`I sostenitori di Nutri-Score si organizzano per promuoverne l'adozione - Olive Oil Times

I sostenitori di Nutri-Score si organizzano per promuoverne l'adozione

Febbraio 17, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Sette paesi, comprese le due maggiori economie dell'Unione europea, si sono riuniti per promuovere l'adozione di punteggio Nutri.

Germania, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Spagna, Svizzera e Francia hanno annunciato che formeranno un comitato intraeuropeo per facilitare il dibattito sul sistema francese di etichettatura sul davanti della confezione (FOPL) e realizzare una transizione graduale a un alimento uniforme sistema di etichettatura nel blocco.

Il suo obiettivo è facilitare l'uso del Nutri-Score da parte dei produttori nel settore alimentare, aiutare le piccole imprese e mantenere i contatti con i consumatori, implementando procedure comuni ed efficienti.- Meccanismo di coordinamento transnazionale, 

Secondo l' Cronaca lussemburghese, il meccanismo di coordinamento transnazionale comprende sia un comitato direttivo che un ramo scientifico.

Il comitato direttivo comprende tutte le autorità locali competenti focalizzate sul Nutri-Score nei sette paesi e contribuirà a diffondere il nuovo logo all'interno del settore alimentare, dalla grande distribuzione alle piccole imprese.

Vedi anche: Aggiornamenti Nutri-Score

Nel frattempo, il ramo scientifico si concentrerà sui possibili sviluppi e implementazioni per Nutri-Score.

"Il suo obiettivo è facilitare l'uso del Nutri-Score da parte dei produttori nel settore alimentare, aiutare le piccole imprese e mantenere i contatti con i consumatori, implementando procedure comuni ed efficienti ", ha affermato il meccanismo di coordinamento transnazionale.

business-europe-sostenitori-di-nutriscore-organizzano-per-promuovere-la-adozione-dell'olio-d'oliva

L'annuncio è stato acclamato dall'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC), che è tra i più forti sostenitori di Nutri-Score.

"BEUC accoglie con favore l'iniziativa di aiutare un numero più ampio di consumatori a beneficiare del Nutri-Score ", ha detto l'organizzazione. "Ad oggi, Nutri-Score è stato riconosciuto come l'etichetta più efficace per aiutare i consumatori a fare scelte più sane al supermercato ".

Nonostante numerosi membri del settore accademico, privato e pubblico si uniscano dietro Nutri-Score, la FOPL deve ancora affrontare opposizione significativa da alcuni membri dell'industria agricola e dai loro alleati nel governo.

In Italia, l'industria e le istituzioni hanno combattuto l'attuazione del Nutri-Score dal suo inizio e le linee guida per l'attuazione a livello nazionale del suo sistema di etichettatura concorrente, Batteria Nutrinform, sono appena stati pubblicato.

Batteria Nutrinform

Anche l'opposizione a Nutri-Score lo è in crescita in Spagna, poiché la FOPL sarà ufficialmente introdotta entro poche settimane.

Molti dei produttori e delle aziende di olio d'oliva del paese hanno respinto il Ministero dei consumi recente decisione di esentare l'olio d'oliva dalle etichette Nutri-Score sulle confezioni.

Due importanti organizzazioni di produttori hanno insistito sul fatto che il FOPL francese deve essere aggiornato in modo che l'olio d'oliva non venga classificato con un "Giallo C ”sulla scala degli alimenti sani Nutri-Score.

L'Associazione spagnola dei comuni olivicoli (AEMO), che si occupa di olivicoltura, ha affermato che l'unico modo per risolvere l'attuale impasse è riformare la FOPL. L'organizzazione vorrebbe olio extravergine di oliva etichettato con a "Green A ", che è la migliore classificazione possibile nella scala Nutri-Score.

L'associazione ha affermato che l'omissione dell'olio d'oliva dallo schema di etichettatura creerebbe troppa confusione. AEMO ha aggiunto che senza riformare Nutri-Score per riflettere l'olio extravergine di oliva benefici alla salute, Le esportazioni spagnole all'interno dell'Unione europea ne sarebbero gravemente colpite.

"In due casi su tre, [le esportazioni intra-UE] sono alimentate dai buoni risultati dell'olio d'oliva ", ha affermato AEMO.

Un sentimento simile è stato ripreso dall'associazione di produttori spagnoli QVExtra! Internazionale. In una nota, l'organizzazione ha chiesto una revisione della piattaforma di etichettatura Nutri-Score in modo che l'olio extravergine di oliva possa essere etichettato con il punteggio più alto, mentre l'olio non vergine di oliva dovrebbe essere etichettato con il "Verdastro B. "

Tuttavia, i fautori di spicco di Nutri-Score, tra cui Pilar Galan, insistono sul fatto che Nutri-Score consente ai consumatori di confrontare alimenti appartenenti a categorie simili e l'olio d'oliva ha il miglior punteggio possibile nella categoria di grassi e oli.

"Nutri-Score non penalizza in alcun modo l'olio d'oliva ", Galan detto Olive Oil Times. "L'olio d'oliva è classificato C, che è il miglior punteggio per grassi aggiunti, condimento o cucina e persino oli vegetali. Questa classifica è pienamente coerente con le raccomandazioni di salute pubblica. In Spagna, come altrove, [quelle raccomandazioni] non suggeriscono il consumo di olio d'oliva senza limiti ".

Mentre alcuni nel settore stanno spingendo per migliorare la classificazione Nutri-Score dell'olio d'oliva, l'Associazione spagnola delle denominazioni di origine, Origen España, ha affermato che preferirebbe adottare la piattaforma di etichettatura della batteria Nutrinform.

Una portavoce ha detto ai giornalisti che l'organizzazione crede che il sistema italiano lo sarà "più in linea con la realtà. "

L'organizzazione, che rappresenta più di 200,000 produttori spagnoli con a Indicazione geografica protetta or Denominazione d'origine protetta, condivide la posizione italiana sull'adozione universale del Nutri-Score per prodotti speciali di alta qualità.





Related News

Feedback / suggerimenti