Forti acquazzoni smorzano le prospettive di raccolta in Grecia

Molte regioni produttrici, soprattutto nella parte occidentale del paese, sono state colpite da un diluvio che secondo alcuni agricoltori sta diventando più comune.

8 nov 2021 10:40 EST
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Mentre olivicoltori e produttori si preparano al prossima stagione di raccolta in Grecia, molte delle regioni più produttive del paese sono state colpite da forti acquazzoni e raffiche di vento.

Gravi danni, tra cui boschetti allagati, ulivi spezzati e drupe distrutte dalla grandine, sono stati segnalati dai produttori delle isole ioniche, parti del continente centrale, Creta, il Peloponneso occidentale e la penisola Calcidica a nord.

Le recenti tempeste e piogge torrenziali che hanno spazzato la nostra zona hanno causato un'eccessiva distruzione, lasciando a malapena frutti su molti dei nostri ulivi.- Nikolaos Kalliafas, olivicoltore in Etolia-Acarnania

I fenomeni meteorologici sono stati particolarmente intensi nella regione dell'Etolia-Acarnania nella Grecia centro-occidentale, il più grande territorio di produzione di Olive da tavola Kalamon nel paese, dove gli agricoltori hanno dovuto affrontare tempeste e livelli estremamente elevati di pioggia.

Vedi anche: Aggiornamenti del raccolto 2021

"La terra nella nostra zona è molto fertile e produciamo olive di alta qualità della varietà Kalamon ", ha detto Nikolaos Kalliafas, un olivicoltore con sede a Gouries, vicino al delta del fiume Acheloos Olive Oil Times.

"Le recenti tempeste e le piogge torrenziali che hanno spazzato la nostra zona hanno causato un'eccessiva distruzione, lasciando a malapena frutti su molti dei nostri ulivi ", ha aggiunto. "Ho 51 anni e sono nei campi da quando ero bambino. Non ho mai visto un tempo così irregolare prima d'ora.”

pubblicità

Kalliafas ha anche osservato che i problemi meteorologici nell'area non sono una novità, ma hanno cominciato a manifestarsi due o tre anni fa.

"Da più di due anni ormai, la nostra produzione di olive commestibili è diventata acida ", ha affermato. "In questa stagione le cose vanno peggio perché mi aspetto di ottenere solo la metà della quantità prodotta nella stagione precedente”.

"Il calo produttivo non è dovuto al ciclo produttivo [alternato] degli alberi o altro, ma al clima anomalo che ha portato giornate primaverili insolitamente calde e complete siccità in estate, incidendo seriamente sulla fruizione dei nostri ulivi ", ha aggiunto Kalliafas.

"Le recenti tempeste sono state solo il tocco finale e dobbiamo anche preoccuparci dell'agente patogeno del gloeosporium [noto anche come lebbra dell'olivo], che emerge quando esistono livelli maggiori di umidità ", ha continuato. "Non possiamo applicare alcuna operazione di spolveratura del raccolto ora poiché inizieremo a raccogliere tra cinque giorni".

Anche altri produttori della zona hanno descritto una situazione grave, con i loro uliveti rimasti sott'acqua per diversi giorni, danneggiando sia gli ulivi che le loro drupe.

L'associazione degli agricoltori di Agrinio, la più grande città della regione, ha emesso un avviso avvertendo che devono ancora venire tempi duri per gli agricoltori e gli olivicoltori locali.

Vedi anche: La Grecia richiede aiuti per il calo previsto dell'olio d'oliva e della produzione di olive da tavola

"Gli agricoltori locali hanno subito un altro duro colpo nelle loro entrate, che sono disperati dopo i danni precedentemente causati dalla grandine e dal gelo e le perdite significative dovute alla ridotta fruizione degli ulivi e degli agrumi ", si legge nell'annuncio. "L'economia rurale della nostra zona è sull'orlo dell'estinzione”.

A Creta, l'impatto del maltempo sugli olivicoltori dell'isola è stato più mite. Tuttavia, molti agricoltori nella regione di Heraklion sono stati colpiti, soprattutto nelle aree di Monofatsi e Pediada.

Forti raffiche di vento e grandine hanno fatto cadere a terra i frutti dell'olivo e inflitto danni ai rami e ai tronchi degli alberi.

"Le intense grandinate in varie aree del distretto di Heraklion hanno causato grandi distruzioni nelle campagne", ha affermato Vassilis Kegeroglou, deputato locale del parlamento greco. "I contadini possono solo contare le loro ferite”.

Kegeroglou ha anche chiesto al ministero dell'Agricoltura di registrare i danni causati dalle tempeste e di fornire un risarcimento agli agricoltori colpiti.

In termini di olive oil produzione, si prevede una resa media sull'isola, secondo Vaggelis Protogerakis, il capo dell'associazione di Heraklion olive oil proriduttori. Tuttavia, le piogge si sono rivelate benefiche in alcune zone, migliorando la qualità dell'olio.

"Quest'anno, la produzione [di olio d'oliva] dovrebbe essere ridotta rispetto all'anno scorso ", ha affermato Protogerakis. "Alcune aree avranno [una buona resa], ma in nessun caso possiamo parlare di una forte produzione".

"La qualità dovrebbe essere ottima dopo le recenti piogge", ha aggiunto. "Tuttavia, la proiezione per una produzione ridotta si applica anche al resto della Grecia... e al resto degli stati membri [dell'UE] e questo ci fa sperare in migliori prezzi dei produttori a Creta".



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti