Affari

La critica del professore dell'olio di cocco diventa virale

L'olio di cocco è "uno dei cibi peggiori che puoi mangiare", ha detto la professoressa di Harvard, Karin Michels.

Agosto 27, 2018
Di Julie Al-Zoubi

Notizie recenti

"L'olio di cocco fa male come il veleno puro ", ha dichiarato Karin Michels una conferenza tenutasi all'Università di Friburgo. Discorso di Michel intitolato "L'olio di cocco e altri errori nutrizionali "hanno suscitato grande scalpore su YouTube, accumulando oltre un milione di visualizzazioni.

È uno dei cibi peggiori. Perché si è diffuso così tanto? L'idea sbagliata è la pubblicità.- Karin Michels, Harvard TH Chan School of Public Health

Nel Indirizzo 50-minuto Michels, professore alla Harvard TH Chan School of Public Health, ha dissipato l'olio di cocco "superfood "e lo descrivono come "Uno dei cibi peggiori che puoi mangiare. "

Nell'intervista che è stata tradotta dal tedesco in inglese da Business Insider, Michels ha dichiarato che il consumo di olio di cocco è molto peggio del consumo di strutto a causa dei suoi alti livelli di acidi grassi saturi.

Le crepe nel mito dell'olio di cocco hanno iniziato ad apparire nel 2017, quando uno studio dell'American Heart Association (AHA) ha rivelato che l'olio di cocco era più dannoso per la salute del cuore rispetto al burro, poiché conteneva 82% di grassi saturi rispetto al 63% di burro.

L'AHA ha continuato dicendo di sconsigliare l'uso di olio di cocco e sono stati seguiti dal National Health Service (NHS) del Regno Unito che consigliato abbassare l'assunzione di alimenti contenenti grassi saturi, compreso l'olio di cocco.

pubblicità

Poiché l'olio di cocco ha guadagnato la reputazione di essere salutare, le vendite sono aumentate vertiginosamente ed è stato salutato come un "cibo miracoloso "con sostenitori che sostengono che potrebbe rafforzare il cervello, aiutare nella perdita di peso ed è stato efficace per il trattamento Il morbo di Alzheimer.

L'Associazione Alzheimer ha smentito tali affermazioni ed emesso una dichiarazione sul loro sito web dicendo: "Ci sono state alcune affermazioni secondo cui l'olio di cocco potrebbe essere usato come trattamento o anche come cura per la malattia di Alzheimer. Tuttavia, al momento non ci sono prove sperimentali sufficienti per sostenere queste affermazioni ".

Mentre il dibattito continuava, Annessa Chumbley, dietista e portavoce registrati per l'AHA ha detto al New York Times, "Tra i due, l'olio d'oliva è una scelta migliore, poiché i grassi monoinsaturi possono avere un effetto benefico sul cuore se consumati con moderazione e se usati per sostituire i grassi saturi e trans nella dieta "

All'inizio di questa settimana Qi Sun, professore associato di Medicina presso la Harvard Medical School ha detto al New York Times che mentre l'olio extravergine di cocco è ricco di sostanze fitochimiche, noto per le sue proprietà antiossidanti, gran parte dell'olio di cocco sul mercato è stato raffinato e contiene pochissimi di questi antiossidanti. Ha aggiunto che anche quando si utilizza olio extra vergine di cocco, "Gli effetti di grassi saturi superano qualsiasi effetto benefico degli antiossidanti. "

Mentre Michels era meno infuriato per gli altri "superfoods "tra cui acai, semi di chia e matcha nel suo indirizzo, ha sottolineato che i nutrienti in essi contenuti erano prontamente disponibili in frutta e verdura più comuni dicendo: "Siamo ben e sufficientemente forniti. "

Gwyneth Paltrow guidò le molte celebrità che saltarono sul carro di olio di cocco. Oltre a cucinare con esso, Paltrow salutò benefici idratanti della pelle dell'olio, consigliato per lo sbiancamento dei denti e proposto come lubrificante naturale per alleviare la secchezza vaginale.





Related News