Olio d'oliva Figaro di Deoleo. Foto per gentile concessione di Deoleo India.

Nonne dall'altra parte India sono diventati le stelle improbabili di una promozione pubblicitaria televisiva Spanish olive oil, nel tentativo di convincere gli amanti del cibo indiano che l'olio d'oliva potrebbe sostituire i grassi usati tradizionalmente senza compromettere il gusto delle prelibatezze locali.

Nella clip commovente, quattro nonne indiane sono state invitate a una sessione di degustazione di cibo. Gli è stato chiesto di dare un feedback sui loro piatti preferiti cucinati da chef sconosciuti. Mentre le nonne si affrettavano a commentare la mancanza di sale e l'uso di spezie; nessuna delle donne notò che l'olio d'oliva aveva sostituito i grassi tradizionalmente usati nelle cucine indiane.

Il cibo è un'emozione e una saggezza che avvicina le persone. Per ogni indiano - il pasto speciale della nonna è l'epitome della nostalgia e dell'amore incondizionato.- Satarupa Majumdar, Deoleo India

L'iniziativa di marketing mirava a dissipare il malinteso diffuso in India a cui l'olio d'oliva si abbina bene Mediterranean dishes, come pasta e insalate, e non è compatibile con traditional Indian dishes.



Satarupa Majumdar, responsabile marketing presso Deoleo L'India ha detto Olive Oil Times come hanno avuto l'idea di coinvolgere le donne nella promozione del loro marchio Figaro di olio d'oliva.

Guarda anche: Cooking with Olive Oil

"Il cibo è un'emozione e una saggezza che avvicina le persone", ha detto Majumdar. “Per ogni indiano - il pasto speciale della nonna è l'epitome della nostalgia e dell'amore incondizionato. Questo è stato il pensiero. "

Majumdar disse che le donne erano eccitate quando si resero conto che stavano per diventare superstar dell'olio d'oliva e aggiunsero: "condividono lo stesso sentimento d'amore per la cucina per i loro cari".

“I consumatori indiani sono ben versati sul health benefits di olio d'oliva ", ha continuato, anche se gli oli più comunemente usati nelle famiglie indiane continuano ad essere oli raffinati come l'arachide e il girasole.

"L'olio d'oliva viene utilizzato per la cottura leggera nelle famiglie", ha detto Majumdar. "Tuttavia, alcune persone lo usano anche come olio da massaggio per la pelle."

Da 2016, Deoleo ha affrontato la concorrenza locale dopo il lancio di India’s own brand, Raj Olive Oil, che viene spremuto da olive coltivate nello stato desertico di Rajasthan.

Deoleo non vede l'olio d'oliva indiano come una minaccia per il loro marchio Figaro, ha detto Majumdar, e i dati mostrano questo punto di vista. Secondo il Ministero del Commercio indiano, 76 percent of Indian olive oil imports è venuto dalla Spagna in 2018.

"La genesi dell'olio d'oliva in India è stata attraverso le importazioni e Figaro è il marchio più antico con 100 anni di eredità", ha detto.

In 2018, import duties on olive oil soared ancora una volta in India dal 12.5 percento al 30 percento; una mossa che la Indian Olive Association ha definito "esorbitante e straordinaria".

Deoleo India, che fornisce circa il 19 percento del mercato indiano dell'olio d'oliva, ha annunciato l'intenzione di semplificare la sua distribuzione centrale portando in India tutte le operazioni di produzione, distribuzione e marketing dell'azienda.

Majumdar ha parlato dell'evoluzione degli oli alimentari in India dicendo: "Siamo stati i primi ad adottare. Siamo passati dal burro chiarificato all'accorciamento di verdure (Dalda) all'olio di semi di girasole e poi all'olio raffinato raffinato e così via. ”

Ha attribuito rapidi cambiamenti in seguito all'introduzione del burro alla fine degli 1990, a "oli funzionali di alta qualità che fanno intaccare il mercato e lo stile di vita mostra la diffusione dell'olio di oliva".

“Principalmente a causa della crescente consapevolezza, i marchi sono entrati in scena e la capacità di spesa è aumentata. Ora trovi due o tre tipi di grassi da cucina in una famiglia indiana. ”




Commenti

Altri articoli su: , , , ,