Nella Grecia occidentale, grandine spilla le olive a terra poco prima della vendemmia

Il tempo tempestoso nelle parti occidentali della Grecia ha fatto cadere gli ulivi nel peggior momento possibile.

Novembre 21, 2017
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Il recente clima instabile nella Grecia occidentale, insieme alle inondazioni che ha causato e al tragico bilancio delle vite umane che ha avuto in Attica, non ha lasciato inalterato il raccolto di olive. La tempesta chiamata Euridice che ha martellato molte parti del paese ha portato forti venti, pioggia e grandine.

E mentre un po 'di pioggia può essere molto apprezzata dagli olivicoltori, la grandine è qualcosa che temono di più per ovvie ragioni: colpisce duramente gli alberi e provoca molti danni, non solo sui frutti ma anche sui rami e sulle foglie, rendendo gli alberi sensibili alle malattie come i patogeni che usano le ferite come gateway per infettare le piante.

In molte zone, le olive sono cadute a terra dopo che galassie e grandinate hanno spazzato gli uliveti. Nella regione dell'Aetolia-Acarnania, a nord di Patrasso, circa ulivi 12,000 sono stati colpiti dalla grandine che ha causato la distruzione quasi totale. Sono stati segnalati danni estesi nei pressi di Messolongi, Agrinio e delle pianure di Neochorio, dove vengono coltivate le olive da tavola della cultivar Kalamon.

Nella regione di Ilia, nel Peloponneso, i chicchi di grandine delle dimensioni di piccole noci colpiscono gli ulivi a livelli più alti e fanno disperare i produttori locali. Mezz'ora di grandine è stata sufficiente per far cadere le olive a terra e molti oliveti sono stati coperti da uno spesso tappeto di frutti di ulivo.

Persino il frutto rimasto sugli ulivi è stato danneggiato. Inoltre, il vento ha spazzato gli alberi delle loro foglie.

pubblicità

L'attuale stagione della raccolta stava per iniziare ed è stata anticipatamente anticipata perché la resa era più che soddisfacente, ma la grandine è stata un assalto che i produttori non avevano visto arrivare.

Altre aree del paese sono state colpite dal tempo burrascoso come l'isola di Corfù e le regioni di Argolida, Korinthia, Messinia e Lakonia.

Molti uliveti e agrumeti sono stati danneggiati, in particolare nella parte occidentale di Mani, parte della regione della Messinia, dove gli alberi hanno subito gravi danni in un momento in cui la maggior parte dei produttori stava appena iniziando a raccogliere.

Nulla di simile era successo lì da almeno settant'anni, hanno detto i locali.

I produttori e i produttori di olio d'oliva potranno beneficiare di un risarcimento e le autorità locali hanno iniziato a ispezionare le aree interessate e documentare il danno.

Le previsioni meteorologiche per le prossime due settimane prevedono un passaggio a condizioni più fredde senza pioggia nella maggior parte della Grecia, quindi si spera che i produttori possano raccogliere le olive con il clima dalla loro parte.





Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Olio d'oliva pressato fresco dice:

    Notizie davvero terribili ... i migliori coltivatori in Italia raccolgono all'inizio di ottobre e di solito finiscono prima di novembre. Questa è stata solo una terribile disgrazia ma il disastro (quest'anno) sarebbe stato evitato da una raccolta anticipata. Il mio cuore piange per la brava gente della Grecia

Related News

Feedback / suggerimenti