Arrestare Xylella come "priorità assoluta", afferma il funzionario greco

Nessuna manifestazione della malattia è stata documentata in Grecia, e il vice ministro dello Sviluppo Rurale ha detto che vuole mantenerlo in quel modo.

Gennaio 17, 2018
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Il batterio Xylella Fastidiosa da alcuni anni perseguita i coltivatori di olio d'oliva in Italia e in altre aree del Mediterraneo.

È fondamentale che i meccanismi di controllo siano adeguatamente presidiati per agire in modo proattivo e rintracciare agenti patogeni prima di diventare disastrosi per la produzione del nostro settore primario.- Vassilis Kokkalis, viceministro dello sviluppo rurale e dell'alimentazione

La Grecia non è stata colpita dalla malattia e recentemente il viceministro dello sviluppo rurale e dell'alimentazione, Vassilis Kokkalis, ha valutato il caso di agenti patogeni nelle piante e Xylella fastidiosa in particolar modo.

Durante la settima Convenzione regionale per la Riforma della produzione che si è svolta a Corfù, Kokkalis ha innanzitutto sottolineato l'importanza di rafforzare i meccanismi di controllo al fine di impedire agli agenti catastrofici di attraversare il confine con la Grecia.

"Nell'era del commercio contemporaneo, piante, materiale di moltiplicazione e prodotti agricoli di tutto il mondo arrivano ogni giorno ai nostri punti di controllo alle frontiere. È fondamentale che i meccanismi di controllo siano adeguatamente presidiati per agire in modo proattivo e seguire gli agenti patogeni prima di diventare disastrosi per la produzione del nostro settore primario ", ha affermato.

Kokkalis si è quindi concentrato sui batteri Xylella e ha alzato la barra per quanto riguarda il taglio dell'agente affermando "Xylella Fastidiosa è un patogeno aggressivo trovato nella vicina Italia senza rimedio ancora disponibile, causando l'abbattimento di migliaia di ulivi. La massima priorità per il ministero ora è impedire all'agente patogeno di entrare nel paese ".

Nessuna manifestazione della malattia è stata documentata in Grecia, nonostante un annuncio fatto in onda lo scorso luglio da Spyros Mamalis, capo della Camera geotecnica della Grecia, che il batterio avesse contagiato alberi nella regione del Peloponneso.

Un ulteriore esame eseguito da laboratori specializzati ha stabilito che Xylella non era il colpevole per i danni causati agli alberi e che l'annuncio era un falso allarme. Un conseguente comunicato stampa del Ministero dello sviluppo rurale ha confermato che nessun batterio del patogeno Xylella fastidiosa è stato rilevato e ha chiesto che prevalgano cautela e giudizio.

Ma a parte la Grecia, Xylella fastidiosa è una priorità assoluta per l'Unione europea nel suo insieme. In una riunione di alto livello che si è tenuta a Parigi il mese scorso, il commissario UE per la sicurezza alimentare e la sicurezza Vytenis Andriukaitis ei ministri dell'agricoltura di dieci paesi europei considerati direttamente minacciati dal batterio (Italia, Spagna, Grecia, Cipro, Francia , Croazia, Malta, Portogallo, Germania e Slovenia) hanno concordato una road map per applicare misure più rigorose al fine di contenerla.

La tabella di marcia include misure quali il miglioramento delle conoscenze attraverso il sostegno di programmi di ricerca, il rafforzamento della sorveglianza per l'individuazione tempestiva e il rafforzamento delle azioni di sensibilizzazione e informazione.


Related News

Feedback / suggerimenti