Il settore dell'olio d'oliva piange la perdita del "pioniere ispiratore" Paolo Pasquali

Il mondo dell'olio d'oliva ha perso una figura di spicco dopo che l'albergatore, educatore e uomo del Rinascimento a tutto tondo è morto per complicazioni dovute al Covid-19.
Foto: Ok Mugello
Può. 5, 2021
Ylenia Granitto

Notizie recenti

Paolo Pasquali è stato un imprenditore illuminato con una profonda sensibilità, un innovatore e un vero visionario, tra molte altre cose.

Fondatore della prima località olearia, ha contribuito in modo significativo alla diffusione del cultura di olio extravergine di oliva di alta qualità a livello internazionale. La scorsa settimana è morto all'età di 70 anni per complicazioni dovute a Covid-19.

Paolo scivolava tra i tavoli. Era bello, abbronzato e indossava uno smoking bianco. Avrebbe potuto essere James Bond.- Dan Flynn, ex direttore esecutivo, UC Davis Olive Center

"Paolo è stato un pioniere ispiratore in turismo dell'olio d'oliva, un designer innovativo e un produttore raffinato e profondamente informato di olio extravergine di oliva ", ha affermato Simon Poole, co-organizzatore del Conferenze sui valori alimentari. "Era anche un gentiluomo di straordinaria cordialità, ospitalità, generosità, passione e visione ".

Dopo gli studi in filosofia e musica, Pasquali ha intrapreso una carriera manageriale di successo nel settore dell'editoria.

Vedi anche: Produttore e viticoltore innovativo di olio d'oliva, Carlos Falcó, muore da Covid-19

La sua passione per tutto ciò che riguarda l'olio d'oliva è iniziata ufficialmente alla fine degli anni '1980, quando divenne proprietario di una bellissima tenuta immersa nelle dolci colline del Mugello, a nord di Firenze, Villa Campestri. Ha piantato un uliveto, è diventato assaggiatore e ha iniziato a studiare intensamente l'olivicoltura e la produzione di olio.

"Quegli anni sono stati caratterizzati da un grande desiderio di saperne di più sulle straordinarie proprietà dell'oro liquido e da intere giornate trascorse tra gli ulivi e il frantoio, parlando e discutendo con esperti olivicoltori ", ha detto una volta Olive Oil Times.

Si è dedicato a ricerca e l'istruzione. Allo stesso tempo, Villa Campestri diventa un segno distintivo del turismo dell'olio d'oliva. Al centro c'è l'oleoteca, punto di incontro per esperti e appassionati di olio d'oliva e fucina di idee innovative. Qui, Pasquali ha ideato OliveToLive, un sistema brevettato per la conservazione ottimale dell'olio, che permette di servirlo appena estratto.

"La mia offerta per coloro desiderosi di conoscere tutte queste preziose informazioni sull'olio extravergine di oliva è di contribuire a diffonderlo offrendo allo stesso tempo un luogo per esporre questa cultura ", ha affermato.

Pasquali ha inoltre partecipato a numerosi convegni ed eventi a livello internazionale, che hanno portato al suo coinvolgimento con il UC Davis Olive Center Culinary Institute of America, dove ha collaborato con i maggiori esperti del settore. Successivamente ha partecipato all'organizzazione del ciclo di Oltre l'Extra Vergine conferenze.

Difficile descrivere in poche righe uno come Paolo: eclettico, carismatico e innovativo. Era una persona speciale e un uomo d'affari visionario.- Francesco Sofi, co-organizzatore, Food Values ​​Conferences

"La mia prima impressione di Paolo si è formata alla cena di gala per la prima conferenza Beyond Extra Virgin alla UC Davis nel 2007 ", Dan Flynn, il ex direttore esecutivo dell'UC Davis Olive Center, ha ricordato. "Paolo scivolava tra i tavoli. Era bello, abbronzato e indossava uno smoking bianco. Avrebbe potuto essere James Bond. 'Questo è l'uomo più disinvolto che abbia mai visto ", ho esclamato alla persona accanto a me".

"Ho imparato che sotto l'aspetto soave c'era un pianista jazz, un imprenditore dei media, un professore di filosofia, un albergatore a quattro stelle, un conservatore storico, un esperto del Rinascimento, un olivicoltore e un frantoio ", ha aggiunto Flynn. "Gentilezza, generosità e grazia provenivano dal suo cuore. Credeva che la bellezza dell'olio d'oliva avesse bisogno di nuove modalità di espressione ".

"Nessuno tranne Paolo avrebbe pensato di commissionare un brano musicale dedicato alle qualità distintive dell'olio d'oliva di fruttato, amaro e pungente ", ha continuato. "Ricorderò la sua passione, l'idealismo e il desiderio di portare tutti noi con lui su un piano superiore. "

Anche Greg Drescher, vicepresidente del Culinary Institute of America, ha elogiato il suo amico, raccontando Olive Oil Times che gli mancherebbe profondamente per aver arricchito il patrimonio culturale dell'olio d'oliva nel mondo.

"Paolo era un grande amico e un uccello raro. Uno ha avuto una finestra sulla sua passione per la vita, l'arte e le persone quando ti ha accolto nella sua meravigliosa ossessione per il mondo dell'olio d'oliva ", ha detto. "Sì, per Paolo, l'oleoteca della sua amata Villa Campestri sulle colline del Mugello era un luogo fisico - e anche un luogo magico - ma, soprattutto, era un invito a una deliziosa scoperta al crocevia di tanti impulsi creativi . "

"Amava passare il tempo con i nostri chef, collegando la loro profonda conoscenza dell'architettura del sapore con la sua ricerca dell'eccellenza tecnica nella creazione di ottimi oli ", ha aggiunto Drescher. "E poi ha posto una domanda che ha guidato anni del suo lavoro: come potremmo preservare meglio la ricchezza dell'esperienza estetica latente in quegli oli quando sono lontani dalla loro fonte? La visione di Paolo ha notevolmente arricchito il patrimonio culturale mondiale dell'olio d'oliva. Per tutti quelli che lo hanno conosciuto, ci mancherà profondamente ".

Paolo era un uomo del Rinascimento. Attraverso quello che ha fatto per l'olio d'oliva e la Toscana, ha esemplificato i tratti che hanno reso Firenze il centro del mondo durante il Rinascimento.- Jean-Xavier Guinard, ricercatore, UC Davis Olive Center

Pasquali ha quindi lanciato il 'Conferenze sui valori alimentari. Ha convocato in Italia studiosi internazionali a nome di a Rinascimento della dieta mediterranea e il ruolo chiave dell'olio extravergine di oliva.

"Paolo era un uomo del Rinascimento ", ha detto Jean-Xavier Guinard, dell'UC Davis Olive Center. "Attraverso quello che ha fatto per l'olio d'oliva e Toscana, ha esemplificato i tratti che hanno reso Firenze il centro del mondo durante il Rinascimento. Non posso fare a meno di tracciare un parallelo tra il suo talento per il design, l'innovazione, il rischio e la bellezza e la passione creativa dei tecnici e degli imprenditori che ci circondano oggi. "

"Non è stato un caso che un musicista eccellente come lui potesse produrre un olio d'oliva così delizioso. Le modalità sensoriali interagiscono e si allineano e Paolo poteva suonare tutte le note sensoriali - musicali, aromatiche o gustative, con la stessa facilità e piacere, sia che fosse seduto al pianoforte o progettasse oli d'oliva ", ha aggiunto. "Dal punto di vista personale, Paolo era incentrato sulla famiglia e gli amici, rendendo tutti felici e spingendoci tutti a dare sempre il meglio di noi stessi ".

Insieme alla Fondazione Carlo Collodi, Pasquali ha avviato un progetto di educazione alimentare per bambini, finalizzato alla promozione dell'olio extravergine consumo di olio d'oliva e Dieta mediterranea sin dall'infanzia.

"Difficile descrivere in poche righe uno come Paolo: eclettico, carismatico e innovativo. Era una persona speciale e un imprenditore visionario ”, ha affermato Francesco Sofi, co-organizzatore delle Conferenze sui Valori Alimentari dell'Università di Firenze. "Anche con una differenza di età, ci siamo subito trovati in sintonia perché era una di quelle poche persone nella vita che incontri e che ti toccano per la loro semplicità, profondità e passione che mettono in quello che fanno ".

"Siamo riusciti dal nulla a creare una conferenza internazionale sul ruolo del cibo e dell'olio d'oliva ", ha aggiunto. "Questo è stato sempre fatto con l'amore per le cose belle che hanno governato la sua vita. Mi mancherà tantissimo e penso che mancherà a tutta la comunità ".

Aveva ancora molti progetti in cantiere condivisi con le sue amate figlie Gemma e Viola e con i suoi stimati collaboratori. Ora continueranno la sua eredità.





Related News

Feedback / suggerimenti