Salute

L'olio d'oliva migliora la salute del cuore

Novembre 22, 2014
Di Isabel Putinja

Notizie recenti

Il consumo regolare di olio d'oliva può migliorare la salute del cuore anche in coloro che non seguono una dieta mediterranea, secondo un nuovo studio europeo pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition.

Il consumo regolare di olio d'oliva può migliorare la salute del cuore anche in coloro che non seguono una dieta mediterranea, secondo un nuovo studio europeo pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition in novembre 19, 2014.

Un team paneuropeo di ricercatori dell'Università di Glasgow (Scozia), dell'Università di Lisbona (Portogallo), dell'Instituto de Biologia Experimental Tecnologica, Oeiras (Portogallo) e della società privata Mosaiques Diagnostics (Germania) hanno esaminato gli effetti di fenoli, che sono composti naturali prodotti dalle piante e trovati nelle olive, sulla salute del cuore dei volontari 69 come parte dello studio.
Guarda anche: I benefici per la salute dell'olio d'oliva
I volontari, che erano in buona salute e non consumatori regolari di olio d'oliva, sono stati divisi in due gruppi e hanno ricevuto 20ml (0.67 US Oz) di olio d'oliva alto o basso in fenoli ogni giorno per un periodo di sei settimane.

Utilizzando una nuova tecnologia diagnostica, il team ha esaminato l'impatto di consumo di olio d'oliva sulla salute dei volontari controllando i campioni di urina per una serie di peptidi (molecole biologiche presenti in natura che formano catene di aminoacidi quando le proteine ​​vengono scomposte) che sono indicatori di varie malattie, come il diabete, malattie renali e malattia coronarica (CAD).

Utilizzando un sistema di punteggio sviluppato da Mosaiques Diagnostics che misura la propensione alla malattia coronarica (CAD) come punteggio 1, fino a un punteggio di -1 per un'arteria sana, i risultati dello studio hanno rivelato che entrambi i gruppi avevano segnato miglioramenti con la caduta punteggi.

Commentando i risultati dello studio, una delle autrici, la dott.ssa Emilie Combet dell'Università di Glasgow, ha dichiarato: “Ciò che abbiamo scoperto è stato che indipendentemente dal contenuto fenolico dell'olio, c'è stato un effetto positivo sui punteggi CAD. Nella popolazione studiata, qualsiasi olio d'oliva, basso o alto in fenolici, sembra essere utile. Gli acidi grassi sono probabilmente i principali responsabili dell'effetto osservato. "

Un altro autore dello studio, il Dr. Bill Mullen dell'Università di Glasgow, ha sottolineato i vantaggi della tecnica di ricerca utilizzata: “Se siamo in grado di identificare le prime firme delle malattie prima che abbiano avuto la possibilità di prendere piede, possiamo iniziare per trattarli prima che diventino un problema che richiede costosi interventi medici. "Mullen ha aggiunto:" È la prima volta che questa tecnica è stata applicata dal punto di vista nutrizionale per cercare di capire quali alimenti o quali ingredienti sono veramente responsabili della salute benefici."

pubblicità

I risultati di questo studio confermano ancora una volta che i composti fenolici si trovano negli alimenti vegetali, tra cui olio d'oliva, può fornire benefici per la salute cardiovascolare e ridurre il rischio di malattie cardiache.