Bucce di mela, uva rossa, curcuma aiutano a prevenire la crescita del cancro alla prostata nei topi

Uno studio ha identificato una combinazione di nutrienti da alimenti che sono più efficaci contro il cancro alla prostata rispetto ai farmaci esistenti se vengono ingeriti in concentrazioni superiori a quelle riscontrate in una dieta sana.

Agosto 17, 2017
Di Mary West

Notizie recenti

I ricercatori dell'Università del Texas ad Austin hanno identificato bucce di mela, uva rossa e curcuma come agenti naturali contenenti composti che possono aiutare a prevenire la crescita del cancro alla prostata. Il loro effetto combinato si è rivelato maggiore dei loro effetti separati.

Questi nutrienti hanno potenziali proprietà anticancro e sono prontamente disponibili.- Stefano Tiziani, Università del Texas ad Austin

Il cancro alla prostata, il tumore maligno più comune che affligge gli uomini, si sviluppa lentamente e spesso senza alcun sintomo nelle prime fasi. Secondo l'American Cancer Society, gli uomini 161,360 negli Stati Uniti saranno diagnosticati con la malattia quest'anno, il che comporterà decessi 26,730.

Lo studio pubblicato su Precision Oncology ha utilizzato una nuova tecnica per identificare i composti a base vegetale in grado di combattere il cancro alla prostata. Invece di testare un singolo agente alla volta come la maggior parte degli studi, ha esaminato numerosi agenti per accertare quali combinazioni sarebbero state più efficaci.

"Dopo aver esaminato una libreria di composti naturali, abbiamo sviluppato uno sguardo imparziale alle combinazioni di nutrienti che hanno un effetto migliore sul cancro alla prostata rispetto ai farmaci esistenti ", ha detto l'autore corrispondente Stefano Tiziani, assistente professore presso il Dipartimento di Scienze Nutrizionali e Dell Pediatric Research Institute presso l'UT Austin. "Il bello di questo studio è che siamo stati in grado di inibire la crescita del tumore nei topi senza tossicità. "

Negli ultimi anni, alcune ricerche sul cancro hanno indicato che i composti del tè verde, della curcuma e della buccia di mela possono ridurre l'infiammazione, che è uno dei fattori di rischio per il cancro. Le persone con un disturbo che causa infiammazione cronica, come l'obesità, una malattia autoimmune o un'infezione di vecchia data, hanno un elevato rischio di cancro a causa del danno che la condizione perpetra sulle cellule normali.

Il nuovo studio è stato condotto in due fasi: in primo luogo, i composti naturali 142 sono stati testati su topi e cellule tumorali della prostata umana in provette per determinare quali inibivano la crescita della malignità. Gli agenti sono stati testati sia singolarmente che in combinazione con altri.

Successivamente, i più promettenti sono stati testati su topi con cancro alla prostata. Questi includevano il rosmarino; resveratrolo, un composto che si trova nell'uva rossa; la curcumina, la parte della spezia curcuma che conferisce il colore giallo; e acido ursolico, un composto che si trova nelle bucce di mela.

"Questi nutrienti hanno potenziali proprietà anticancro e sono prontamente disponibili ", ha affermato Tiziani. "Abbiamo solo bisogno di aumentare la concentrazione oltre i livelli trovati in una dieta sana per avere un effetto sulle cellule del cancro alla prostata ".

Come funzionano questi tre alimenti insieme? Quando l'acido ursolico nella buccia della mela si combina con il resveratrolo o la curcumina, impedisce alle cellule tumorali di consumare un nutriente di cui hanno bisogno per crescere: la glutammina. Questa strategia di bloccare l'assorbimento della glutammina con i nutrienti prontamente disponibili nella dieta è molto vantaggiosa, poiché non comporta effetti collaterali.

La ricerca mostra il ruolo della dieta nella lotta contro il cancro. Le persone tendono a sentire che il loro rischio di sviluppare il cancro è determinato principalmente dalla genetica; tuttavia, la dieta è fondamentale perché determina l'espressione genica. Ajay Goel del Baylor Scott and White Research Institute e Charles A. Sammons Cancer Center hanno spiegato l'idea Olive Oil Times.

"Questo è uno studio affascinante che si basa sul concetto che 'siamo ciò che mangiamo, 'poiché la nostra dieta ha una profonda influenza su chi e cosa siamo. Non abbiamo alcun controllo sulla nostra genetica, sul nostro DNA; ma abbiamo il controllo completo su ogni singola cosa che mettiamo in bocca ogni giorno ", ha detto Goel.

"Come mostrato in questo studio, i principi attivi nelle mele, nell'uva e nella curcuma hanno una potente attività anti-cancro per il cancro alla prostata; ma ancora più importante, c'è un enorme grado di sinergismo tra questi composti. Dimostra che sebbene i singoli componenti alimentari possano essere molto potenti, funzionano meglio se ingeriti insieme. Ciò mostra il valore di mangiare una dieta equilibrata e sana, specialmente quella che include molta frutta, verdura, erbe ecc.

"Tali cambiamenti sono relativamente facili da incorporare nella nostra vita quotidiana e possono alterare il modo in cui guardiamo al processo della malattia. Una dieta nutriente può aiutare a prevenire le malattie, ritardarne l'insorgenza o persino produrre benefici terapeutici: ha aggiunto.

"Alla fine della giornata, non è la nostra genetica che determina il peso della malattia; ma è la nostra epigenetica che controlla l'espressione genica, che è direttamente controllata da fattori dietetici e di stile di vita ".



Related News

Feedback / suggerimenti