I greci si preparano per il peggiore come Xilella minaccia telai

Gli incidenti tardivi in ​​Spagna causano ansia in Grecia, dove non è stata registrata alcuna traccia del patogeno.

Può. 9, 2018
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Dopo la recente manifestazione di Xylella fastidiosa in una tenuta con ulivi alla periferia di Madrid che ha messo in allarme le autorità spagnole, c'è stato un altro incidente nel paese, questa volta a sud, dove il batterio è stato identificato in un vivaio di piante ornamentali in Andalusia a metà aprile. Questa è stata la quarta occorrenza di Xylella in Spagna, dopo le Isole Baleari, la Comunità di Valencia e Madrid.
Vedi anche: Xylella fastidiosa Articoli e aggiornamenti
Quest'ultimo caso non è stato classificato pericoloso come gli altri poiché le piante si trovavano in un ambiente contenuto, ma cautela e prevenzione sono sempre meglio del trattamento. L'Andalusia è la più grande regione produttrice di olio d'oliva della Spagna che produce 930,000 tonnellate in questa stagione, che si traduce in quasi un terzo di produzione globale di olio d'oliva. Si può solo immaginare che disastro significherebbe un'esplosione di Xylella fastidiosa nell'area.

Ironia della sorte, proprio a gennaio, il governo locale dell'Andalusia ha annunciato che nessun caso di Xylella era stato identificato nella regione e che un piano d'azione sarebbe stato arricchito con misure di monitoraggio, insieme a misure attive di prevenzione, sorveglianza ed eradicazione. Tutte queste azioni si concentrerebbero su fattorie, vivai e altri luoghi in cui le piante vengono coltivate o vendute in Andalusia e sono soggette a infezioni da agenti patogeni, come ulivi e alberi di agrumi, viti e mandorle. Tuttavia, le misure si sono rivelate insufficienti a bloccare l'ingresso del famigerato assassino di alberi.

L'Italia è stata la prima grande nazione produttrice di olio d'oliva in Europa colpita da Xylella nella regione Puglia in 2013 e successivamente in altre aree in cui gli ulivi vengono abbattuti e bruciati nel tentativo di contenere il batterio.

In Grecia, dove nessun caso Xylella è stato registrato ufficialmente, gli ultimi incidenti in Spagna hanno dato l'allarme a tutti i soggetti coinvolti.

A Larissa durante un recente convegno fitosanitario, scienziati e agricoltori hanno espresso il timore che le frequenti importazioni di piante dall'Italia rappresentino un pericolo significativo, soprattutto quando i controlli alle frontiere greche sono insufficienti a causa della mancanza di personale qualificato, mentre gli importatori hanno sostenuto che i controlli opporsi alle regole di apertura del commercio nell'Unione europea.

Gli scienziati erano scettici sulla presunta resistenza all'olivo batterico attribuita ad alcune varietà italiane e hanno consigliato ai coltivatori greci di non affrettarsi e acquistare fino a quando tutte le procedure di valutazione sono state completate e la resistenza di queste varietà è stata verificata.

Come ha avvertito l'UE, il modo più comune di dispersione di Xylella è insetti vettore cicala che volano da un albero all'altro e portano con sé il batterio. Poiché questi insetti sono molto comuni all'interno dell'intero territorio dell'Unione, il rischio di un'ulteriore diffusione dei parassiti è molto elevato. E poiché il batterio vive nel tessuto del legno, qualsiasi albero o materiale di propagazione che è infetto e trasferito da un paese all'altro può essere il vettore del patogeno.

Nel frattempo, le autorità di diverse regioni produttrici di olio d'oliva della Grecia hanno adottato misure precauzionali per far fronte a un possibile incidente. A Rethymnon, Creta, l'Ufficio locale per l'agricoltura e la veterinaria (DAOK) ha chiamato gli agricoltori e i coltivatori ad agire in base alla decisione 2015/789 / UE dell'Unione, che specifica che le autorità locali devono essere immediatamente informate per esaminare le piante infette e, se i test sono positivi, l'intera area deve essere delimitata ad una larghezza di almeno 10 km intorno al punto problematico. Le piante infette o che mostrano sintomi di una malattia causata dal patogeno devono essere rimosse.

A Valencia, gli agricoltori hanno rifiutato di sradicare le loro mandorle infette perché lo stato non aveva specificato l'importo del risarcimento che avrebbero ottenuto, ponendo un'altra sfida per le autorità.

La Grecia è l'unico dei tre principali produttori di olio d'oliva in Europa e nel mondo ancora non influenzato da Xylella fastidiosa, ma il pericolo incombe e si richiede una costante vigilanza per tenere fuori l'agente patogeno.





Related News

Feedback / suggerimenti