Salute

Alcuni esperti contestano l'AHA Warning sui grassi saturi, olio di cocco

Dopo l'avvertimento dell'American Heart Association circa il contenuto di grassi saturi dell'olio di cocco, alcuni esperti hanno valutato e trovato lo studio dell'organizzazione sanitaria che desidera.

Giu. 18, 2017
Di Anthony Vasquez-Peddie

Notizie recenti

Sulla scia dell'American Heart Association avvertimento sul contenuto di grassi saturi di olio di cocco, alcuni esperti hanno valutato e trovato desideroso lo studio dell'organizzazione sanitaria.

È la scelta della ciliegia, ed è il modo in cui un avvocato sviluppa una discussione, ma non il modo in cui uno scienziato lavora per stabilire conoscenze affidabili.- Gary Taubes

L'AHA ha pubblicato un Advisory presidenziale affermando che l'olio di cocco conteneva più grassi saturi rispetto al burro e al grasso di manzo. Si raccomanda inoltre di limitare l'assunzione di grassi saturi per evitare l'innalzamento "cattivi livelli di colesterolo e prevenire le arterie ostruite e le condizioni cardiache.

I critici mettono in discussione la metodologia dell'AHA nel trovare queste conclusioni.

Fabian Dayrit, presidente dei chimici integrati delle Filippine, pubblicato un articolo affermando che ci sono "errori e pregiudizi sperimentali "nello studio su cui l'AHA ha basato le sue raccomandazioni. "Esperimenti difettosi hanno portato a linee guida difettose ", ha detto.

"Diminuire efficacemente i grassi saturi significa un aumento dei grassi insaturi nella dieta. Il risultato effettivo è stato un aumento dei grassi omega-6 e un elevato rapporto grassi omega-6 e omega-3. Questo rapporto insalubre è stato collegato alle malattie cardiache, la stessa malattia che l'AHA vuole colpire, nonché il cancro e le malattie infiammatorie ".

pubblicità

Dayrit, che è anche presidente del Comitato consultivo scientifico per la salute della comunità asiatica e del Pacifico, ha affermato che gli avvertimenti contro i grassi saturi si basano su studi di Ancel Keys nelle 1950s.

"L'ipotesi di Keys, generalmente nota come ipotesi satura di colesterolo grasso-grasso-cardiaco, afferma che i grassi saturi aumentano il colesterolo sierico che a sua volta aumenta il rischio di malattie cardiache ", ha detto.

Ha aggiunto che Keys ha usato olio di cocco idrogenato in uno dei suoi studi.

"L'uso di grassi idrogenati in questo studio sull'alimentazione mette in dubbio la validità delle conclusioni di questo lavoro sugli effetti dell'olio di cocco ", ha affermato Dayrit. "Già negli anni '1920 si sapeva che l'idrogenazione degli oli vegetali produceva grassi trans. Nel 1957, lo stesso anno in cui uscirono entrambi i documenti di Keys, fu riportato che i grassi trans venivano depositati in vari tessuti umani, come i tessuti adiposi, il fegato, il tessuto aortico e l'ateroma di coloro che morirono di aterosclerosi. In un articolo del 1961 sui grassi idrogenati, lo stesso Keys notò che gli oli idrogenati aumentavano il colesterolo sierico e i trigliceridi. Pertanto, l'aumento del colesterolo sierico osservato da Keys potrebbe essere stato dovuto ai grassi trans nella margarina e nell'olio di cocco idrogenato e questo renderebbe le sue conclusioni non valide. "

Gary Taubes, uno scrittore scientifico pluripremiato, ha portato l'AHA al compito sul suo uso apparentemente selettivo del materiale di base.

"Si tratta della scelta della ciliegia, ed è il modo in cui un avvocato sviluppa una discussione, ma non il modo in cui uno scienziato lavora per stabilire una conoscenza affidabile, che è l'obiettivo dell'impresa ”, ha scritto in un articolo di opinione.

Taubes, autore di libri come Good Calories, Bad Calories, Why We Get Fat e The Case Against Sugar, incarica l'AHA di ignorare gli studi che non supportano la sua posizione contro l'uso di grassi saturi.

"L'AHA conclude che solo quattro studi clinici sono mai stati condotti con una metodologia sufficientemente affidabile per consentire loro di valutare il valore della sostituzione degli acidi grassi saturi con acidi grassi polinsaturi e conclude che questa sostituzione ridurrà gli attacchi di cuore del 30 percento ", ha affermato. "Queste quattro prove sono quelle lasciate dopo che gli esperti dell'AHA hanno sistematicamente esaminato le altre e trovato ragioni per respingere tutto ciò che non ha trovato un così grande effetto positivo, incluso un numero significativo che è accaduto per suggerire il contrario. "

Taubes aggiunge che l'AHA ignora i risultati di alcuni dei più grandi studi mai condotti, tra cui il Minnesota Coronary Survey, il Sydney Heart Study e la Women's Health Initiative.

"Consciamente o inconsciamente, presumono che ciò che pensano sia vero sicuramente lo sia, e quindi eliminano metodicamente il negativo e accentuano il positivo fino a quando non riescono a dimostrare che hanno sicuramente, chiaramente e inequivocabilmente ragione ”.

Anthony Pearson, cardiologo dell'ospedale St. Lukes of Chesterfield di St. Louis, ha affermato in un post sul suo blog che le raccomandazioni dell'AHA sono errate perché non tutti gli acidi grassi sono uguali.

"I tipi di grassi saturi nell'olio di cocco differiscono notevolmente sia dagli acidi grassi saturi da latte sia dagli acidi grassi saturi di manzo. Alcuni acidi grassi saturi possono avere effetti benefici sui lipidi nel sangue, sul peso e sulla salute cardiovascolare ", ha affermato. "I tipi di acidi grassi insaturi negli oli vegetali differiscono notevolmente e possono avere effetti differenziali sulla salute cardiovascolare ".

Ha aggiunto: "Sebbene contengano molti grassi saturi, gli acidi grassi saturi nell'olio di cocco sono drasticamente diversi dalle altre fonti alimentari di acidi grassi saturi Gli acidi grassi a catena media come l'acido laurico, che compongono il cocco, vengono assorbiti e metabolizzati in modo diverso dalla catena lunga acidi grassi trovati nel grasso animale ”, ha scritto Pearson.



Related News