Nonostante Covid e siccità, i produttori australiani e neozelandesi brillano a NYIOOC

I produttori australiani hanno portato a casa un record di 13 Gold Awards, mentre i produttori della Nuova Zelanda hanno ottenuto un perfetto tasso di successo.
Foto: Olive Black, Nuova Zelanda
Giu. 2, 2021
Lisa Anderson

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori di olio extra vergine di oliva di Australia e Nuova Zelanda si sono uniti per vincere più di 20 premi per la prima volta al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.

Secondo diversi parametri, i produttori di entrambi i paesi hanno goduto delle loro migliori esibizioni nei più prestigiosi teatri del mondo qualità dell'olio d'oliva concorrenza.

Onestamente non avremmo mai immaginato di poter superare il risultato dell'anno scorso di due Gold Awards, e vincere tre premi quest'anno è incredibile.- Karen Godfrey, responsabile marketing, Taralinga Estate

I produttori australiani hanno vinto 15 premi su 16 partecipanti al concorso, a pari merito per il secondo più alto nella loro storia. Tuttavia, i produttori australiani hanno ottenuto il record di 13 Gold Awards.

I riconoscimenti arrivano dopo che i coltivatori australiani hanno dovuto affrontare una miriade di ostacoli che hanno influito sul raccolto dell'anno scorso, dal siccità di lunga durata e inesorabili incendi boschivi ai danni degli uccelli e Restrizioni sul posto di lavoro Covid-19.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Australia

David Valmorbida, presidente dell'Australian Olive Oil Association (AOOOA), ha detto Olive Oil Times erano fiduciosi del suo paese country "ingressi al NYIOOC rappresentano solo un assaggio dei tanti meravigliosi oli d'oliva prodotti in Australia.

"Questo risultato dimostra che gli olivicoltori australiani stanno producendo degli oli fantastici a livello globale di eccellenza ", ha affermato.

Cape Schanck Olive Estate sulla penisola di Mornington in Australia è stato tra i maggiori vincitori dell'Australia, vincendo cinque Gold Awards, in aumento rispetto ai quattro premi dei produttori vittoriani raccolto l'anno scorso.

concorsi-australia-e-nuova-zelanda-i-migliori-oli-di-oliva-nonostante-covid-e-siccità-i-produttori-australiani-e-nuova-zelanda-brillano-a-nyiooc-volte-dell'olio d'oliva

Cape Schanck Olive Estate (foto: Sui Tham)

"La nostra prima risposta è stata 'wow, fantastico'”, ha detto il co-proprietario di Cape Schanck Sui Tham Olive Oil Times. "È un'enorme ricompensa per coloro che hanno aiutato con la nostra raccolta e lavorazione”.

Tham, che è comproprietaria dell'oliveto con suo marito, Stephen, ha attribuito il successo di quest'anno a a "incantevole ambiente di crescita” e "bel frutto.”

La coppia ha vinto il Gold Awards per il loro robusto Picual, medio Picholine, medio Coratina, medio Frantoio e medio Leccino.

Tham ha detto che lo erano "così felice per tutti coloro che sono riusciti a continuare a produrre olio extra vergine di oliva in circostanze così difficili "e lo erano "felice per gli altri australiani e anche per i kiwi.”

Curva limite è stato l'altro grande vincitore dall'Australia, guadagnando cinque Gold Awards per il loro marchio Cobram Estate. Sono stati premiati per le loro miscele medie e robuste e per le loro miscele medie Hojiblanca, Picual medio e monovarietali Coratina medio.

"Uniamo le migliori condizioni ambientali che l'Australia o La California può offrire coltivare olive con la nostra esperienza orticola e molitoria, facendo della qualità e della consistenza dei nostri prodotti la nostra massima priorità " Leandro Ravetti, ha detto il mastro mugnaio dell'aziendo olive oil Times.

concorsi-australia-e-nuova-zelanda-i-migliori-oli-di-oliva-nonostante-covid-e-siccità-i-produttori-australiani-e-nuova-zelanda-brillano-a-nyiooc-volte-dell'olio d'oliva

Leandro Ravetti

Tenuta Taralinga è stato anche tra i produttori australiani pluripremiati al NYIOOC. L'azienda con sede a Victoria ha vinto due Gold Awards per le loro miscele medie e un argento per il loro Picual medio.

"Onestamente non avremmo mai immaginato di poter essere al top il risultato dell'anno scorso di due Gold Awards, e vincere tre premi quest'anno è incredibile", ha detto Karen Godfrey, responsabile marketing dell'aziendo olive oil Times.

"Il nostro uliveto si trova sulla penisola di Mornington - un microclima ideale per le olive - e abbiamo il miglior impianto di lavorazione della penisola ", ha aggiunto. "Inoltre, i nostri metodi di produzione sono autentici. Ci dedichiamo alla raccolta anticipata e alla lavorazione in poche ore per bloccare gli antiossidanti vitali e salutari e fornire l'olio extra vergine di oliva più fresco e della più alta qualità possibile.

concorsi-australia-e-nuova-zelanda-i-migliori-oli-di-oliva-nonostante-covid-e-siccità-i-produttori-australiani-e-nuova-zelanda-brillano-a-nyiooc-volte-dell'olio d'oliva

Raccolta al Frantoio. Foto: Gayle Sheridan

Dall'altra parte del Mar di Tasman, anche la raccolta delle olive del 2020 in Nuova Zelanda è stata influenzata dalle sfide legate alla pandemia, con il paese che è andato in blocco quando i coltivatori hanno iniziato a raccogliere.

Tuttavia, i produttori hanno perseverato e sono riusciti a vincere sei premi con sei voci, tra cui cinque Gold Awards e un Silver.

Quando inizi, non puoi mai immaginare che un risultato come questo sia possibile. Ma con il duro lavoro e il supporto di familiari e amici e un'eccellente elaborazione, tutto è possibile.- Derek Johnson, proprietario, Sapphire Olives

"Nuovamente, La Nuova Zelanda ha vinto il Gold Awards a New York, riflettendo la passione e l'impegno dei nostri coltivatori nella produzione di olio extra vergine di oliva di qualità che compete particolarmente bene in un ambiente globale ", ha affermato Gayle Sheridan, CEO dell'azienda.

"L'anno del raccolto 2020 in Nuova Zelanda è stato impegnativo", ha aggiunto. "Una fioritura promettente non si è tradotta in una buona allegagione per alcuni, seguita da condizioni di siccità in molte regioni che hanno portato a piccoli frutti e/o caduta di frutti e quindi a una maturazione lenta".

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dalla Nuova Zelanda

Stephen Davies Howard, proprietario di Olive Loopline è stato tra i più grandi vincitori della Nuova Zelanda al 2021 NYIOOC.

Con sede nella regione di Wairarapa sulla punta meridionale dell'Isola del Nord, Davies Howard ha guadagnato due ori all'inizio di questa settimana e ha dichiarato di essere "molto orgoglioso di aver vinto il Gold Awards per il terzo anno consecutivo al NYIOOC. "

concorsi-australia-e-nuova-zelanda-i-migliori-oli-di-oliva-nonostante-covid-e-siccità-i-produttori-australiani-e-nuova-zelanda-brillano-a-nyiooc-volte-dell'olio d'oliva

Foto: Stephen Davies Howard

"Sia il Loopline Picual che il Picholine vincere l'oro si aggiungono a quel senso di realizzazione, in particolare perché la competizione ha ricevuto voci da record", ha detto Olive Oil Times. "Il raccolto che ha portato al successo di quest'anno è stato condotto sotto le rigide restrizioni Covid della Nuova Zelanda e può essere descritto solo come uno sforzo totalmente locale senza input dall'estero".

"io considero il NYIOOC come un modo per confrontare Loopline sulla scena internazionale e per garantire che stiamo facendo bene agli alberi e nel modo in cui produciamo l'olio extra vergine di oliva mentre siamo i custodi del boschetto ".

Un altro produttore con sede a Wairarapa, Olive Black, è stato premiato con un Gold per la sua miscela media. Il manager dell'azienda, Mark Bunny, ha affermato di ritenere che il clima della regione di Wairarapa abbia molto a che fare con il successo del loro marchio.

concorsi-australia-e-nuova-zelanda-i-migliori-oli-di-oliva-nonostante-covid-e-siccità-i-produttori-australiani-e-nuova-zelanda-brillano-a-nyiooc-volte-dell'olio d'oliva

Foto: Derek e Tracy Johnson

Nel frattempo, Derek e Tracy Johnson, proprietari di Sapphire Olives nelle pianure di Rangitāiki, situate più a nord sull'Isola del Nord, hanno portato a casa un Silver per la loro miscela media.

"Siamo molto orgogliosi e umili di aver ottenuto un tale premio", ha affermato Derek Johnson. "Quando inizi, non puoi mai immaginare che un risultato come questo sia possibile. Ma con il duro lavoro e il supporto di familiari e amici e un'eccellente elaborazione, tutto è possibile”.

Andrew Liley, direttore di Juno Olives nella regione di Wairarapa, ha detto che lo erano "felici di aver ottenuto un riconoscimento così alto in una competizione così prestigiosa”, dopo aver vinto un Gold Award per il loro Picual medio.

Ha attribuito il successo di Giunone a "un sacco di duro lavoro da parte di molte persone associate alla produzione dei nostri oli d'oliva, compresi quelli che aiutano nella gestione del suolo e degli alberi ", tra gli altri.


Related News

Feedback / suggerimenti