Una nuova bevanda si sta preparando tra gli uliveti di Rajasthan, uno stato nel nord-ovest India, dove un team di esperti di olive afferma di aver sviluppato il primo vino al mondo per olive.

In un'intervista con Olive Oil Times, Yogesh Verma, COO of state-​run Rajasthan Olive Cultivation Limited (ROCL) and inde­pen­dent olive grow­ing expert Yuval Chen explained more about their bold move into wine­mak­ing.

L'iniziativa sul vino d'oliva trasformerà la vita degli agricoltori poveri poiché i rifiuti post potatura forniranno un'ulteriore fonte di reddito per gli olivicoltori del Rajasthan.- Yogesh Verma, COO del Rajasthan Olive Cultivation Limited

"Nessun altro paese produttore di olive ha sviluppato vino d'oliva", ha affermato Verma, sottolineando come l'iniziativa andrebbe a beneficio degli agricoltori locali impoveriti migliorando l'economia del raccolto.

“The olive wine ini­tia­tive will trans­form the lives of Rajasthan’s olive farm­ers as post prun­ing waste will pro­vide an addi­tional source of income net­ting farm­ers $0.90 per kilo­gram ($1.98 per pound).” According to Verma, this was actu­ally greater than the value of olive oil for the state’s farm­ers and would also boost Rajasthan’s tourism-​based econ­omy.

Guarda anche: India Olive Oil News

The duo spoke pas­sion­ately about their olive wine, which will be hand-​crafted in Rajasthan from leaves of the desert state’s 1,000 hectares (2,471 acres) of olive trees and mar­keted as an exclu­sive Rajasthani bev­er­age.

Mentre Verma ha lasciato intendere che il liquore era composto da una varietà di foglie di ulivo, ha insistito sul fatto che la ricetta esatta è rimasta un segreto ben custodito fino a quando il prodotto non è stato brevettato.

"Il processo di brevetto è stato avviato e la produzione di vino d'oliva inizierà non appena il brevetto sarà registrato", ha affermato. "Sommelier professionisti testeranno il vino d'oliva per assicurarsi che soddisfi i rigorosi standard del vino dell'India".

Verma ha aggiunto di essere stato personalmente colpito dal sapore del vino d'oliva e ha previsto che fosse consumato, "proprio come qualsiasi altro bicchiere di vino". Crede che la bevanda potrebbe diventare commercialmente disponibile entro un anno e potrebbe attirare l'interesse del vino globale industria.

Il duo ha affermato che gli studi sul prodotto hanno indicato che il vino nutraceutico d'oliva offriva molti degli stessi health ben­e­fits as olive oil Compreso improv­ing heart health e abbassando il colesterolo. Verma ritiene che la bevanda abbia il potenziale per diventare un rimedio naturale per una serie di condizioni di salute e potrebbe persino ridurre la crescita del cancro della pelle.

"Si ritiene che i polifenoli trovati nelle foglie pro­tect against can­cer e altre malattie correlate all'infiammazione mentre gli alti livelli di antiossidanti sono considerati utili per la prevenzione dia­betes e ritardando l'invecchiamento cellulare ", ha detto. Ulteriori ricerche sui presunti benefici per la salute del vino d'oliva saranno condotte dalle università Tripura, Jiwaji e Manipal.

Chen ha prestato la sua esperienza allo sviluppo dell'industria olivicola indiana sin da 2009 e ha descritto il Rajasthan con i suoi brevi inverni come "uno dei climi più impegnativi del mondo per la coltivazione dell'olivo".

Ha detto che gli agricoltori hanno combattuto condizioni climatiche difficili con basse ore di refrigerazione durante gli inverni di 2016 / 17 e 2017 / 18, dopo dieci anni di favorevoli condizioni di coltivazione dell'olivo.

Verma ha dichiarato la sua iniziativa 2017 di pro­duc­ing olive leaf tea in Rajasthan era stato un successo con gli agricoltori locali che ora fornivano foglie sufficienti per il funzionamento di tre grandi fabbriche, che producono tè alle olive che viene venduto in tutto il mondo.

Dal suo primo tentativo nella coltivazione dell'olivo dodici anni fa, l'impresa olivicola di ROCL si è estesa fino a comprendere 1,000 ettari (2,471 acri) di oliveti, che finora hanno prodotto dodici tonnellate di olio d'oliva commercializzate con il marchio RajOlive.

The duo expressed grat­i­tude to the gov­ern­ment of Rajasthan for fund­ing the research and devel­op­ment of the project which is a joint ven­ture between the gov­ern­ment of Rajasthan, Pune-​based Finolex Palsson Industries and Israel’s Indolive Limited.

Future projects in Rajasthan’s olive pipeline include the man­u­fac­ture of olive vine­gar and cos­met­ics pro­duced from vit­a­min E and oleuropein-​rich olive leaves to increase value.




Commenti

Altri articoli su: ,