Oli argentini: dal raccolto "Piano B" ai vincitori del premio

Nell'Argentina intrisa di vino, l'EVOO sta iniziando a lasciare il segno.

Può. 8, 2017
Di Kelsey Shanesy

Notizie recenti

C'è un detto che viene propagandato nelle regioni amanti del vino dell'Argentina. "Se non bevi vino, perché sei venuto? " Sempre più spesso, l'industria dell'olio d'oliva locale ha risposto con una nuova risposta: "Per l'EVOO! "

Negli ultimi anni c'è stato uno sforzo concertato per sostenere la produzione e il consumo di olio extravergine di oliva nella regione, che va da una campagna di marketing sponsorizzata dal governo con la sua frase banner "Mendoza Oliva Bien ”a The Olive Road, un'attrazione turistica appena coniata dove i visitatori possono sperimentare visite guidate e degustazioni.
Vedi anche: I migliori oli d'oliva argentini per il 2017
Questi sforzi sono stati ripagati sia a livello locale che internazionale. Per i visitatori, le degustazioni di EVOO e il turismo rappresentano una piacevole pausa dal consumo altrimenti infinito di Malbec. E il paese produce alcuni dei migliori oli d'oliva del mondo: il marchio Olivares La Reconquista ha vinto un premio Best in Class al New York International Olive Oil Competition e Trilogia ha vinto un Silver Award.

A Mendoza, la cui popolazione è in gran parte composta da discendenti italiani e spagnoli, le olive e l'olio d'oliva hanno avuto a lungo un posto. A fianco dei vigneti sono stati piantati ulivi secondo la tradizione mediterranea. Questo doppio impianto ha anche permesso agli agricoltori locali di coprire le loro scommesse. Se è stata una brutta annata per l'uva, c'era sempre il piano B: l'olivicoltura. 

Ma con EVOO che si sta affermando nella regione, alcuni ex vigneti hanno spostato completamente la loro attenzione sulle olive, come nel caso della società Maguay. "Abbiamo lavorato con entrambe le colture fino al 1980 ", ha spiegato Florencia Giol, uno dei tre fratelli che gestiscono l'azienda con sede a Mendoza. Da allora, Maguay ha iniziato a produrre il proprio EVOO e offrire i loro prodotti finali a consumatori e turisti. 

María Lourdes Toujas, scienziata alimentare e consulente per le compagnie di olio d'oliva in Argentina, Cile e Uruguay, ha anche notato che anche i vigneti incentrati sui vini di fascia alta si stanno avventurando nella produzione di olio d'oliva premium per completare le loro offerte regionali. 

"È molto importante supportare il produttore primario ", ha affermato Lourdes Toujas. "Senza di loro non è possibile ottenere oli di questa qualità e quantità. Supportare questa fase della filiera è fondamentale per essere competitivi sui mercati internazionali. " 

Oggi, Mendoza ospita circa 16,500 ettari piantati e 25 mulini. Le varietà utilizzate a Mendoza per la produzione di olio extravergine di oliva sono principalmente Acauco, un'oliva argentina e Arbequina. Vengono utilizzati anche Frantoio, Coratina, Farga e Picual, anche se in misura minore. Gli oli extra vergini di oliva rappresentano attualmente il 90% della produzione totale e godono di un profilo aromatico unico grazie al clima di crescita ottimale. 

Mentre continua a sforzarsi per la produzione di EVOO premium e attira l'attenzione dei turisti, l'industria dell'olio d'oliva e Mendoza Oliva Bien lavorano per ricordare alle persone i benefici per la salute di EVOO, un prodotto già radicato nella vita delle sue persone. E per Mendocinos così come per i turisti, l'acquisto di marchi locali sta diventando più facile di giorno in giorno.


Related News

Feedback / suggerimenti