I produttori italiani ottengono un successo record alla competizione mondiale

Nonostante le sfide storiche del 2020, i produttori di tutta Italia si sono presentati in numero record e hanno raccolto un numero record dei premi più prestigiosi del settore.
Foto: Entimio
Giu. 1, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori italiani hanno ottenuto un numero record di premi al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition da un numero record di voci.

NYIOOC un'immissione errata dei dati dimostrano che 115 produttori provenienti da 18 delle 20 regioni italiane sono stati premiati all'edizione di quest'anno tra le più prestigiose al mondo qualità dell'olio d'oliva concorrenza.

Nel corso degli anni, queste qualità inimitabili hanno continuato a crescere e l'indice dei migliori oli d'oliva al mondo lo certifica, con un numero sorprendente di premi per gli oli extravergine di oliva italiani.- Francesco Battistoni, Sottosegretario all'Agricoltura, Alimentazione e Foreste

Gli oli extravergine di oliva di alta qualità sono stati prodotti durante una delle stagioni più impegnative degli ultimi anni, come maltempo accoppiato con il Pandemia di covid-19, ha ostacolato i raccolti su e giù per il paese.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Italia

"La produzione italiana di olio d'oliva nel 2020 ha raggiunto un valore totale di 3.3 miliardi di euro, cifre che non tengono conto dell'autoproduzione e dell'autoconsumo, che sono fattori abbastanza rilevanti nel nostro paese ", Francesco Battistoni, sottosegretario all'Agricoltura, cibo e silvicoltura, ha detto Olive Oil Times.

"We ha prodotto 273,000 tonnellate di olio d'oliva e consumato 480,000 tonnellate. In termini di valore, l'Italia è il secondo esportatore mondiale e il primo importatore ", ha osservato Battistoni.

Soprattutto le regioni meridionali del paese hanno sofferto di più per le intemperie Puglia, che è responsabile di circa il 40-60 per cento del totale italiano produzione di olio d'oliva. I produttori locali hanno visto i loro raccolti ridotti del 50%.

Anche la Puglia ha affrontato il danni crescenti della Xylella fastidiosa epidemia, ma per lo più ha sofferto di ripetuti eventi estremi proprio come altre regioni della zona, come Calabria e Sicilia. Gli esperti avvertono che è probabile che questi tipi di stagioni diventino sempre più normali e possano essere peggiorati da ondate di caldo brevi ed estreme durante l'estate.

Dopo una stagione così impegnativa, 211 oli extravergine di oliva italiani sono stati premiati al NYIOOC, con un record di 160 Gold Awards e 51 Silver Awards guadagnati da grandi e piccoli produttori dediti all'alta qualità.

"Ciò che ci contraddistingue è la costante ricerca della qualità e la straordinaria varietà dei nostri prodotti ”, ha affermato Battistoni. "L'Italia rappresenta un patrimonio unico e le nostre aziende riescono a far nascere prodotti unici e senza eguali. Negli anni queste qualità inimitabili hanno continuato a crescere e il Indice dei migliori oli d'oliva del mondo lo certifica, con un numero sorprendente di premi per gli oli extravergini di oliva italiani. "

competizioni-europa-produzione-i-migliori-oli-d'oliva-produttori-italiani-ottengono-record-di-successo-alla-competizione-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Francesco Battistoni

"Come governo in Italia, stiamo lavorando a progetti di sviluppo della filiera olivicola perché c'è ancora spazio per miglioramenti, principalmente dal lato dell'innovazione tecnologica ", ha aggiunto. "Dobbiamo lavorare sul patrimonio culturale legato all'agricoltura e Dieta mediterranea e fiducioso per il futuro anche se l'epidemia di Covid-19 colpisse duramente il settore [dell'olio d'oliva] ".

Il numero totale più alto di premi, 20, è andato ai produttori in Toscana, Puglia e Sicilia. I produttori toscani hanno raccolto il maggior numero di Gold Awards, con 18.

La Toscana è stata seguita dai produttori di Lazio, che è riuscito a raccogliere 16 Gold Awards, un aumento significativo rispetto al nove guadagnati nella precedente edizione. I produttori pugliesi hanno ottenuto il terzo maggior numero di Gold Awards, con 15.

Anche le regioni settentrionali italiane hanno confermato la crescente qualità dei propri prodotti, con Veneto vincendo nove Gold Awards dopo non aver ottenuto una sola distinzione nel 2020. Produttori da Friuli-Venezia Giulia, lombardia e Liguria sono stati assegnati anche nel 2021 dopo aver fallito nel 2020.

"Stiamo assistendo a diversi nuovi attori nel settore che investono in alta qualità e quindi partecipano a una competizione così importante come il NYIOOC", Ha detto Daniele Santini, titolare dell'azienda toscana Entimio marca, quale ha vinto quattro Gold Awards.

"Per la Toscana, il 2020 è stata una stagione molto buona, a differenza del 2019 ", ha detto Olive Oil Times. "Non sorprende che in altre regioni le cose siano andate diversamente in termini di quantità, quando guardiamo alle stagioni italiane del raccolto, i risultati storicamente differiscono molto da regione a regione ”.

Per l'imprenditore toscano, molti produttori italiani di olio extravergine di oliva di alta qualità hanno ancora più margini di miglioramento soprattutto in espandere la produzione biologica o imballaggi in evoluzione.

"Se guardiamo ad alcuni produttori dalla Spagna o dalla Francia, possiamo vedere molta attenzione data al packaging ", ha detto Santini. "È qualcosa in cui molti produttori italiani di pregiati oli extra vergini di oliva potrebbero esaminare ".

Entimio ha partecipato al NYIOOC dalla sua prima edizione.

"I NYIOOC è un ottimo strumento per i produttori come noi ", ha detto Santini. "È la migliore conferma della qualità del nostro lavoro ed è un valore sicuro per il nostro marchio. "


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti