Sistemi di etichettatura come Nutri-Score potrebbero salvare vite, dicono i ricercatori

I ricercatori di tutta Europa hanno dimostrato che il consumo di alimenti con un punteggio di profilazione dei nutrienti più elevato era associato a una maggiore mortalità.

Foto: Red Burn
Settembre 25, 2020
Di Paolo DeAndreis
Foto: Red Burn

Notizie recenti

Esiste un chiaro legame tra i sistemi di profilazione degli alimenti e scelte alimentari più sane, secondo nuova ricerca pubblicato nel British Medical Journal.

Utilizzando i dati raccolti da un ampio campione di popolazione, i ricercatori hanno dimostrato che l'adozione di sistemi di etichettatura degli alimenti basati sul sistema di profilo dei nutrienti della Food Standards Agency (FSAm-NPS) potrebbe avere un effetto sulla mortalità complessiva.

Il consumo di cibo che non ottiene buoni voti per la sua qualità nutrizionale dal Nutri-Score è associato a una mortalità più elevata.- Pilar Galan, ricercatrice, Université Paris 13

Poiché il sistema di etichettatura front-of-pack (FOP) Nutri-Score nato in Francia è derivato dall'FSAm-NPS, i ricercatori ritengono che i loro risultati dovrebbero essere presi in considerazione dall'Unione Europea mentre è in fase di scegliendo un sistema FOP comune per i suoi stati membri.

Serge Hercberg, il creatore di Nutri-Score, è stato uno dei 55 ricercatori coinvolti nello studio.

Vedi anche: L'Italia ribadisce l'opposizione all'etichetta Nutri-Score

Utilizzando i dati raccolti in 10 diversi paesi dallo studio EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), gli scienziati hanno concluso che "il consumo di alimenti con un punteggio FSAm-NPS più elevato (qualità nutrizionale inferiore) è stato associato a una mortalità più elevata per tutte le cause e per cancro e malattie dei sistemi circolatorio, respiratorio e digerente. "

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

EPIC è un massiccio studio di coorte, che ha coinvolto più di 521,000 adulti la cui salute è stata seguita per più di 17 anni. Gli scienziati hanno stabilito che i dati di oltre mezzo milione di adulti raccolti per il cancro e la ricerca nutrizionale potrebbero essere esaminati in modo specifico per testare l'impatto sulla mortalità delle loro scelte alimentari.

È stato calcolato un punteggio per ogni 100 grammi di cibo, che ha preso in considerazione la quantità di zuccheri, acidi grassi saturi, sodio, energia, fibre e proteine ​​nel cibo. Anche il tipo di cibo (cioè frutta, verdura, legumi o noci) ha avuto un impatto sul punteggio.

L'indice alimentare è stato quindi calcolato per ogni partecipante per tutti gli alimenti consumati. Più alto è il punteggio, minore è la qualità nutrizionale complessiva della dieta.

Dei 501,594 adulti considerati, quelli con il punteggio più alto hanno mostrato un aumento del rischio di mortalità. Hanno ottenuto una media di 760 nell'indice dietetico FSAm-NPS, mentre quelli le cui scelte sono state più sane hanno ottenuto 661.

In una nota che commenta i risultati, Hercberg, che è anche professore di epidemiologia nutrizionale presso l'Università Sorbona di Parigi Nord, ha affermato che il "i risultati sono rimasti sostanzialmente invariati dopo ulteriori analisi, suggerendo che il i risultati resistono al controllo. "

I critici di Nutri-Score sostengono che il file il sistema è troppo semplicistico e non tiene conto di tutte le qualità nutrizionali di un alimento. 

Ad esempio, gli oppositori italiani sostengono che l'olio extravergine di oliva - uno degli ingredienti chiave della dieta mediterranea - riceve a 'C 'da Nutri-Score, inferiore ad altri oli da cucina in quanto antiossidante e polifenoli i contenuti non vengono presi in considerazione dall'algoritmo.

Tuttavia, Pilar Galan, una ricercatrice nutrizionale ed epidemiologica presso l'Université Paris 13, ha respinto questo argomento in un Tweet e ha detto "il consumo di cibo che non ottiene buoni voti per la sua qualità nutrizionale da Nutri-Score è associato a una maggiore mortalità ".

Ha inoltre sottolineato la rilevanza dei risultati a causa dei numerosi fattori socio-demografici presi in considerazione e del loro impatto sullo stile di vita dei partecipanti.

Gli autori hanno concluso che il loro studio supporta "l'importanza di FSAm-NPS per caratterizzare scelte alimentari più sane nel contesto delle politiche di salute pubblica (ad esempio, Nutri-Score) per le popolazioni europee ".

"Ciò è importante considerando le discussioni in corso sulla potenziale implementazione di un sistema di etichettatura nutrizionale unico a livello di Unione europea ", hanno concluso gli autori.





Related News

Feedback / suggerimenti