di ricerca Olive Oil Times in una e-mail. "Potrebbe essere che, poiché l'olio di soia provoca l'obesità e il diabete (almeno nei topi), è proprio lo stato obeso o lo stato diabetico che provoca effettivamente il cambiamento dell'espressione genica nel cervello. "

"Molti organi svolgono un ruolo nell'obesità, oltre all'ipotalamo ”, ha aggiunto il team di ricerca. "Questi includono fegato, muscoli, pancreas e grasso (tessuto adiposo). "

Tuttavia, i ricercatori hanno affermato che le implicazioni dello studio erano chiare, anche se la chimica organica non lo era.

"Raccomandiamo di evitare di consumare troppo olio di soia ", ha affermato il team di ricerca. "Un po 'non è dannoso - l'olio di soia in sé non è tossico - e in effetti è utile in quanto fornisce acido linoleico, un acido grasso essenziale che dobbiamo ottenere dalla dieta. "

"Ma abbiamo solo bisogno di circa l'uno o il due percento di acido linoleico nella nostra dieta ", ha aggiunto il team di ricerca. "Molti americani stanno attualmente assumendo fino al 10 percento di acido linoleico, a causa dell'aumento del consumo di olio di soia ".

Il problema con l'olio di semi di soia è che è diventato onnipresente nella dieta americana ed è sempre più difficile da evitare.

"Sfortunatamente, nel Stati Uniti è molto difficile evitare l'olio di semi di soia. Spesso non abbiamo scelta ", ha affermato il team di ricercatori. "La maggior parte dei ristoranti negli Stati Uniti usa l'olio di semi di soia in quanto è economico (i semi di soia sono facili da coltivare, il che li rende un ottimo raccolto) ... Molti alimenti trasformati contengono olio di semi di soia, anche quelli che sembrano essere sani. "

"I prodotti provenienti da animali da allevamento hanno probabilmente olio di soia o suoi componenti che possono raggiungere dieta umana anche ", ha aggiunto il team di ricerca. "Questo perché molte volte l'olio di soia ... viene aggiunto all'alimentazione degli animali ... al fine di soddisfare il fabbisogno energetico raccomandato e in alcuni casi per ingrassare gli animali ".

Inoltre, non è chiaro se la sostituzione dell'olio di soia con oli più sani, come ad esempio olio extravergine d'oliva, avrebbe un impatto sulla disregolazione genica.

"Non possiamo sapere quale effetto potrebbe avere un olio d'oliva sull'espressione genica ", ha affermato il team di ricercatori. "Dovremmo fare l'esperimento. "

pubblicità





Related News