Un terzo dei migliori oli d'oliva americani proviene da questa regione della California

I produttori della costa centrale della California hanno attribuito il clima, il suolo e la dedizione delle istituzioni locali ai loro grandi successi al World Olive Oil Competition.

Contea di San Luis Obispo
Giu. 13, 2021
Di Daniel Dawson
Contea di San Luis Obispo

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


Nonostante a anno agricolo impegnativo in cui il tempo inclemente e la carenza di manodopera hanno ostacolato il raccolto in tutto California, i produttori dello stato hanno goduto di una solida performance al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.

Trentasei produttori di 20 contee combinati per vincere 62 premi al concorso di qualità dell'olio d'oliva più prestigioso al mondo. Mentre i produttori erano sparsi in tutto lo stato, la più alta concentrazione proveniva dalla regione della costa centrale.

Il motivo per cui la nostra zona produce oli così superbi è in parte dovuto al perfetto clima mediterraneo di cui gode la costa centrale, ma anche perché ci concentriamo su pratiche leader del settore.- Lynn Israelit, comproprietario, Spanish Oaks Ranch

Composto dalla contea di San Luis Obispo, dalla contea di Monterey e dalla contea di Santa Cruz, i produttori della costa centrale hanno vinto 16 premi d'oro e cinque premi d'argento al NYIOOC. Insieme, i produttori della regione, che è leggermente più grande della Slovenia, hanno guadagnato un terzo di tutti i premi vinti dai produttori statunitensi al concorso.

I produttori vincitori hanno attribuito al loro successo una combinazione di clima mediterraneo della regione, suoli unici e cultura del cameratismo.

"Il motivo per cui la nostra zona produce oli così superbi è in parte dovuto al perfetto clima mediterraneo di cui gode la costa centrale, ma anche perché ci concentriamo su pratiche leader del settore per coltivare, raccogliere e conservare i nostri oli ", Lynn Israelit, comproprietario di Templeton -basato Spanish Oaks Ranch, Ha detto Olive Oil Times.

"Abbiamo una lunga storia di organizzazioni di coltivatori locali nella nostra zona che si concentrano sull'istruzione e sulla collaborazione", ha aggiunto. "I produttori della contea di San Luis Obispo imparano insieme le migliori pratiche e si aiutano a vicenda per raggiungerle”.

competizioni-del-nord-america-i-migliori-oli-d'oliva-un-terzo-dei-migliori-oli-d'oliva-americani-provengono-da-questa-regione-california-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Lynn Israelit

Israelita e suo marito, Sam, ha vinto due Gold Awards e un Silver Award al 2021 NYIOOC. La coppia partecipa alla competizione ogni anno da quando ha iniziato a produrre olio d'oliva nel 2016 e gode dell'opportunità di essere giudicata insieme ai migliori oli extra vergini di oliva del mondo.

"Vincere Gold e Silver Awards al NYIOOC fa una grande differenza per i nostri clienti", ha affermato Israelt. "Fa sapere loro che produciamo oli superiori riconosciuti a livello internazionale e dà loro la certezza che il prodotto che stanno acquistando è uno dei migliori oli d'oliva al mondo.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva degli Stati Uniti

Nonostante i vantaggi del clima e del suolo, Israelit ha aggiunto che una parte di ciò che separa i suoi oli dagli altri è la quantità di lavoro che va nella raccolta.

"Siamo piccoli produttori che prestano la massima attenzione ad ogni dettaglio della produzione del nostro olio: tempismo perfetto della nostra raccolta, raccolta manuale dei nostri frutti per evitare ammaccature e portare le nostre olive dall'albero al frantoio entro due o tre ore per il massimo sapore e freschezza", ha detto. "È un lavoro duro, ma fa la differenza".

A meno di un'ora a nord di Spanish Oaks Ranch, nella città di San Miguel, i produttori dietro Rancho Azul y Oro Olive Farm celebre vincendo un Gold Award dopo aver inserito il NYIOOC per la prima volta quest'anno.

competizioni-del-nord-america-i-migliori-oli-d'oliva-un-terzo-dei-migliori-oli-d'oliva-americani-provengono-da-questa-regione-california-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Kathryn Keeler

"Ci siamo sentiti davvero onorati [di vincere questo Gold Award] perché abbiamo sempre considerato i vincitori di questa competizione come i migliori tra i migliori", la comproprietaria Kathryn Keeler Olive Oil Times.

Ha anche attribuito il successo dei produttori della costa centrale al microclima della zona e ha posto molta enfasi sul suolo.

"La ragione per cui la regione è così importante sono le condizioni di crescita uniche", ha affermato Keeler. "Uno dei punti in comune con la maggior parte dei pluripremiati olivicoltori della regione della costa centrale è che siamo sul lato orientale della catena costiera, un po' nell'entroterra, quindi siamo più caldi e secchi.

"I nostri terreni in questa regione sono ciò che è considerato terreno calcareo ", ha aggiunto, perfetto per la coltivazione di olive da olio.

Oltre al clima e al suolo, Keeler ha aggiunto che gli olivicoltori della regione hanno un eccellente supporto da parte dei frantoiani e delle organizzazioni di produttori locali, che li aiuta anche a raggiungere il loro pieno potenziale produttivo.

"In combinazione con gli straordinari terreni di questa regione, oltre alle condizioni di crescita ottimali, abbiamo anche due straordinari mulini", ha affermato Keeler. "Entrambi i signori che gestiscono questi frantoi sanno che stanno lavorando con olive straordinarie e coltivatori che si prendono veramente cura delle loro olive ".

"Non solo fanno di tutto per assicurarsi che tutti i coltivatori siano istruiti sui nuovi progressi, ma aiutano anche davvero tutti gli olivicoltori della regione della costa centrale a brillare ", ha aggiunto.

Uno di questi mugnai è Greg Traynor di 43 Ranch, che in precedenza ha vinto un Gold Award al 2020 NYIOOC.

Stima che i piccoli produttori della costa centrale abbiano prodotto circa 20,000 galloni (100,000 litri) nel 2020, in calo rispetto ai 40,000 galloni (200,000 litri) del 2019. Tuttavia, ha aggiunto che queste cifre non includono i produttori ad altissima densità delle contee.

competizioni-del-nord-america-i-migliori-oli-d'oliva-un-terzo-dei-migliori-oli-d'oliva-americani-provengono-da-questa-regione-california-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Lynn Israelit

La Olive Oil Commission of California, che tiene traccia dei dati di produzione per chiunque produca più di 5,000 galloni all'anno, non ha risposto alla richiesta di commento sui dati di produzione esatti della regione.

Traynor ha detto Olive Oil Times che attribuisce tre fattori al successo dei produttori delle coste centrali, inclusa la disponibilità di consulenti e istituzioni esperti per aiutare gli agricoltori, un'associazione di produttori altamente coinvolta e il clima.

"Central Coast Extra Virgin come gruppo si riunisce circa sei volte all'anno e condivide le migliori pratiche e informazioni", ha affermato Traynor. "Questi sono coltivatori altamente dedicati che si sforzano di produrre olio extra vergine di oliva di livello mondiale. Si sono uniti e si controllano a vicenda per garantire che vengano seguite le più elevate pratiche di agricoltura, stoccaggio, confezionamento ed etichettatura”.

Traynor ha aggiunto che la costa centrale è unica a causa dei pronunciati sbalzi di temperatura diurni, con giornate calde e temperature notturne che raggiungono i 13 ºC.

"Riteniamo che questa influenza di raffreddamento sulle nostre olive consenta una stagione di crescita più lunga e produca oli con maggiore complessità ", ha affermato. "Quando la maggior parte del resto dello stato ha terminato la raccolta e la macinazione entro la fine di ottobre, la costa centrale raccoglie e produce olio fino alla fine di dicembre di ogni anno”.

Di ritorno a San Miguel, Shaana Rahman, comproprietaria di Fattorie Boccabella, ha celebrato la seconda uscita di successo della sua azienda al NYIOOC, guadagnando tre Gold Awards.

competizioni-del-nord-america-i-migliori-oli-d'oliva-un-terzo-dei-migliori-oli-d'oliva-americani-provengono-da-questa-regione-california-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Shaana Rahman

Mentre la costa centrale offre molti vantaggi agli olivicoltori per la produzione di oli di alta qualità, ha sottolineato che la differenza tra oli buoni e oli premiati risiede nel lavoro dell'agricoltore.

"L'olio d'oliva davvero eccezionale inizia con le migliori pratiche agricole ", ha detto Olive Oil Times. "Il nostro obiettivo è innanzitutto la salute del nostro frutteto e dei nostri alberi, utilizzando tecniche di agricoltura rigenerativa per garantire che le olive che coltiviamo siano le migliori".

"In primavera, durante la fioritura e l'allegagione, prestiamo molta attenzione a ciò di cui i nostri alberi hanno bisogno per produrre olive della massima qualità ", ha aggiunto. "Quando siamo pronti per la raccolta, siamo molto selettivi su quali olive vengono raccolte e spremute in olio. Raccogliamo a mano le nostre olive in modo che rimangano intatte fino al loro arrivo al frantoio”.

Per Rahman, questa attenta microgestione del processo produttivo è necessaria per garantire che solo le migliori olive vengano trasformate in oli, che vengono poi accuratamente miscelati.

"Per le nostre miscele varietali, siamo metodici nell'assaggiare e valutare l'olio d'oliva da ogni varietà e quindi trascorriamo ore, giorni e talvolta settimane bilanciando le varietà per creare qualcosa di speciale ", ha affermato.

Di ritorno a Templeton, Karen Tallent, il produttore dietro I boschetti al 41, ha anche attribuito al suo successo, e alla regione in generale, una combinazione del clima della costa centrale e del lavoro nei boschi e nel mulino.

competizioni-del-nord-america-i-migliori-oli-d'oliva-un-terzo-dei-migliori-oli-d'oliva-americani-provengono-da-questa-regione-california-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Karen Tallent

"Penso che tutti noi ci sforziamo di produrre i migliori oli possibili ", ha detto. "Di solito anche il nostro suolo e il clima sono dalla nostra parte”.

"Ci piace raccogliere un po' in anticipo, quindi evitiamo di annaffiare durante alcuni dei giorni più impegnativi, più vicini al raccolto, con l'obiettivo di un sapore un po' più intenso", ha aggiunto Tallent. "Questo raccolto anticipato è un po' più difficile da estrarre dagli alberi, quindi i nostri raccolti sono un po' più leggeri, ma oh, il sapore e polifenoli contare compensare per questo”

Quest'anno, Tallent e il resto della sua squadra al The Groves il 41 guadagnato un Gold Award per la loro miscela media. È il quarto premio che l'azienda ha vinto in cinque anni di competizione al NYIOOC.

"Siamo un piccolo produttore locale e ci godiamo la nostra base di [clienti] locale", ha affermato Tallent. "Hanno imparato a conoscere le nostre attività agricole e gli oli d'oliva, quindi quando riceviamo un grande premio come questo, è davvero un grande affare per la comunità. Festeggiamo tutti».


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti