FDA consente la salute cardiovascolare sulle etichette di olio d'oliva

Una nuova "indicazione sulla salute qualificata" consente agli imbottigliatori di affermare che il loro prodotto migliora la salute del cuore se consumato anziché i grassi di origine animale.

Novembre 26, 2018
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha annunciato che consentirà a tutte le bottiglie di olio d'oliva di trasportarne una nuova "indicazione sulla salute qualificata "sulle loro etichette.

I produttori di olio d'oliva possono ora scegliere di pubblicizzare il loro prodotto come alternativa salutare per il cuore ai grassi di origine animale per cucinare e preparare alimenti.

"Prove scientifiche di supporto ma non conclusive suggeriscono che il consumo giornaliero di circa 1.5 cucchiai di oli contenenti alti livelli di acido oleico, può ridurre il rischio di malattia coronarica ”, ha scritto Scott Gottlieb, capo dell'agenzia, in un post sul blog.

"L'affermazione dovrà inoltre chiarire che per ottenere questo vantaggio, questi oli dovrebbero sostituire i grassi e oli più ricchi di grassi saturi e non aumentare il numero totale di calorie che mangi in un giorno ", ha aggiunto.

Oltre all'olio d'oliva, alcuni tipi di oli di alghe, colza, cartamo e girasole potranno utilizzare anche la richiesta qualificata.

Lo ha detto Joseph R Profaci, direttore esecutivo della North American Olive Oil Association Olive Oil Times che, nonostante l'olio d'oliva abbia già un'indicazione sulla salute qualificata, è incoraggiato dalle misure proattive prese dall'attuale amministrazione per adottare questo tipo di regolamenti.

"L'olio d'oliva ha avuto le sue qualifiche sulla salute per anni, [ma] pochissime aziende lo hanno usato perché richiede un disclaimer piuttosto esteso e lo spazio delle etichette è un premio ", ha detto.

"Ciò che trovo incoraggiante riguardo all'annuncio è che indica la volontà dell'attuale amministrazione della FDA di adottare cambiamenti e regolamenti che aiutino i consumatori a fare delle scelte sulla propria salute ", ha aggiunto Profaci. "Speriamo che si traduca in una volontà di adottare uno standard di identità per gli oli di oliva nel prossimo futuro. "

L'FDA ha fatto l'annuncio lunedì in risposta a una petizione inviata all'agenzia da Corbion Biotech, Inc, ma ha smesso di consentire a questi oli di utilizzare un "indicazione sulla salute autorizzata "sulle loro etichette, che richiede "significativo accordo scientifico. "

"La FDA ha valutato le prove scientifiche fornite con la petizione e altre prove relative all'affermazione proposta, "Douglas Balentine, direttore dell'Ufficio per l'alimentazione e l'etichettatura degli alimenti presso il Centro per la sicurezza alimentare e la nutrizione applicata, ha scritto in risposta alla petizione .

"Sulla base di questa revisione, la FDA ha stabilito che le prove scientifiche a sostegno dell'indicazione sulla salute proposta non erano conformi 'significativo accordo scientifico "norma della legge sugli alimenti convenzionali", ha aggiunto.

La FDA ha esaminato sette piccoli studi mentre ne ha preso la decisione, di cui sei hanno indicato che i partecipanti che hanno sostituito i grassi animali con oli ad alto contenuto di oleico presentavano un rischio ridotto di malattia coronarica.

"La scienza alla base della nuova indicazione sulla salute qualificata per l'acido oleico, sebbene non conclusiva, è promettente ”, ha scritto Gottlieb.

"Sei degli studi hanno scoperto che coloro che sono stati assegnati in modo casuale a consumare diete contenenti oli con alti livelli di acido oleico in sostituzione di grassi e olii più ricchi di grassi saturi hanno sperimentato un modesto abbassamento del loro colesterolo totale e lipoproteine ​​a bassa densità dannose per il cuore ( LDL) livelli di colesterolo rispetto a quelli che hanno mangiato una dieta più occidentale che era più ricca di grassi saturi. "

Il governo sta permettendo etichette sanitarie come queste nella speranza che incoraggino le persone a mangiare cibi più nutrienti e sani e che, a loro volta, contribuiranno a ridurre i tassi di malattie croniche associate a diete povere, tra cui diabete di tipo 2, obesità e persino il cancro.

"I consumatori dovrebbero avere accesso a etichette alimentari chiare e trasparenti che consentano loro di fare scelte intelligenti a vantaggio di se stessi e delle loro famiglie ", ha concluso Gottlieb.





Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. liliana scarafia dice:

    Questo articolo necessita di chiarimenti.
    Sotto quale aspetto c'è una modifica alle precedenti sentenze della FDA risalenti al 2004 e al 2007, come mostrato di seguito?

    "A partire dal novembre 2004, la FDA statunitense ha consentito ai prodotti petroliferi OLIVE di presentare la seguente dichiarazione:
    Prove scientifiche limitate e non conclusive suggeriscono che mangiare circa 2 cucchiai (23 grammi) di oliva
    olio ogni giorno può ridurre il rischio di malattia coronarica a causa del grasso monoinsaturo in olio d'oliva. Per
    raggiungere questo possibile vantaggio, l'olio di oliva è di sostituire una quantità simile di grassi saturi e non aumentare il
    numero totale di calorie che mangi in un giorno. Una porzione di questo prodotto contiene [x] grammi di olio d'oliva.
    A partire dal 2007, la FDA statunitense ha consentito ai prodotti petroliferi CANOLA di presentare la seguente dichiarazione:
    Prove scientifiche limitate e non conclusive suggeriscono che mangiare circa 1 cucchiaio e mezzo (1 grammi) di
    l'olio di canola ogni giorno può ridurre il rischio di malattia coronarica a causa del contenuto di grassi insaturi nella canola
    olio. Per ottenere questo possibile beneficio, l'olio di canola deve sostituire una quantità simile di grassi saturi e non
    aumenta il numero totale di calorie che mangi in un giorno. Una porzione di questo prodotto contiene [x] grammi di
    olio di canola.
    A partire dal 2007, la FDA degli Stati Uniti ha consentito ai prodotti petroliferi di MAIS di recare la seguente dichiarazione:
    Prove scientifiche molto limitate e preliminari suggeriscono che mangiare circa 1 cucchiaio (16 grammi) di mais
    olio ogni giorno può ridurre il rischio di malattie cardiache a causa del contenuto di grassi insaturi nell'olio di mais. La FDA conclude
    che ci sono poche prove scientifiche a sostegno di questa affermazione. Per ottenere questo possibile vantaggio, l'olio di mais è quello di
    sostituisci una quantità simile di grassi saturi e non aumenta il numero totale di calorie che mangi in un giorno. ”

Related News