` Europa e Stati Uniti si accordano per congelare le tariffe per quattro mesi - Olive Oil Times

Europa e Stati Uniti si accordano per congelare le tariffe per quattro mesi

Marzo 5, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Gli Stati Uniti e l'Unione Europea hanno deciso di sospendere i dazi di ritorsione per un valore di 11.5 miliardi di dollari (9.65 miliardi di euro) reciprocamente imposto durante la disputa in corso di 17 anni sui sussidi ai produttori di aeromobili Boeing e Airbus.

Il progetto Tariffa del 25 percento imposta dagli Stati Uniti su alcuni oli d'oliva spagnoli e verdi spagnoli e francesi olive da tavola verrà ritirato dopo che venerdì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha parlato con il commissario europeo Ursula von der Leyen.

Si apre per noi un nuovo scenario, almeno nei prossimi quattro mesi, dove lavoreremo per aumentare l'export con l'idea di recuperare terreno perduto.- Cristóbal Cano, segretario generale, UPA Jaén

"Come simbolo di questo nuovo inizio, il presidente Biden e io abbiamo deciso di sospendere tutte le nostre tariffe imposte nel contesto delle controversie Airbus-Boeing, sia su prodotti aerei che non, per un periodo iniziale di quattro mesi ", von der Leyen disse.

"Entrambi ci siamo impegnati a concentrarci sulla risoluzione delle nostre controversie sugli aeromobili, sulla base del lavoro dei nostri rispettivi rappresentanti commerciali ", ha aggiunto. "Questa è un'ottima notizia per le imprese e le industrie su entrambe le sponde dell'Atlantico e un segnale molto positivo per la nostra cooperazione economica negli anni a venire ".

La notizia è stata accolta con entusiasmo in tutto il settore dell'olio d'oliva spagnolo, che ha recentemente riportato un Diminuzione dell'80% nelle vendite di olio d'oliva in bottiglia negli Stati Uniti

Un precedente rapporto dell'Associazione spagnola degli esportatori e produttori di olive da tavola (Asemesa) ha rilevato che le esportazioni di olive da tavola dalla Spagna verso gli Stati Uniti avevano diminuito del 30 percento nella prima metà del 2020, rispetto al 2019.

Cristóbal Cano, responsabile del settore delle olive da tavola e dell'olio d'oliva presso il Unione di piccoli agricoltori e allevatori (UPA) e il segretario generale dell'UPA Jaén, hanno salutato la decisione come una grande notizia per l'industria e hanno affermato che la decisione potrebbe persino aumentare prezzi dell'olio d'oliva.

"Questo accordo rappresenta ... un ulteriore passo verso l'evoluzione favorevole dei prezzi all'origine del petrolio, che stanno crescendo per tutta la stagione ", ha detto Cano in una nota. "L'eliminazione delle tariffe suppone, a nostro avviso, la rimozione dall'equazione di una giustificazione che alcuni usavano per mantenere un situazione interessante di prezzi bassi all'origine. "

Vedi anche: Notizie commerciali

Mentre la notizia fornisce ai produttori e agli esportatori spagnoli molte ragioni per festeggiare, Cano ha riconosciuto che sarebbe stato necessario molto duro lavoro per riconquistare parte della quota di mercato persa negli ultimi 16 mesi.

"Le tariffe di cui abbiamo subito [l'ex presidente Donald] Trump sono state totalmente ingiuste per il settore dell'olio d'oliva e delle olive da tavola ", ha affermato Cano. "Siamo stati immersi in una guerra commerciale con la quale non avevamo nulla a che fare e tuttavia abbiamo pagato per i piatti rotti ".

"Ora ci si apre un nuovo scenario, almeno nei prossimi quattro mesi, dove lavoreremo per aumentare le esportazioni con l'idea di recuperare il terreno perduto ”, ha aggiunto. "L'olio d'oliva in bottiglia e le olive da tavola occuperanno ancora una volta il loro posto legittimo nei negozi e nelle cucine nordamericane ".

Gli Stati Uniti rimangono il terzo mercato più grande per l'olio d'oliva al mondo. I dati del Consiglio oleicolo internazionale lo dimostrano consumo di olio d'oliva continua a crescere nel paese. Allo stesso tempo, prove aneddotiche suggeriscono che la categoria extravergine lo sia raccogliendo vapore.

Cano ha affermato che la cessazione delle tariffe arriva proprio nel momento giusto per i produttori spagnoli per concentrare i loro sforzi sulla conquista di una quota maggiore del mercato redditizio.

"Al nostro settore viene nuovamente data la possibilità di recuperare parte del percorso perduto basato sulle esportazioni di un olio extravergine di oliva di altissima qualità e valore ", ha affermato. "Perché dobbiamo ricordare che il consumatore, sempre di più, è disposto a pagare la differenziazione e l'eccellenza ".





Related News

Feedback / suggerimenti