La biomassa proveniente dagli oliveti alimenta la fabbrica Heineken nel sud della Spagna

La fabbrica riceverà fino a 6,000 tonnellate di scarti di potatura all'anno dagli uliveti con un raggio di 90 chilometri dalla fabbrica.
Foto: Heineken
Marzo 31, 2021
David Uwakwe

Notizie recenti

Heineken Spain ha annunciato che la sua fabbrica in Jaén è il primo nel paese a funzionare con energia rinnovabile al 100%, in gran parte grazie a biomassa generata da oliveti locali.

La fabbrica riceverà fino a 6,000 tonnellate di rifiuti di potatura all'anno dagli uliveti entro un raggio di 90 chilometri, contribuendo al 70% del suo fabbisogno energetico. Il restante 30 percento proverrà dall'energia solare prodotta localmente.

Vedi anche: La Spagna punta sulle bioraffinerie per trovare nuove entrate per i piccoli produttori

Parlando all'annuncio della pietra miliare, Guillaume Duverdier, presidente di Heineken Spagna, l'ha definita "un grande passo nel nostro impegno per la sostenibilità e nella nostra ambizione di essere il birrificio più verde ".

"Questo progetto, che oltre alla cura dell'ambiente, promuove la lotta contro cambiamento climatico e avvantaggia gli agricoltori locali, ci avvicina al nostro impegno di produrre tutte le nostre birre a zero emissioni entro il 2025 ", ha aggiunto.

Oltre a fornire un nuovo flusso di entrate per gli olivicoltori locali, che altrimenti avrebbero visto sprecare la potatura del raccolto, il progetto consentirà di risparmiare nella regione 4,000 tonnellate di emissioni di CO2, equivalenti al consumo energetico della vicina città di Martos , con 6,650 abitazioni.

L'azienda rileva inoltre che tutti i file acque reflue trattate prodotto nello stabilimento verrà reimmesso nelle zone umide del Parco Nazionale di Doñana, come parte dell'impegno di Heineken per l'economia circolare.

La fabbrica, che produce 29 milioni di litri di birra all'anno, è operativa a Jaén dal 1921 e impiega 120 persone.

Jaén è il centro dell'industria olivicola del paese. La piccola provincia di Andalusia; è responsabile di circa la metà del paese produzione di olio d'oliva e produce abitualmente tanto olio d'oliva quanto l'Italia, la Grecia e il Portogallo messi insieme.





Related News

Feedback / suggerimenti