La moderna olivicoltura inizia a superare i metodi tradizionali

Mentre la maggior parte della produzione di olio d'oliva proviene ancora da coltivatori tradizionali nel Mediterraneo, le aziende agricole più recenti si stanno concentrando su frutteti più efficienti e stanno registrando una crescita costante della produzione.
Enzo Olive Oil Company
Dicembre 18, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Olivicoltura tradizionale rappresenta il 70% della superficie totale degli ulivi mondiali e la produzione di questi oliveti rappresenta il 60% del totale globale.

Nel frattempo, i moderni ad alta densità e super-alta densità gli oliveti costituiscono solo il 30% della superficie mondiale degli ulivi, ma i loro raccolti rappresentano il 40% della produzione globale di olio d'oliva.

Vedi anche: La competitività italiana dell'olio d'oliva è ostacolata dai boschi di invecchiamento

Questi sono alcuni dei fatti emersi dalla ricerca recentemente presentata dalla Agri-Food Business School (ESNEA), Intercoop Consultoría e Juan Vilar Consulenza strategica in una conferenza in Spagna.

L'ottantasette percento della superficie globale degli oliveti si trova in nove paesi del Mediterraneo, dove la tradizionale coltivazione dell'olivo domina ancora la scena.

produzione-mondo-moderno-olivicolo-che-inizia-a-superare-metodi-tradizionali-olio-d'oliva

Enzo Olive Oil Company, California

Tuttavia, in alcuni paesi, come il Portogallo, i boschetti moderni ora rappresentano Il 64% del totale degli oliveti, mentre in Marocco molti oliveti tradizionali vengono trasformati in frutteti moderni (45.7%) e intensivi (9.3%).

Mentre la superficie globale dedicata all'olivicoltura rimane a 11.5 milioni di ettari, la maggior parte dei paesi emergenti dove cultura dell'olio d'oliva e l'olivicoltura si stanno facendo strada sempre più concentrandosi sui frutteti moderni.

Ogni anno, l'1.5 per cento dell'attuale globale si trasforma la superficie dell'olivo in frutteti moderni o intensivi, dove la produttività supera di gran lunga la capacità dei boschetti tradizionali.

Oggi, la superficie globale dei frutteti tradizionali rimane a 8.1 milioni di ettari, di cui 3.7 milioni - quasi un terzo - non possono essere meccanizzati. Il mondo ha poco più di 4.4 milioni di aziende olivicole, con una dimensione media di 2.6 ettari.

Vedi anche: Olive Groves Flourish organiche in Spagna

Dati questi numeri, lo studio spagnolo ha notato che il percorso per l'olivicoltura tradizionale è investire qualità e differenziazione, come l'agricoltura biologica, da cui l'olio extravergine di oliva può comandare prezzi più alti.

Tuttavia, i boschetti moderni e intensivi possono perseguire obiettivi simili, hanno aggiunto gli esperti, e la loro redditività può crescere ancora di più gestendo in modo efficiente i costi di produzione.

Secondo le proiezioni, il numero di uliveti biologici continuerà a crescere costantemente a causa della crescente domanda di prodotti sostenibili e rispettosi dell'ambiente

Lo studio ha anche rilevato che il dodici percento della superficie globale - circa 1.4 milioni di ettari - è coperto da diversi e specifici tipi di olivicoltura: coltivazione ecologica, uliveti sottotetto ed emotivi, coltivazione biodinamica e bio-rigenerativa, oliveti per la biodiversità e oliveti storici.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti