La produzione globale di olio d'oliva raggiungerà il massimo di quattro anni, stime USDA

Si prevede inoltre che l'aumento della produzione associato all'aumento dei prezzi degli oli vegetali produrrà esportazioni record e livelli di consumo di olio d'oliva.
Può. 24, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Produzione di olio d'oliva dovrebbe raggiungere un massimo di quattro anni nella campagna 2021/22, secondo l'ultimo rapporto del Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti (USDA).

L'USDA ha previsto che la produzione raggiungerà i 3.3 milioni di tonnellate, il suo punto più alto dal Anno del raccolto 2017/18, che ha visto raccolti abbondanti in Algeria, Argentina, Unione Europea, Marocco e Tunisia, insieme a un raccolto record in Turchia.

Vedi anche: Aggiornamenti del raccolto 2021

Le previsioni ottimistiche di produzione sono per lo più alimentate dall'aspettativa di grandi raccolti in Tunisia e nell'UE, che si prevede produrranno entrambi 100,000 tonnellate in più nel 2021/22 rispetto a quanto hanno fatto nell'attuale anno di raccolto.

L'USDA ha detto che si aspetta anche esportazioni di olio d'oliva per raggiungere livelli record nel prossimo anno di raccolto. Si prevede che le esportazioni dell'UE cresceranno di 25,000 tonnellate per raggiungere un totale di un milione. Nel frattempo, tunisino le esportazioni dovrebbero quasi raddoppiare, raggiungendo le 225,000 tonnellate.

Insieme alle esportazioni, consumo di olio d'oliva dovrebbe anche raggiungere livelli record, alimentati principalmente da una maggiore disponibilità sul mercato e dallo spostamento delle preferenze dei consumatori per l'uso dell'olio d'oliva nella cucina casalinga.

I prezzi degli oli vegetali in costante aumento nell'ultimo anno hanno anche reso l'olio d'oliva più accessibile per la maggior parte dei consumatori. Mentre i prezzi sono aumentati nell'UE, i tre mercati di riferimento e Tunisia, non hanno tenuto il passo con il prezzo di altri oli vegetali comuni, che sono raddoppiati negli ultimi 12 mesi.

Poiché si prevede che la produzione, le esportazioni e il consumo cresceranno, è probabile che le scorte di olio d'oliva raggiungano il minimo di cinque anni sia nell'UE che nel resto del mondo, ha aggiunto l'USDA. Le scorte di olio d'oliva si attestano attualmente a 510,000 tonnellate, il loro punto più basso dal 2016/17.

Le scorte limitate e la crescente domanda di olio d'oliva gettano entrambe le basi per ulteriori aumenti dei prezzi nel 2022, una prospettiva allettante per i produttori dopo più di tre anni di quelli che hanno descritto come prezzi insostenibilmente bassi.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti