La dieta mediterranea può ridurre il rischio di depressione a fine vita

Una nuova ricerca ha suggerito che maggiore è l'assunzione di verdure, minore è la probabilità di depressione in tarda età.

Può. 28, 2019
Di Mary West

Notizie recenti

Gli scienziati della riunione annuale 2019 dell'American Psychiatric Association hanno presentato i risultati di uno studio che ha dimostrato che l'aderenza a una dieta in stile mediterraneo può ridurre il rischio di sintomi depressivi in ​​età avanzata.

I loro risultati hanno indicato che un piano alimentare con un alto contenuto di verdure ma una scarsa assunzione di pollame e alcol si è rivelato il più vantaggioso.

L'aderenza a una dieta mediterranea può proteggere dallo sviluppo di sintomi depressivi in ​​età avanzata.- gli autori dello studio

I medici hanno da tempo riconosciuto il Dieta mediterranea (MedDiet) come mezzo per promuovere la longevità e ridurre il rischio di malattia cardiovascolare e cancro. Gli studi rivelano anche che può aiutare a prevenire declino cognitivo negli anziani

Il MedDiet coinvolge frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci e olio d'oliva. Comprende anche moderate quantità di pesce, pollame e latticini, oltre a limitare i dolci e le carni rosse. Uno stile di vita piuttosto che una semplice dieta, il piano alimentare è associato a fare esercizio fisico regolare e consumare pasti con la famiglia e gli amici.

Vedi anche: Salute dell'olio d'oliva

Nello studio trasversale della Hellenic Open University, Grecia, l'autore principale Konstantinos Argyropoulos e i suoi colleghi hanno esaminato i membri dei centri diurni per anziani nell'Attica orientale. Tra i partecipanti, la percentuale di 34 ha riportato un'elevata aderenza a MedDiet e la percentuale di 64 ha riportato una aderenza media. Lo screening ha mostrato che quasi il 25 percento mostrava sintomi di depressione.

Il team ha scoperto che ogni aumento unitario dell'assunzione di verdure era legato a un rischio inferiore del 20% di depressione. Inoltre, ogni diminuzione unitaria dell'assunzione di pollame e del consumo di alcol è stata collegata rispettivamente a una riduzione del 36.1% e del 28% della probabilità di depressione.

"I nostri risultati supportano il fatto che la depressione negli anziani è comune e fortemente associata a diversi fattori di rischio ", hanno concluso gli autori. "L'adesione a una dieta mediterranea può proteggere dallo sviluppo di sintomi depressivi in ​​età avanzata ".

Secondo gli autori, lo studio non dimostra una relazione causa-effetto. Invece, potrebbe riflettere che le persone con depressione trovano più difficile seguire una dieta sana.

Mark D Rego, un assistente professore clinico di psichiatria presso la Yale University School of Medicine, non ha partecipato allo studio, ma ha detto Olive Oil Times che il beneficio di MedDiet per la depressione in età avanzata può essere dovuto ai suoi effetti sulla salute vascolare.

"È importante notare alcune cose su questo studio. Soprattutto, ha esaminato la depressione in età avanzata ", ha detto. "I casi di depressione che si verificano per la prima volta dopo i 55 o 60 anni sono diversi dai casi di depressione che si verificano in giovane età. La depressione in età avanzata non è associata a una storia familiare e, in circa la metà dei casi, è il primo segno di demenza ".

"Inoltre, questo studio ha mostrato un legame tra MedDiet e prevenzione, non trattamento ", ha aggiunto. "Tuttavia, è in accordo con molte teorie sulla depressione in età avanzata che stressano la salute vascolare. Può essere che molti piccoli ictus portino a una depressione tardiva e predispongano persino alla demenza. È dimostrato che MedDiet mantiene un alto livello di salute vascolare e previene molti dei soliti problemi dell'invecchiamento ".





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti