Consiglio degli ulivi ottimista dopo le riunioni degli Stati Uniti

I rappresentanti del Consiglio oleicolo internazionale si sono incontrati con produttori, imprese e funzionari dell'amministrazione degli Stati Uniti sugli standard industriali e una campagna promozionale.

Jaime Lillo, Mercedes Fernandez, Ended Gunduz,
Giu. 12, 2017
Di Anthony Vasquez-Peddie
Jaime Lillo, Mercedes Fernandez, Ended Gunduz,

Notizie recenti

Rappresentanti del Consiglio oleicolo internazionale (IOC) ha recentemente concluso una missione negli Stati Uniti per discutere del futuro dell'industria olivicola del paese con produttori, imprese e funzionari dell'amministrazione.

Volevamo esplorare il territorio e scoprire dove possiamo costruire ponti e coordinarci tra loro senza sovrapporsi.- Jaime Lillo, vicedirettore del CIO

"Penso che sia stata una missione molto intensa e produttiva ", ha detto il vice direttore esecutivo Jaime Lillo Olive Oil Times. "Abbiamo imparato molto dal punto di vista degli Stati Uniti ".

È stata la prima visita del Consiglio con sede a Madrid negli Stati Uniti da quando il nuovo Accordo del CIO è stato messo in atto all'inizio di quest'anno.

"Avevamo due obiettivi per la missione ", ha detto Lillo. "Il primo era di spiegare e parlare del nuovo accordo del CIO, e il secondo era di parlare di attività per la prossima campagna promozionale negli Stati Uniti "

Il nuovo accordo pone maggiore attenzione ai paesi consumatori e alle aziende olivicole contemporanee. Lillo l'ha chiamato a "nuovo approccio. "

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Jaime Lillo, Mercedes Fernandez, Ended Gunduz

"Questo nuovo accordo ci ha detto di andare nei paesi consumatori e cercare di avvicinare il consiglio alle loro preoccupazioni e comprenderne i punti di vista ", ha affermato. "Anche per incontrare nuovi produttori, non tradizionali. C'era troppa attenzione sui produttori tradizionali ".

Il consiglio ha inoltre tenuto incontri con diverse agenzie governative, tra cui il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti e la Food and Drug Administration degli Stati Uniti. Le discussioni hanno riguardato gli standard di qualità e salute affrontando le sfide e le percezioni degli Stati Uniti

"Abbiamo cercato di parlare con tutti quelli legati all'olio d'oliva ", ha detto Lillo.

L'America è il più grande importatore di olio d'oliva e olive da tavola nel mondo. L'ultimo rapporto di mercato del CIO afferma che le importazioni di olio d'oliva sono diminuite dell'-% rispetto all'anno scorso, mentre le importazioni di olive da tavola sono diminuite del -%. 

Lillo ha riconosciuto lo status dell'America come una figura importante nel mondo dell'olio d'oliva, ma riconosce margini di miglioramento.

"Gli Stati Uniti sono già uno dei maggiori attori nel mondo dell'olio d'oliva ", ha affermato. "È il primo importatore di olio d'oliva ed è già il terzo consumatore al mondo dopo Italia e Spagna, ma con un potenziale molto maggiore poiché il consumo pro capite è ancora piuttosto basso ".

La nuova campagna promozionale dovrebbe essere lanciata nei prossimi mesi.

"Volevamo ascoltare ciò che i produttori vorrebbero vedere e parlare anche con le amministrazioni ”, ha detto Lillo. "Ci sono molte voci che parlano di olio d'oliva - enti privati, paesi ed esportatori - e volevamo esplorare il territorio e trovare dove possiamo costruire ponti e coordinarci tra loro e non sovrapporsi ".

Un altro aspetto della missione è stato quello di gettare le basi affinché gli Stati Uniti un giorno fossero accolti come stato membro del CIO. Anche se questa prospettiva potrebbe non diventare una realtà per un certo numero di anni, Lillo ha ritenuto che il Consiglio avesse compiuto i primi passi necessari creando nuove relazioni tra il CIO e gli attori chiave in America, dove in passato esistevano pochi legami.

Lillo sembrava ottimista sui risultati della missione.

"È stato un buon inizio per le attività del CIO negli Stati Uniti. Speriamo di vedere il CIO più vicino agli Stati Uniti e gli Stati Uniti più vicino al CIO. Questo è ciò su cui stiamo lavorando. "



Related News

Feedback / suggerimenti