I Produttori Biologici Pugliesi Trionfano al Concorso Mondiale

I produttori dell'Italia sudoccidentale hanno superato la Xylella fastidiosa, gli eventi meteorologici irregolari e la pandemia di Covid-19 per produrre i loro premiati oli extravergine di oliva.
Foto: Azienda Agricola Biologica Terradiva
Agosto 2, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


È una delle più importanti regioni produttrici di olio d'oliva al mondo e Puglia è ancora una volta una delle regioni in cui i produttori hanno visto i loro marchi vincere i massimi riconoscimenti al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.

I produttori pugliesi hanno dovuto superare delle sfide, tra cui il effetti della pandemia di Covid-19 sul lavoro e sul mercato, il clima imprevedibile con i suoi eventi meteorologici straordinari come siccità, ondate di calore e grandinate, e il continua diffusione della micidiale Xylella fastidiosa patogeno.

La Puglia ha il miglior geoclima per l'olivo: terreno carsico, due mari, Ionio e Adriatico, terra piatta e ricca di ferro, nessuna pioggia durante l'estate.- Pier Sante Olivotto, presidente Olivottoil Cellino

Questi eventi, insieme alla stagione dei cuscinetti alternati per gli ulivi, hanno ridotto la resa complessiva delle olive pugliesi nel 2020, con un raccolto in calo del 31.7 percento.

"Durante il periodo della pandemia siamo stati costretti a lavorare ancora di più, per l'inevitabile mancanza di manodopera e perché la natura non aspetta", Antonella Rosati, titolare di Tenuta Foggiali, Ha detto Olive Oil Times. "Ancor di più, perché abbiamo dovuto affrontare e prevenire l'ulteriore diffusione del Xylella fastidiosa batteri”.

Tenuta Foggiali è un'azienda agricola di 12 ettari e 3,000 alberi fondata nel 1895, con una consolidata tradizione di eccellenza nella coltivazione biologica.

"L'agricoltura biologica e la sostenibilità sono il nostro stile di vita”, ha affermato Rosati. "La posizione della nostra tenuta è nel mezzo della patria di ulivi millenari, che dovrebbe essere presto inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Siamo orgogliosi di prenderci cura e preservare alberi che hanno fino a 2,000 anni".

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Italia

"Per combattere la Xylella fastidiosa, proteggere gli alberi e preservare l'ambiente, abbiamo adottato mezzi di agricoltura di precisione, che ci consentono di applicare azioni rilevanti come l'irrigazione o i trattamenti sanitari solo quando necessario", ha aggiunto. "Sebbene questi dispositivi non siano in grado di rilevare i batteri Xylella in un albero, fanno parte di diversi progetti di implementazione".

Nonostante queste sfide, Tenuta Foggiali ha vinto un Gold Award per la sua Rosati Fruttato, una miscela media biologica.

"Alla fine della stagione, raccogliamo a mano separatamente le olive di ciascuna cultivar e decidiamo quali hanno le caratteristiche da includere nelle nostre due miscele ", ha affermato Rosati. "Rosati Fruttato è una miscela di diverse varietà con le proprie intense note di degustazione.”

concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-biologici-pugliesi-trionfo-al-concorso-mondiale-di-oliva

Foto: Tenuta Foggiali

"È il risultato dei nostri sforzi per bilanciare il forte aroma erbaceo di Pecholine con il robusto ma accattivante retrogusto di carciofo di Coratina e l'interessante nota pepata delle olive Cima di Melfi ", ha aggiunto.

"Riusciamo a raggiungere questo risultato perché, da assaggiatori accreditati che hanno bisogno di mantenere il palato acuto, abbiamo avuto la possibilità di assaggiare e apprezzare alcuni dei migliori oli di oliva italiani, cercando così di mettere a punto la nostra miscelazione come un prodotto unico ". continuato.

Nel frattempo, la società Rosati Monocultivar Bio ha vinto un Silver Award, superando sfide specifiche nella sua produzione per trionfare al NYIOOC.

"Solitamente raccogliamo i nostri alberi di Leccino all'inizio di ottobre, un periodo dell'anno molto delicato in cui le temperature rimangono elevate, come è successo negli ultimi anni, e si combinano con un po' di umidità notturna per nutrire il mosca di frutta d'oliva", ha detto Rosati.

"Ciò significa più lavoro per noi: il monitoraggio intenso dei frutti, il dispiegamento di trappole a base di ormoni e, alla fine, la fretta di raccogliere non appena le olive diventano viola e tengono le drupe al sicuro da eventuali attacchi della mosca", ha aggiunto.

"L'olio d'oliva che esce da questa attività ci riempie di orgoglio in quanto offre un carattere cremoso e corposo unico con un retrogusto di mandorla, molto tipico del Leccino coltivato nella nostra zona ", ha concluso Rosati.

Con il suo Gold Award, il De Robertis Chiaroscuro ha confermato la sua straordinaria qualità per il quarto anno consecutivo.

concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-biologici-pugliesi-trionfo-al-concorso-mondiale-di-oliva

Foto: De Robertis Chiaroscuro

"Siamo orgogliosi della cura che dedichiamo ai nostri alberi”, ha detto Paolo Milicic, co-titolare di De Robertis Chiaroscuro Olive Oil Times. "Abbiamo un team di arboricoltori locali di terza e quarta generazione, specialisti che comprendono a fondo le esigenze dei nostri alberi di Coratina e ci aiutano a garantire che ogni albero riceva esattamente la giusta quantità di amore e sostanze nutritive, come l'acqua al momento opportuno e nel volumi corretti.”

"Siamo molto onorati e onorati del riconoscimento che abbiamo ricevuto", ha aggiunto Milicic. "È molto soddisfacente vedere il nostro duro lavoro ricevere un tale riconoscimento anno dopo anno dalla giuria di esperti internazionali”.

Milicic ha spiegato come, di fronte alla pandemia, la sua azienda si sia rivolta ai canali di marketing digitale.

"La sfida più grande che abbiamo dovuto affrontare è venuta dalle restrizioni di viaggio che hanno limitato la nostra capacità di esplorare nuovi mercati e incontrare i clienti", ha affermato. "È difficile avere una degustazione elettronica di olive a distanza.

"Tuttavia, il nostro team è riuscito a superare questi ostacoli, ha sviluppato le nostre attività online ed è riuscito a utilizzare la tecnologia per rimanere in contatto con i nostri clienti e persino stringere nuove entusiasmanti partnership all'estero", ha aggiunto Milicic.

Azienda Agricola Biologica Terradiva è stato anche tra i produttori premiati al 2021 NYIOOC, guadagnandosi l'Oro per il suo marchio Allegro con Brio, un monovarietale Coratina biologico.

concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-biologici-pugliesi-trionfo-al-concorso-mondiale-di-oliva

Foto: Azienda Agricola Biologica Terradiva

"È un olio extra vergine di oliva speciale che proviene da un territorio molto specifico, con una propria identità, profumi di erbe e un sapore complesso con equilibrate note amare e piccanti ", ha detto la titolare Angela Lobascio Olive Oil Times. "È un olio extra vergine di oliva che racconta la storia di un'intera famiglia e la sua ricerca della qualità”.

Terradiva ha radici antiche nel suo territorio, con la scelta dell'azienda di seguire protocolli di agricoltura biologica che risale al 1998.

Lobascio ha affermato che il lavoro sugli ulivi e l'approccio alla commercializzazione dei loro oli extra vergini di oliva dovevano essere completamente riorganizzati sulla scia della pandemia.

"Abbiamo dovuto affrontare la sospensione delle spedizioni ai ristoranti e a quei piccoli negozi di alimentari gastronomici di alta qualità che non avevano servizi di consegna a domicilio organizzati", ha detto.

"Abbiamo visto crescente domanda da parte delle famiglie, gruppi d'acquisto cooperativi e clienti privati ​​per lo più localizzati nel centro-nord Italia”, ha aggiunto Lobascio, riferendosi anche all'elevato numero di vendite dello shop online dell'azienda con i suoi clienti europei.

Ha spiegato come durante la pandemia il "il contatto diretto e l'interazione umana tra la nostra azienda a conduzione familiare e i nostri clienti sono diventati ancora più rilevanti. Abbiamo visto persone considerare la qualità, la sicurezza e l'origine degli ingredienti alimentari che stavano acquistando di più”.

Nel frattempo, vicino al Salento, sulla costa orientale della Puglia con il Mar Ionio, i produttori dietro Olivottoil Cellino hanno celebrato il Silver Award per una miscela che proviene da circa 900 alberi, la maggior parte dei quali ha circa 50 anni.

concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-biologici-pugliesi-trionfo-al-concorso-mondiale-di-oliva

Foto: Olivottoil Cellino

"Olivottoil Cellino proviene dalle olive Cellina e Cima di Melfi", ha detto Pier Sante Olivotto, presidente dell'aziendo olive oil Times. "Sono stati selezionati per produrre un olio extra vergine di oliva unico, sano e gustoso: olive Cellina per la loro vitamina E e il colore giallo, olive Pecholine-Cima di Melfi per la loro polifenoli e colore verde.”

Sante Olivotto ha sottolineato che Olivottoil punta sulle qualità salutari dell'olio extra vergine di oliva.

"Pensiamo all'olio extra vergine di oliva come al miglior superfood di sempre ", ha affermato. "La maggior parte dei micronutrienti deve essere liposolubile per diventare biodisponibile e l'olio d'oliva è il veicolo perfetto per portarli a tutte le cellule del nostro corpo dopo l'ingestione".

"I micronutrienti entrano nelle olive per difenderle dagli attacchi di insetti durante la stagione secca", ha affermato Sante Olivotto. "I polifenoli sono nella buccia delle olive per portare l'amaro difensivo e i tocoferoli nelle noci, che danno vita a un nuovo albero.

Nonostante gli ulivi; difese naturali e proprietà salutari, Sante Olivotto ha anche sottolineato l'urgenza necessaria per fermare la diffusione della Xylella fastidiosa.

"Chiediamo una chiamata alle armi ai centri di ricerca mondiali per collaborare nell'aiutare l'Italia a combattere la malattia che sta progressivamente uccidendo i 60 milioni di ulivi in ​​questa regione ", ha affermato.

"La Puglia ha il miglior geoclima per le olive: terreno carsico, due mari, Ionio e Adriatico, terra piatta e ricca di ferro, nessuna pioggia durante l'estate. Si trova al 40th parallelo e dispone di 3,000 fresatrici”, ha aggiunto Sante Olivotto.

Giovanni Simeone, il proprietario dell'antico Masseria Fortificata Pavoni, ha ampliato la tradizionale azienda agricola fondata nel 18th secolo.

concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-produttori-biologici-pugliesi-trionfo-al-concorso-mondiale-di-oliva

Foto: Masseria Fortificata Pavoni

I suoi oli extra vergini di oliva hanno più volte confermato la loro qualità, conquistando i massimi riconoscimenti al NYIOOC. Nell'edizione 2021, l'azienda ha vinto un Gold Award e un Silver Award per una coppia di oli monovarietali.

"I miei ricordi da bambino sono legati agli ulivi che coltivava mio nonno, alla gioiosa stagione della raccolta, ricordi indimenticabili per me ", ha detto Simeone Olive Oil Times.

Quando la Fattoria Pavoni è entrata a far parte della sua Masseria, Simeone si è adoperato per ricollegarla al territorio.

"Ha ulivi sparsi su 20 ettari. La prima cosa che ho fatto è stata ripristinare la sua dignità trasformando l'intera operazione in agricoltura biologica", ha detto "Una volta ottenute le certificazioni di agricoltura biologica, sono diventato un assaggiatore di olio d'oliva certificato a Roma. ”

"Dal 2016 abbiamo vinto Gold Awards al NYIOOC”, ha aggiunto Simeone. "I nostri oli di oliva vengono esaminati ogni anno da Accredia, che ne certifica le qualità organolettiche e chimiche. È una vera passione che spero di trasmettere a tutti i miei clienti”.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti