Australia / Nuova Zelanda

Supermercato australiano accusato di utilizzare foglie di oliva come riempitivo in prodotti origano

Diversi grandi supermercati australiani, tra cui la famosa catena Aldi, sono stati presi di mira dopo aver scoperto che stavano imbottendo i loro prodotti di origano con foglie di ulivo.

Dicembre 13, 2016
Di Mary Hernandez

Notizie recenti

La catena di supermercati con sconti internazionali Aldi - così come IGA, Coles, Woolworths e molti altri negozi indipendenti in tutta l'Australia - è stata recentemente messa sotto accusa dall'Australian Competition and Consumer Commission (ACCC) dopo che i test standard hanno rivelato che due dei loro popolari prodotti a base di origano immagazzinati ( I marchi Stonemill e Menora) contenevano una grande percentuale di foglie di ulivo invece dell'erba reale sull'etichetta.

Ciò viene dopo la scoperta del gruppo di consumatori australiano CHOICE che solo cinque delle dodici marche popolari di prodotti di origano essiccato venduti in Australia contenevano origano puro. L'indagine ACCC è stata avviata dopo una denuncia formale da parte di CHOICE all'inizio di quest'anno.

Nell'aprile di quest'anno sono stati condotti test casuali sui prodotti a base di origano essiccato a seguito dei risultati del gruppo di tutela dei consumatori nel Regno Unito. producendo risultati simili, spingendo CHOICE a richiedere test approfonditi su prodotti locali simili.

Mentre sono stati prelevati solo singoli campioni di ciascun prodotto, i risultati erano ancora indicativi di una potenziale violazione del diritto del consumatore australiano come tentativo deliberato di ingannare i consumatori poiché l'imballaggio di questi prodotti aveva un '100% di origano. Aldi ha affermato che i problemi della catena di fornitura sono responsabili e che sono rimasti sorpresi quanto i consumatori con i risultati dei test.

Mentre Aldi non ha identificato il peggiore trasgressore identificato, è stato scelto dall'ACCC per la sua importanza e portata sul mercato.

pubblicità

La catena ha ora accettato di sottoporsi a test regolari dei suoi prodotti di origano e offre ai consumatori rimborsi su tutti i prodotti compromessi acquistati entro un certo periodo di tempo.

Si stima che quasi 200,000 unità siano state vendute ai clienti per un periodo di un anno. Il marchio ha anche promesso di perseguire "amministrare soluzioni "con i fornitori dei loro prodotti di origano per evitare che questo problema si ripeta.

Aldi è attualmente la terza catena di supermercati in Australia e si dice che stia rapidamente guadagnando sui suoi concorrenti usando una strategia a basso prezzo per attirare clienti da altre catene. Non si è ancora visto se queste rivelazioni avranno un impatto sulla fiducia dei consumatori o smorzino il piano del marchio di espandersi dai suoi 400 negozi in altre località dell'Australia meridionale e occidentale.

Sebbene non vi siano ancora spiegazioni su come le foglie di olivo si siano fatte strada nei prodotti di origano, si ritiene che le foglie siano state scelte a causa del loro sapore amaro e del loro basso prezzo e del fatto che quando tritate finemente assomigliano alle erbe di origano.

Le foglie di olivo sono più frequentemente utilizzate come ingrediente chiave nel tè, dove il suo liquido viene estratto per formare una soluzione che è stata utilizzata nei mercati tradizionali del Mediterraneo e del Medio Oriente per secoli. Inoltre è in polvere e imbottigliato sotto forma di pillola per le sue presunte proprietà antiossidanti e immunizzanti.



Related News