I produttori croati di olio d'oliva hanno continuato a lasciare il segno NYIOOC World Olive Oil Competition vincendo più premi con ogni anno a venire. Quaranta premi sono andati agli oli d'oliva croati a 2018 NYIOOC rispetto a 22 in 2017 e nove in 2016.

Il nostro obiettivo è allargare gli orizzonti e attraversare i confini nel mondo dell'olio d'oliva, mantenendo sempre una sola promessa di qualità.- Jelena Cvetković, Kozlović

Nel complesso, la Croazia è arrivata fifth place this year con il maggior numero di premi dopo l'Italia, la Spagna, gli Stati Uniti e la Grecia: una performance straordinaria per un piccolo paese con una popolazione di soli 4.2 milioni. Tra i marchi 45 presentati dai produttori croati, 40 ha vinto premi: un tasso di successo del 89 per cento. Come un piccolo paese produttore che non può fornire in termini di quantità, eccelle in termini di qualità.
Guarda anche: The Best Olive Oils from Croatia
Tra i premi 40 assegnati ai produttori croati c'erano 27 Golds, 11 Silvers e due Best of Class. La maggior parte dei premi, compresi i due Best in Class e gli 21 Gold, sono stati assegnati ai produttori della regione nord-occidentale dell'Istria, una penisola nel mare Adriatico settentrionale.

I premi Best in Class sono andati a De Kleva, una miscela media prodotta da OPG Buršić Marija a Verteneglio, nell'Istria settentrionale; e il Buža monovarietale Bembo by OPG Lupić situato a Bale, nel sud della penisola.

Mili Kus è stato l'unico produttore che ha viaggiato dalla Croazia a New York per la cerimonia di premiazione.

Il produttore di Oliva Lucia, Mili Kus, ha ricevuto un Gold Award da NYIOOC Presidente Curtis Cord aprile 26

"Sono andato a New York con basse aspettative", ha detto Kus Olive Oil Times. "La fine di aprile è di solito molto impegnativa perché è quando sto potando i miei alberi, ma sono contento di essere stato in grado di recarmi a New York. Volevo essere parte dell'esperienza e incontrare altri produttori. Quando sono arrivato alla premiazione ho visto che c'erano degli oli di oliva 100 in mostra ma il mio non c'era. "Non ho fatto il voto?" Mi chiedevo. Ma ero felice di vedere così tanti dall'Istria. Ho anche avuto la possibilità di parlare con alcuni dei giudici e mi hanno detto che la qualità delle voci era molto alta ".

L'anno scorso l'Oliva Lucia di Kus è stata premiata con un argento. Quest'anno è tornata in Croazia con un premio d'oro nella sua valigia. "Quando ho sentito che Oliva Lucia ha annunciato come il vincitore di un Gold Award, non riuscivo a crederci! Sono salito sul palco per prendere il mio trofeo e il resto della serata è stato solo un mosso ".

La maggior parte dei vincitori della Croazia di quest'anno sono vincitori ripetuti. Tra i partecipanti per la prima volta ci sono alcuni produttori affermati. Uno di questi è Chiavalon. Come molti produttori locali, questa è un'azienda a conduzione familiare gestita dai fratelli Sandi e Tedi Chiavalon e con sede a Vodnjan, nell'Istria meridionale.

"Sì, è la prima volta che partecipiamo a questa grande competizione", ha confermato Tedi. "Abbiamo deciso di entrare perché era importante per noi vedere come avrebbe reagito New York al nostro olio d'oliva. Abbiamo vinto così tanti premi da tutto il mondo, vincendo l'oro praticamente ad ogni competizione. "

Tedi e Sandi Chiavalon

I fratelli hanno vinto un argento a 2018 NYIOOC per il loro organico Ex Albis olio, una miscela media descritta come "ricca di aromi e fruttato con pungenza equilibrata e amarezza".

"Abbiamo inviato il nostro olio Ex Albis alla concorrenza perché riteniamo che ci rappresenti meglio", ha dichiarato Tedi. "È una miscela di cinque varietà autoctone istriane: Buža, Crnica, Istarska Bjelica, Rožinjola e Moražola. Ristabilisce l'amarezza e la speziatura ed è un olio a tutto tondo che può essere usato con tutto. "

"Esportiamo in molti paesi asiatici e negli ultimi tre anni esportiamo anche negli Stati Uniti e siamo molto orgogliosi di questo perché è un mercato enorme", ha aggiunto. "Non siamo un grande produttore, ma prestiamo attenzione ad ogni singolo dettaglio del processo di produzione per garantire la massima qualità. Abbiamo investito in una fresatrice a due fasi Mori, quindi ora possiamo controllare personalmente ogni fase del processo fino al prodotto finale. Niente è meglio dell'elaborazione del proprio olio direttamente dopo la raccolta. Con questa macchina, possiamo mantenere la temperatura a 19 ° C, massimo 21, e non c'è affatto acqua utilizzata nel processo. E vediamo la differenza nel nostro olio: è ancora più alto nei polifenoli e più fruttato ".

Un altro noto produttore istriano e una prima volta NYIOOC partecipante è la famiglia Puhar-O'Grady e il loro marchio Brist gestito da Silvano Puhar, sua figlia Lena Puhar O'Grady e il suo irlandese genero Paul O'Grady.

La famiglia Puhar-O'Grady

"Eravamo eccitati e felici di sapere del nostro oro a NYIOOC", Ha detto O'Grady, che è responsabile delle vendite e del marketing nell'azienda di famiglia. "È importante perché ci mettiamo alla prova con i migliori produttori al mondo e facciamo esaminare i nostri oli da una prestigiosa giuria di esperti. Abbiamo la fortuna di essere circondati, in Istria, da molti produttori di livello mondiale, quindi lo standard a cui aspiriamo deve essere eccezionalmente alto. Per noi, il premio è più di una convalida che restiamo sulla strada giusta, ma in molti modi il nostro feedback più importante arriva direttamente dai nostri clienti e partner: le loro storie, le loro reazioni e il loro continuo sostegno sono le piccole medaglie d'oro di ogni giorno, il che significa forse il massimo per noi. "

La famiglia won a Gold Award per il loro mezzo Buža, un'edizione limitata extra virgin l'olio d'oliva ricavato dagli alberi secolari della loro fattoria produce questo vitigno locale noto per il suo gusto corposo e l'equilibrio di toni fruttati, erbacei e speziati.

"Producendo una gamma di oli da lievi a intensi, siamo sempre consapevoli che l'equilibrio è davvero importante dal punto di vista organolettico", ha spiegato O'Grady. "I nostri oli sono molto orientati al cliente, pensiamo molto a come i clienti hanno bisogno e vogliono, e qual è la giusta gamma e tipi con cui possono interagire."

Kozlović è un nome sinonimo in Croazia con alcuni dei migliori vini del paese. Questa premiata cantina situata a Momjan, nell'Istria settentrionale, si è anche ramificata nella produzione di olio d'oliva con risultati eccellenti. La loro miscela robusta fatta con le varietà Leccino, Buža e Bianchera received a Gold Award, un altro vincitore per la prima volta a NYIOOC.

Quando ho chiamato i miei genitori, ho sentito rumorosamente il tifo e il ruggito dall'equipaggio quando mio padre ha passato il notiziario. Stavano tutti lavorando nell'uliveto proprio in quel momento.- Tomislav Pavlić, Olivania

"Siamo rimasti entusiasti quando abbiamo scoperto che dai campioni registrati 1,000, abbiamo vinto un Gold Award", ha dichiarato Jelena Cvetković a nome dell'azienda. "Questo premio è importante per noi perché è la conferma che tutto il nostro duro lavoro è stato ripagato. Vincere questo premio è anche una motivazione per continuare a lavorare con lo stesso o anche più entusiasmo. "

Kozlovic

La cantina ha applicato lo stesso approccio necessario per produrre i suoi vini di qualità in olio d'oliva. "Ci piace sempre ripetere la nostra semplice filosofia, si basa sull'unione che è preservata attraverso le generazioni", ha elaborato Cvetković. "Abbiamo sempre seguito lo stesso obiettivo e lavorato su di esso con diligenza e impegno serio. Il nostro obiettivo è allargare gli orizzonti e attraversare i confini nel mondo dell'olio d'oliva, mantenendo sempre una sola promessa di qualità. Facendo in questo modo di generazione in generazione, stiamo creando gli oli d'oliva che salvano l'espressione e il carattere delle varietà autoctone istriane ".

Un altro nuovo arrivato croato a NYIOOC is Olivania, una miscela prodotta nell'isola adriatica di Lussino dalle varietà locali Oblica, Starovjerka, Slivnjaca e Mastrinka. Tomislav Pavlić era a Londra quando ha scoperto che la sua famiglia era organica extra virgin l'olio d'oliva ha vinto un oro.

"Ovviamente ero contento di aver fatto i conti quando ho controllato i risultati per prima cosa al mattino", ha detto Olive Oil Times. "Ma quando ho chiamato i miei genitori, ho sentito forti applausi e ruggiti dall'equipaggio mentre mio padre ha diffuso la notizia. Stavano tutti lavorando nell'uliveto proprio in quel momento. "

Olivania

La famiglia aveva già vinto diversi ori per il loro olio da altre competizioni nel corso degli anni dopo aver rinvigorito un uliveto secolare abbandonato più di venti anni fa e guardandolo pian piano prosperare.

"Dopo diversi anni di pulizia di quella che è diventata una foresta, gli ulivi originali sono riapparsi su terrazze di pietra", ha raccontato Pavlić. "Una severa potatura degli alberi significava che il primo raccolto sarebbe durato qualche anno. Durante questi anni, abbiamo costruito la nostra strada, l'acqua e l'elettricità per installare una centrifuga sul posto. L'Olivania è un vero progetto di intergenerazione, in quanto le doti di ingegnere pesante di mio padre sono in mostra durante il suo pensionamento. Come figlio che vive all'estero, sono la forza nascosta dietro lo sforzo. "

"Ma tutti gli onori vanno a mio padre, Ivan Pavlić", ha sottolineato. "È il suo instancabile lavoro nel corso degli anni che è culminato in questo premio. Mentre sappiamo che produciamo olio di oliva di qualità, altri potrebbero non essere in grado di dirlo immediatamente. Questo premio offre un riconoscimento indiscutibile. Immediatamente."


Altri articoli su: , , ,