I produttori sudamericani festeggiano NYIOOC Vittorie dopo un anno difficile

La pandemia e le difficili condizioni climatiche hanno ostacolato i raccolti di Argentina, Cile e Uruguay, eppure questi produttori sono riusciti a vincere i premi di qualità più ambiti del settore.
Foto: Claudio Lovazzano
Giu. 30, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori di tutto il Cono Sud hanno festeggiato un anno di successi al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition, superando l'incertezza del Pandemia di covid-19 e la siccità in corso per produrre alcuni dei i migliori oli di oliva del mondo.

Composto da Argentina, Cile e Uruguay, i produttori dei tre paesi si sono uniti per guadagnare 13 premi da 20 voci.

I risultati ottenuti al 2021 NYIOOC confermare il lavoro svolto, riconoscendo lo sforzo dei produttori che cercano di produrre oli di alta qualità.- José Manuel Reyes, direttore commerciale, Agricola Pobeña

Tuttavia, i più grandi vincitori della penisola meridionale del Sud America all'edizione di quest'anno del più prestigioso del mondo qualità dell'olio d'oliva la concorrenza era il Cile.

I produttori del lungo e stretto paese situato tra l'Oceano Pacifico e le Ande hanno portato a casa cinque Gold Awards e quattro Silver Awards da 11 partecipanti, il secondo più grande bottino di medaglie del paese al concorso e il più alto tasso di successo con un ampio margine.

I produttori del Cile, così come dell'Argentina e dell'Uruguay, sono stati tra i primi a raccogliere durante la pandemia di Covid-19, prima che la comunità scientifica avesse davvero un'idea delle patologie della malattia o di come si diffondesse.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dal Cile

Nonostante questa incertezza, i produttori cileni hanno gestito con cura il raccolto e non sono stati in gran parte colpiti dalle epidemie tra i loro lavoratori. Hanno anche superato condizioni sempre più secche per creare ancora una volta oli extra vergini di oliva pluripremiati.

Tra i maggiori vincitori del Cile c'era Agricola Pobeña, il produttore dell'olio d'oliva Alonso, che guadagnato tre premi d'oro a quest'anno NYIOOC.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Foto: Agricola Pobeña

"Per tutto il team Alonso, vincere questi premi è stata una gioia e un orgoglio, soprattutto dopo l'anno difficile che abbiamo vissuto tutti a causa della pandemia", ha detto José Manuel Reyes, direttore commerciale dell'azienda. Olive Oil Times. "È un premio che conferma il nostro lavoro, quello che abbiamo fatto negli anni e ci motiva a rimanere concentrati sulla produzione di alta qualità”.

Guardando al quadro più ampio, Reyes ha affermato di ritenere che questi premi siano positivi per il Cile nel suo insieme, mettendo i loro migliori oli alla pari con quelli dei tradizionali paesi produttori di olio d'oliva.

"Il Cile è un grande produttore di olio d'oliva di qualità e credo che nel corso degli anni siamo riusciti a posizionare il nome del Cile in cima al mondo dell'olio d'oliva ", ha affermato. "I risultati ottenuti al 2021 NYIOOC confermare il lavoro svolto, riconoscendo lo sforzo dei produttori che cercano di produrre oli di alta qualità”.

Nell'annata agricola 2019/20, il Cile prodotto circa 20,000 tonnellate di olio d'oliva, mostrano i dati del Consiglio oleicolo internazionale, di cui 15,500 tonnellate sono state esportate. Di conseguenza, i produttori di tutto il paese hanno affermato che NYIOOC i premi servono come passaporto per i loro oli sugli scaffali dei supermercati di Brasile, Europa e Nord America.

Questo è certamente il caso di Olivos Ruta del Sol, che hanno ottenuto rispettivamente un Gold e Silver Award per una miscela media e delicata.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Fernando Carrasco Spano

"Questi premi aiutano molto a rafforzare il nostro rapporto con i nostri partner commerciali a New York City e nel resto degli Stati Uniti", ha detto Fernando Carrasco Spano, CEO dell'azienda. Olive Oil Times. "È un sigillo di qualità e la conseguenza del lavoro e della visione che ci muove”.

Ha aggiunto di essere particolarmente felice di vedere il marchio Fine Selection, la miscela delicata, guadagnare i suoi primi riconoscimenti dal NYIOOC.

Spano ha affermato che il segreto del successo dell'azienda è stato il controllo completo del processo produttivo. Tuttavia, il 2020 ha complicato la solita routine di raccolta dell'azienda, con i divieti di viaggio legati al Covid-19 che hanno impedito ai loro soliti esperti di entrare e aiutare durante il processo di macinazione.

"I nostri principali collaboratori internazionali non potevano essere qui durante il raccolto", ha detto. "Abbiamo lavorato con un team giovane, molto impegnato nel marchio e nella visione del prodotto”.

Più a nord degli Olivos Ruta del Sol, lo stress idrico è stata la principale sfida per i produttori alle spalle Viña Morande, quale guadagnato un Silver Award per il suo Izaro Premium Blend.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Foto: Viña Morande

"Senza dubbio, le maggiori minacce che abbiamo dovuto affrontare a causa della nostra posizione sono la scarsità d'acqua durante i mesi estivi e le gelate durante i mesi autunnali e invernali", ha detto Carolina Terc, responsabile marketing dell'azienda. Olive Oil Times. "Siamo molto orgogliosi di vedere il risultato di un lavoro costante anno dopo anno, in cui diamo del nostro meglio per ottenere olio d'oliva di qualità".

Nonostante le sfide create dal clima della Valle di Casablanca, che si trova appena ad est della capitale cilena, Santiago, Terc ha aggiunto che lo stesso clima è ciò che aiuta gli oli d'oliva dell'azienda a distinguersi.

"Il nostro olio, che proviene da una valle influenzata dall'Oceano Pacifico, come la Valle di Casablanca, è caratterizzato dalla sua origine fruttata verde dalla maturazione incompleta del frutto al momento della raccolta", ha affermato.

Insieme a Spano, Terc crede che continuare a vincere premi al NYIOOC aiuterà a ritagliarsi una nicchia per il suo marchio nel mercato internazionale.

"Senza dubbio, il premio ottenuto nel NYIOOC concorrenza… contribuirà al posizionamento del nostro olio tra i migliori al mondo”, ha affermato. "Ci auguriamo che questo rappresenti uno strumento che ci permetta di consolidarci nel mercato nordamericano e raggiungere così un maggior numero di famiglie negli Stati Uniti”.

Mentre tutti i produttori cileni erano d'accordo sul fatto che vincere al Concorso Mondiale aiutasse a rendere i loro marchi più competitivi, i produttori dietro Olivos del Sur, Olisur in breve, ha detto il loro premio d'argento hanno anche convalidato il loro approccio ecologico a produzione di olio d'oliva.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Foto: Claudio Lovazzano

"Vincere un premio è sempre una bella emozione, ancora di più, quando questo è il risultato di tanti sforzi di persone”, ha dichiarato Claudio Lovazzano, responsabile marketing dell'azienda. Olive Oil Times. "Nel nostro caso, un Silver Award parla di coerenza nella nostra alta qualità e di grandi aromi e sapori".

"Ciò che ci distingue come Olivos del Sur è il nostro impegno per l'ambiente. Produrre il miglior olio extra vergine di oliva al mondo è solo una parte della nostra missione", ha aggiunto. "Farlo in modo ecologicamente responsabile è altrettanto importante, motivo per cui possiamo affermare con orgoglio di essere un'azienda certificata a emissioni zero".

Tuttavia, lo sforzo per diventare più rispettosi dell'ambiente è anche spinto dalla necessità per i produttori del Cile centrale. Il la siccità in corso continua a presentare sfide nel fornire agli alberi adeguate quantità di acqua.

"Il 2020 è stato difficile non solo per le sfide legate al Covid-19, perché dovevamo cambiare il nostro modo di lavorare per evitare qualsiasi tipo di contagio e prenderci cura della nostra gente, ma anche per la siccità che ha colpito il nostro Paese negli ultimi anni. ", ha detto Lovazzano.

"Nel tentativo di restituire al pianeta, miriamo a compensare le nostre emissioni di carbonio riducendo, riutilizzando e riciclando", ha aggiunto. "In questo modo, non solo possiamo diventare il miglior marchio di olio extra vergine di oliva al mondo, ma possiamo sentirci bene nel farlo. E il premio serve come riconoscimento di tutto ciò”.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Argentina

Mentre il Cile è stato il più grande vincitore tra le tre nazioni del Cono Meridionale, non è stato l'unico. Dall'altra parte delle Ande, due produttori argentini si sono uniti per vincere un Gold e Silver Award al World Competition.

Olio d'oliva la produzione ha raggiunto le 30,000 tonnellate in Argentina nel 2020 poiché una combinazione di produttori che entrano in un anno libero e altri che hanno difficoltà a trovare lavoratori durante il rigoroso blocco del paese ha contribuito a un rendimento inferiore al previsto.

Tuttavia, ricevendo il riconoscimento internazionale dal NYIOOC è uno dei modi migliori per concludere un anno impegnativo e per i produttori dietro la sede di San Juan Establecimiento Olivum, guadagnare un Silver Award non ha fatto eccezione.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Foto: Establecimiento Olivum

"È il terzo anno consecutivo che premiano la nostra miscela media”, ha dichiarato Maria Gabriela Panelli, responsabile commerciale dell'aziendo olive oil Times. "I nostri oli sono il frutto di tanto impegno e dedizione. Che siano riconosciuti da giurie prestigiose come quelle di NYIOOC ci dà immenso orgoglio e soddisfazione”.

Come il Cile, anche l'Argentina è stato uno dei primi paesi a iniziare la raccolta durante la pandemia e il team di Olivum ha dovuto superare l'incertezza per proteggere tutti durante il raccolto.

"Senza dubbio, la pandemia è stata una sfida che tutti abbiamo dovuto affrontare, definendo protocolli per poter andare avanti con la raccolta e la produzione degli oli", ha affermato Panelli.

Tuttavia, l'azienda ha superato gli ostacoli legati alla pandemia e ha dimostrato ancora una volta di poter competere con i migliori al mondo.

"La nostra qualità risiede nel lavoro costante; investimento sostenuto; una vendemmia anticipata; la selezione della frutta prima della macinatura e l'impegno delle nostre persone nel lavoro quotidiano e nella cura degli oli”, ha affermato Panelli. "Avere un NYIOOC premio conferma ancora una volta il mantenimento della nostra qualità anno dopo anno.”

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Uruguay

Proseguendo verso est, dall'altra parte del Rio de la Plata, due produttori uruguaiani si sono uniti per vincere i primi due NYIOOC premi dal 2019. Inoltre, il Gold e Silver Award sono i più guadagnati dai produttori uruguaiani al concorso dal 2017.

Dopo un raccolto da record nel 2019, l'Uruguay ha registrato un raccolto molto più ridotto nel 2020, con un gelo primaverile durante il periodo di fioritura che ha danneggiato in modo significativo molti degli alberi del paese. Dopo aver prodotto 2,800 tonnellate nel 2019, il 2020 il raccolto è sceso a sole 700 tonnellate.

concorsi-sud-america-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-sud-americani-celebrano-nyiooc-vittorie-dopo-i-tempi-dell'olio-di-un-anno-duro

Foto: Agroland SA

Eppure questo non ha smorzato gli animi dei produttori vincitori, che hanno raccontato Olive Oil Times che vincere al NYIOOC è stato estremamente soddisfacente dopo il duro raccolto.

"Quest'anno abbiamo partecipato, perché ero soddisfatto del prodotto ", Victor Rodríguez, responsabile della produzione di olio d'oliva presso Agroland SA, Ha detto Olive Oil Times. "La gioia [di vincere] è stata molto grande. Dal 2016 non abbiamo partecipato e per farlo di nuovo e vincere un Gold Award, è un momento di orgoglio.”

Rodríguez ha aggiunto che la raccolta è già stata completata in Uruguay e, sebbene la resa del 2021 non raggiungerà i livelli del 2019, è ottimista per il futuro.

Oltre a una resa migliore, spera che questo NYIOOC premio aiuterà l'azienda a commercializzare il proprio marchio.

"Spero che l'impatto della vittoria al NYIOOC è molto buona. Capisco che si tratta di uno strumento commerciale, di cui dobbiamo sapere come sfruttare", ha detto. Non sempre questi riconoscimenti si ottengono, soprattutto in un concorso internazionale così prestigioso”.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti