L'olio d'oliva topico previene le ulcere da pressione nei pazienti immobilizzati

L'applicazione topica dell'olio extravergine d'oliva è un'alternativa più conveniente per prevenire le ulcere da decubito nei pazienti immobilizzati con gli stessi risultati benefici dei prodotti per la cura della pelle comunemente usati.

Marzo 30, 2016
Di Jedha Dening

Notizie recenti

Le ulcere da pressione sono un problema comune della pelle che causa oneri sanitari, economici e sociali. Le ulcere possono comparire ovunque sul corpo, ma poiché sono più comuni nei pazienti immobilizzati, in particolare negli anziani, sono più frequenti sull'osso sacro, sui fianchi e sui talloni.

Un'ulcera da pressione è una lesione cutanea, una ferita che viene prodotta in conseguenza di un inadeguato apporto di sangue nell'area. La pressione si accumula quando il tessuto molle viene compresso tra due piani, ad esempio il letto d'ospedale, il tessuto molle e il peso dell'osso iliaco del paziente. Le ulcere possono portare alla necrosi (morte del tessuto corporeo) e quindi possono anche interessare le articolazioni, le ossa e influire notevolmente sulla qualità della vita.

Le strategie per prevenire le ulcere da decubito comprendono la valutazione dei fattori di rischio, l'uso di superfici di supporto, il riposizionamento del paziente, il mantenimento di uno stato nutrizionale ottimale, l'idratazione e la cura della pelle. L'industria farmaceutica ha lanciato prodotti per la cura della pelle che contengono oli derivati ​​da acidi grassi iperossigenati (HOFA) per il trattamento delle ulcere da pressione.

Sebbene ci siano studi che dimostrano l'efficacia dei prodotti per la cura della pelle HOFA, il costo è elevato, in particolare quando è richiesto un trattamento continuo. In uno studio, pubblicato su PLOS ONE, Lupiañez-Perez e Colleghi si ordinano per determinare se l'uso dell'olio d'oliva potrebbe ottenere risultati benefici simili per i pazienti immobilizzati.

Gli autori riferiscono che, "L'olio d'oliva contiene tra 330 e 500 mg di polifenoli per chilogrammo di grasso e meno di 20 mEq di perossido per chilogrammo di grasso. È compatibile con i tessuti umani ciò che lo converte in un prodotto ideale per l'uso a tema ". Per non parlare dell'acido oleico, degli antiossidanti naturali come l'idrossitirosolo e del tirosolo e l'elevata resistenza ai processi ossidativi, che hanno ispirato l'ipotesi che l'olio d'oliva potrebbe essere un trattamento più economico per le ulcere da pressione con benefici simili ai prodotti per la cura della pelle HOFA.

Secondo gli autori, i soggetti selezionati per lo studio di follow-up di 16 settimane erano simili "i soggetti esaminati negli studi di efficacia HOFA. " Nello studio di follow-up di 16 settimane, l'incidenza delle ulcere da pressione di stadio 2 è stata misurata come esito principale in 915 pazienti (età media dei pazienti 80.56 anni) che sono stati randomizzati all'applicazione HOFA o "due applicazioni al giorno della formula a base di olio d'oliva, sulle zone cutanee dell'osso sacro, fianchi e talloni ”sotto forma di 0.33 ml per ciascuna spruzzatura. Lo spray liquido conteneva il 97% di olio extravergine di oliva e il 3% di hypericum perforatum e menta piperita.

Gli autori concludono che il "i risultati ottenuti confermano la non inferiorità del trattamento con olio d'oliva; non ci sono state differenze che superano il limite inferiore dell'intervallo di confidenza e quindi la terapia con olio d'oliva raggiunge un'efficace prevenzione delle ulcere da pressione in queste circostanze. "

Ad esempio, i valori specifici per il sacro con 8 soggetti in entrambi i gruppi erano 2.55% per l'olio d'oliva e 3.08% per HOFA. È anche importante notare che studi precedenti su HOFA non sono mai stati condotti oltre un mese. Pertanto, la durata di questo studio fornisce un significato clinico per l'efficacia dell'olio d'oliva come agente topico.

Come suggeriscono gli autori, "Il minor costo del prodotto lo rende più accessibile alla popolazione in generale e al sistema sanitario e offre una valida alternativa al trattamento standard HOFA promettendo una significativa riduzione della spesa farmaceutica e alleviando gli oneri posti al personale sanitario e ai caregiver, riducendo l'incidenza delle ulcere da pressione. "


Related News

Feedback / suggerimenti