`L'olio di olive selvatiche è migliore nell'abbassare la pressione sanguigna, i ricercatori trovano - Olive Oil Times

Secondo i ricercatori, l'olio di olive selvatiche è migliore per abbassare la pressione sanguigna

Dicembre 2, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

L'olio d'oliva prodotto da una varietà selvatica può avere impatti più benefici abbassando la pressione sanguigna alta rispetto agli oli prodotti da varietà commerciali, secondo nuova ricerca dall'Università di Siviglia.

Mentre diversi studi hanno dimostrato che il consumo giornaliero di olio extravergine di oliva può aiutare a mantenere sotto controllo i livelli di pressione sanguigna e persino contribuire ad abbassare la pressione alta, acebuchina l'olio è andato ancora meglio nel ridurre l'ipertensione.

Studi preliminari hanno dimostrato che l'olio d'oliva acebuchina ha una percentuale maggiore di tocoferoli (vitamina E) e steroli rispetto all'olio extravergine di oliva.- Ricercatori, Università di Siviglia

Lo studio è uno dei primi pezzi di ricerca per indagare gli effetti dell'olio d'oliva prodotto dalla raccolta olive acebuchina da alberi selvatici che si trovano in diverse parti della Spagna, che coprono circa nove milioni di ettari in Andalusia; da solo.

salute-notizie-varietà-olio-da-olive-selvatiche-migliori-per-abbassare-la-pressione-i-ricercatori-trovano-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Olive selvatiche acebuchina (Pablo Esparza per Olive Oil Times)

Negli ultimi due decenni, i ricercatori hanno cercato composti e prodotti naturali in grado di influenzare i meccanismi fisiopatologici coinvolti nello sviluppo dell'ipertensione arteriosa.

Vedi anche: Un tesoro dimenticato: produrre olio dalle olive selvatiche

Secondo un comunicato stampa pubblicato dall'università spagnola, l'olio extravergine di oliva ha già mostrato lievi effetti nell'abbassamento della pressione sanguigna durante i test condotti sui topi. Ora, questi scienziati hanno dimostrato che il consumo di olio d'oliva acebuchina può ridurre significativamente i tassi di ipertensione.

Per valutare l'impatto dell'olio di oliva selvatica, i ricercatori si sono concentrati sulle variazioni nella morfologia della retina ipertensiva, che è una condizione che riduce lo spessore dell'organo. Consumando olio d'oliva acebuchina, i ricercatori hanno scoperto che la condizione può essere contrastata in modo più efficiente rispetto al consumo di olio extravergine di oliva.

Nello studio, pubblicato sulla rivista accademica, Antiossidanti, i ricercatori elencano una lunga serie di documenti precedenti che mostrano un'ampia varietà di benefici alla salute relativi al consumo di olio extravergine di oliva.

Tuttavia, hanno scritto, "i rapporti sugli effetti benefici del consumo di olio extravergine di oliva contro le malattie oculari sono ancora scarsi ". C'è ancora meno ricerca disponibile sulle proprietà salutari dell'olio d'oliva acebuchina, hanno aggiunto.

"Le capacità antigeniche e allergeniche inferiori sono state attribuite all'olio d'oliva acebuchina rispetto alla sua controparte coltivata e studi preliminari hanno dimostrato che l'olio d'oliva acebuchina ha una percentuale maggiore di tocoferoli (vitamina E) e steroli rispetto all'olio extravergine di oliva ", hanno scritto i ricercatori .

Nel comunicato, gli scienziati spiegano come la necessità di comprendere meglio le proprietà salutari dell'olio d'oliva acebuchina derivi dal suo possibile impatto sullo stress ossidativo in condizioni diffuse come la degenerazione maculare senile, il glaucoma, la retinite pigmentosa e diversi tipi di retinopatie.

Secondo l'Università di Siviglia, l'ipertensione colpisce tra il 30 e il 45 per cento della popolazione generale e può colpire anche diversi organi. La condizione costituisce un fattore di rischio significativo per lo sviluppo cardiovascolare, reni, cervello e malattie oftalmologiche.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti