7 Superfoods che possono ridurre il rischio di ictus

Sette alimenti e bevande di tutti i giorni sono stati trovati per ridurre il rischio di ictus in studi di popolazione su larga scala.

Giu. 29, 2016
Di AC Anschuetz

Notizie recenti

L'ictus è la terza causa di morte negli Stati Uniti e la principale causa di disabilità a lungo termine. Un ictus si verifica quando un vaso sanguigno che trasporta sostanze nutritive e ossigeno al cervello viene bloccato da un coagulo (ictus ischemico) o da rotture (ictus emorragico). Molti fattori legati allo stile di vita, compresa l'alimentazione, possono influire sulle probabilità di soffrire di a "attacco cerebrale. ”Ecco sette cibi e bevande di tutti i giorni che sono stati trovati per ridurre il rischio di ictus negli studi su larga scala della popolazione. Potresti essere piacevolmente sorpreso da alcuni degli elementi nell'elenco.

Pomodori

I pomodori sono la fonte più ricca di un carotenoide chiamato licopene. Questo potente antiossidante aiuta a ridurre la formazione di placca nelle arterie, che può portare a ictus. In uno studio finlandese pubblicato sulla rivista Neurology, 1,031 uomini di età compresa tra 46 e 65 anni sono stati sottoposti a esami del sangue e sono stati seguiti per una media di 12 anni. Gli uomini con i più alti livelli di licopene nel sangue avevano il 59% in meno di probabilità di avere un ictus a causa di coaguli di sangue e il 55% in meno di probabilità di avere qualsiasi tipo di ictus, rispetto a quelli con i livelli più bassi.

Avocado

Alimenti ricchi di potassio come avocado, patate dolci e banane potrebbero ridurre il rischio di ictus nelle donne in post-menopausa. I ricercatori dell'Albert Einstein College of Medicine di New York hanno seguito 90,137 donne dai 50 ai 79 anni per una media di 11 anni. Le donne con più potassio nella dieta avevano il 16% in meno di probabilità di avere un ictus causato da un coagulo di sangue e il 12% in meno di probabilità di soffrire di un ictus in generale, rispetto al gruppo che consumava le più basse quantità di potassio. Un avocado di medie dimensioni fornisce il 28 percento dell'indennità giornaliera raccomandata di potassio.

pubblicità

Olio d'oliva

L'olio d'oliva può ridurre il rischio di ictus proteggendo da condizioni come l'ipertensione e il colesterolo alto. I ricercatori dell'Università di Bordeaux in Francia hanno chiesto a 7,625 persone di 65 anni di età quanto spesso usavano l'olio d'oliva in cucina o come condimento. Hanno quindi seguito i dati delle cartelle cliniche dei partecipanti nel corso di cinque anni. Il rischio di ictus era inferiore del 41% nelle persone che usavano regolarmente l'olio d'oliva, rispetto a quelli che non lo usavano mai. I ricercatori osservano che per proteggere dall'ictus, l'olio d'oliva dovrebbe essere usato in alternativa ad altri oli vegetali.

Pesce

L'omega-3, il selenio, la vitamina D e alcuni tipi di proteine ​​nei pesci potrebbero aiutare a proteggere dall'ictus. Un'analisi internazionale pubblicata sulla rivista Stroke ha combinato i dati di 15 studi condotti negli Stati Uniti, in Europa, in Cina e in Giappone. In totale, a circa 400,000 persone dai 30 ai 103 anni è stato chiesto con quale frequenza mangiassero i pesci, quindi hanno seguito per un massimo di 30 anni per vedere chi ha subito un ictus. Le persone che mangiavano più pesci avevano il 12 percento in meno di probabilità di avere un ictus rispetto a quelle che mangiavano di meno. Tuttavia, questo vantaggio non è stato visto in coloro che hanno mangiato più pesce fritto e sandwich di pesce.

caffè

Il caffè può ridurre il rischio di ictus riducendo l'infiammazione e rendendo le cellule più sensibili all'insulina. Uno studio svedese ha raccolto dati sulle abitudini di consumo del caffè di 34,670 donne dai 49 agli 83 anni e le ha seguite per una media di 10 anni. Coloro che bevevano da una a cinque tazze di caffè al giorno avevano un rischio di ictus inferiore del 22-25-XNUMX%, rispetto a quelli che bevevano in media meno di una tazza di caffè al giorno. I benefici protettivi del caffè non sono stati influenzati da fattori di rischio di ictus come fumo, obesità e ipertensione.

Cioccolato

Due barrette di cioccolato al giorno potrebbero ridurre il rischio di eventi cardiovascolari come infarto e ictus. I ricercatori dell'Università di Aberdeen in Scozia hanno raccolto dati sulle abitudini di merenda di 21,000 persone durante uno studio di 12 anni. Hanno scoperto che coloro che mangiavano fino a 3.5 once di cioccolato ogni giorno avevano un rischio inferiore del 23% di soffrire di un ictus e un rischio inferiore del 25% di morire di malattie cardiache. I flavonoidi e altri composti nel cioccolato possono avere un effetto protettivo.

Un bicchiere di vino

Un moderato consumo di alcol può aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue e placche arteriose. I ricercatori del Brigham and Women's Hospital di Boston hanno analizzato i dati di 83,578 donne che avevano dai 30 ai 55 anni all'inizio dello studio. I partecipanti hanno fornito informazioni sulle loro abitudini di consumo ogni quattro anni per un massimo di 30 anni. Coloro che consumavano in media da ½ a 1½ bevande alcoliche al giorno avevano un rischio di ictus dal 17 al 21% inferiore rispetto a quelli che si astenevano. Le donne che consumavano in media da due a tre bevande al giorno presentavano un rischio leggermente ridotto di ictus emorragico, ma un aumento del rischio di ictus ischemico.

Oltre a seguire una dieta sana, è possibile ridurre ulteriormente le possibilità di avere un ictus, essendo consapevoli dei principali fattori di rischio e apportando le modifiche appropriate allo stile di vita. Fai controllare regolarmente la pressione del sangue e, se necessario, prendi provvedimenti per controllarla. Se fumi, smetti. Osserva il tuo peso e mira ad almeno 30 minuti di attività fisica ogni giorno.

Related News