Affari

Il commercio dell'olio d'oliva sale alle stelle nei mercati chiave

I primi mesi del raccolto hanno visto una crescente domanda di olio d'oliva nei mercati chiave di tutto il mondo, secondo i dati diffusi oggi dal Consiglio oleicolo internazionale.

Marzo 6, 2017
Di Paul Conley

Notizie recenti

Nei primi tre mesi dell'anno del raccolto (ottobre-dicembre), le vendite di olio d'oliva e di olio di sansa di oliva hanno fatto registrare un enorme 74 percento in otto mercati principali (Australia, Brasile, Canada, Cina, Giappone, Russia, Stati Uniti e l'Unione Europea), secondo la ultime informazioni dal Consiglio oleicolo internazionale (CIO)

L'Australia ha aperto la strada con un aumento del 51 percentuale.

Ma la notizia più interessante è stata in Cina, dove le importazioni sono aumentate del 42 percento nei tre mesi. Ciò segue un aumento di 12 percento anno su anno.

Il grande vincitore nel commercio cinese è stata la Spagna, che rappresentava l'81% del totale. L'Italia era al secondo posto con il 13 percento, mentre la Grecia era un terzo distante con il 2 percento.

Le cose sembrano leggermente meno positive per le olive da tavola.

pubblicità

Le importazioni sono aumentate in Brasile (21 percento) e Australia (12 percento) nei primi quattro mesi dell'anno del raccolto (settembre - dicembre), ma le importazioni in Canada sono diminuite dell'5 percento, mentre le importazioni negli Stati Uniti sono state stabili.

Nel commercio dell'UE, i risultati per dicembre non erano ancora disponibili. E i risultati per i primi tre mesi dell'anno del raccolto (da settembre a novembre) sono stati misti. Le importazioni intra-UE sono diminuite del 3 percento, mentre le importazioni extra-UE sono aumentate del 6 percento.

Prezzi dell'olio d'oliva

pubblicità

I prezzi hanno raggiunto € 3.85 / kg ($ 4.08) in Spagna entro la fine di febbraio, con un balzo del 19 percento rispetto all'anno precedente. Ma rispetto ai prezzi della terza settimana di agosto, i prezzi sono scesi del 9 percento.

In Italia, i prezzi sono in costante aumento da metà agosto e hanno raggiunto i 6.07 € / kg ($ 6.43) alla fine di febbraio, con un aumento del 67% su base annua.

pubblicità

In Grecia, si sono mantenuti stabili negli ultimi mesi e ora si attestano a € 3.46 / kg ($ 3.66), con un aumento del 15% rispetto all'anno precedente.

In Tunisia, i prezzi hanno scosso un periodo di stabilità e hanno iniziato a salire a fine gennaio. Alla fine di febbraio, i prezzi erano pari a € 4.08 / kg ($ 4.32), con un aumento del 17 percentuale su base annua.

I prezzi degli oli raffinati generalmente tengono traccia di quelli di extra virgin olio d'oliva. Ma alla fine di febbraio sono apparse alcune discrepanze.

In Spagna, la differenza di prezzo era di € 0.12 / kg ($ 0.13) alla fine di febbraio. Ma in Italia la differenza era di € 2.23 / kg ($ 2.36).

Diabete combattivo

Nel suo ultimo mese notiziario, il CIO ha osservato che l'Organizzazione mondiale della sanità ritiene che il diabete sarà la settima causa di morte in tutto il mondo da 2030. Il Dieta mediterranea, noto per l'alto tasso di utilizzo di olio d'oliva, è uno dei modi migliori per prevenire e controllare il diabete.

pubblicità