Mondo

Montenegro vittorioso al 3rd Olive Picking Championship

Quattro esperti montenegrini della raccolta delle olive hanno consegnato al piccolo Paese il suo primo Campionato mondiale di raccolta delle olive, sconfiggendo il due volte campione croato. La vicina Bosnia ed Erzegovina ha chiuso al secondo posto.

Squadra trionfante Montenegro. Foto per gentile concessione di Domagoj Blazevic.
Ottobre 15, 2019
Di Julie Al-Zoubi
Squadra trionfante Montenegro. Foto per gentile concessione di Domagoj Blazevic.

Notizie recenti

Una squadra di raccoglitori di olive montenegrini ha vinto il terzo Campionato mondiale di raccolta delle olive non ufficiale sull'isola croata di Brač.

Croazia, che ha vinto il primo concorso di raccolta delle olive in 2017 e difeso il loro titolo in 2018, è sceso al sesto posto nella terza edizione dell'evento annuale.

Quest'anno, i croati hanno schierato una squadra eclettica composta dal sindaco di Spalato, una medaglia d'oro olimpica, un presentatore televisivo e un blogger. Tuttavia, questa squadra di celebrità nazionali non ha eguagliato gli esperti montenegrini, che hanno raccolto chilogrammi di olive 77.6.

In questo evento, stiamo promuovendo l'olio d'oliva attraverso il turismo e il turismo attraverso l'agricoltura.- Ljerka Vlahović, direttore di Postira Agro-Cooperative

I montenegrini furono seguiti in un secondo un po 'distante dalla squadra della vicina Bosnia ed Erzegovina, che raccolse 57.6 chilogrammi (127 libbre). Una squadra dal Sud Africa ha completato i primi tre, raccogliendo 56 chilogrammi (123.5 libbre). I croati sono riusciti a raccogliere solo 50.4 chilogrammi (111 libbre).

Hanno viaggiato squadre da dodici paesi Croazia per la competizione di quest'anno, che ha accolto concorrenti provenienti da Polonia, Germania, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Inghilterra, Slovenia, Sudafrica, Stati Uniti, Slovacchia, Francia e Belgio. I rappresentanti della Tunisia non sono arrivati ​​a causa di problemi di visto.

pubblicità
Guarda anche: Cultura dell'olio d'oliva

L'evento è stato organizzato dall'Ente per il turismo di Postira e dalla Cooperativa agricola di Postira per promuovere l'olivicoltura e produzione di olio d'oliva in Croazia.

“Le condizioni meteorologiche erano fantastiche! Soleggiati e caldi, indossavamo tutti maniche corte ”, ha detto Ivana Jelinčić, direttrice dell'Ente turistico della Postira Olive Oil Times. Ha descritto l'evento come un grande successo e ha affermato che sia i partecipanti che gli organizzatori hanno apprezzato molto la competizione.

Il concorso di raccolta delle olive, che ha seguito la stagione turistica di punta sull'isola, ha avuto un'atmosfera festosa con seminari, degustazioni di vino e intrattenimento. L'evento ha anche offerto un'opportunità a persone provenienti da paesi produttori di olive e non di olive di tutto il mondo per fare rete, esplorare l'isola e mostrare i propri prodotti olivicoli.

pubblicità

La competizione ha categorie per entrambi tradizionale e la moderna raccolta delle olive e le regole stabiliscono che ogni squadra ha quattro membri composti da due maschi e due femmine.

La competizione si è svolta nel pittoresco 16th-Piccolo villaggio portuale di Postira, che vanta una storia di olivicoltura che risale a secoli fa. Dopo la gara i partecipanti sono stati trattati per un'escursione sull'isola e hanno partecipato a una cena di premiazione.

pubblicità

Lo ha detto Ljerka Vlahović, direttrice della Postira Agro-Cooperative Olive Oil Times che spera che la competizione motiverà le persone a continuare il lavoro dei loro antenati. Sebbene Brač sia la patria di circa un milione di ulivi, solo la metà di questi è attualmente coltivata, ha affermato Vlahović.

Ha descritto il campionato come “una grande opportunità per mostrare al mondo la nostra tradizione, il nostro olio d'oliva di alta qualità, la nostra isola, il nostro villaggio, la nostra cultura e tutto questo per parte dell'anno in cui la gente del posto sta facendo lo stesso - raccogliendo olive."

Vlahović che ha supervisionato l'evento e ha tenuto d'occhio la pesatura delle olive ha aggiunto, "a questo evento stiamo promuovendo l'olio d'oliva attraverso il turismo e il turismo attraverso l'agricoltura".

"Dopo l'evento, la trasformazione dell'olio d'oliva sarà effettuata nella nostra cooperativa Agro", ha aggiunto.

L'agro-cooperativa Postira è stata fondata nel 1945 come luogo di produzione dell'olio d'oliva per gli olivicoltori dell'isola e ha i suoi uliveti e alberi di agrumi.

Secondo Vlahović, 2012 è stato l'anno migliore della cooperativa con quasi due milioni di chilogrammi (4.4 milioni di libbre) di olive lavorate.

"Presto avremo un certificato che ci consente di esportare il nostro olio d'oliva in tutto il mondo, sotto il nome di" olio di oliva di Brač "", ha aggiunto.

pubblicità

La Croazia ha ottenuto il riconoscimento mondiale per il suo olio d'oliva di alta qualità. Più recentemente, i produttori croati raccolto il quarto premio più Al 2019 NYIOOC World Olive Oil Competition.