Maria Foule di Cretan Mill accetta il suo premio alla 3rd Cretan Olive Oil Competition

Durante una cerimonia di premiazione a Rethymno, Creta, in Grecia, a marzo 12, sono stati annunciati i vincitori della 3rd Cretan Olive Oil Competition. Destinato a evidenziare la qualità di Creta extra virgin oli di oliva, questa terza edizione del concorso ha impressionato i commentatori per diversi motivi, tra cui olio di oliva di migliore qualità, più campioni e una percentuale più elevata di oli di oliva biologici presentati rispetto agli anni precedenti.

È il nostro amore per Creta che ci porta qui.- Babis Doukakis, Kardia Foods

I vincitori per organico extra virgin gli olii di oliva (OEVO) erano Diva di Kardia Food e Agrelia Organic di Cretan Mill, legati per l'oro; Latzimas Bio di Latzimas, con argento; e in una cravatta per bronzo, Zero One Premium di Kostas Kalligiannis e Oleum organico di Sitia di Nutricreta. Gli EVOO convenzionali vincitori erano Botzakis (Creta Oil) Olyssos, catturando l'oro; Thema di Terra di Sitia Extra Virgin Olio d'oliva, argento vincente; e in una cravatta a tre vie per il bronzo, Pamako Blend Mountain EVOO di Eftychis Androulakis, Sitia DOP di Cretan Mill e Harvest EVOO di Psarakis.

Sebbene il piano fosse quello di assegnare un solo oro, un argento e un bronzo "Elea" (che significa "oliva") per i migliori EVOO convenzionali e uno per ciascuno dei migliori EVOO biologici, sono stati presentati diversi premi extra a causa di un numero di punteggi identici. Ci sono stati così tanti alti punteggi che sono state premiate anche menzioni d'onore, che riflettono l'opinione dei giudici secondo cui è stato presentato un numero impressionante di EVO cretesi di alta qualità, anche in questo difficile anno di raccolta.

Vaso Savvaki di Botzakis detto Olive Oil Times che Creta Oil era molto orgogliosa del premio Gold Elea, che riconosce le competenze acquisite e condivise con i loro produttori e l'attenzione prestata con rapida estrazione a freddo e procedure di stoccaggio adeguate, nonché gli investimenti che hanno fatto nei loro frantoi e "una delle più moderne e integrate piante dell'isola di Creta", ha aggiunto Savvaki, "i premi che la nostra azienda ha vinto nelle competizioni internazionali di olio d'oliva negli ultimi tre anni ci riempiono di forza per cercare ancora di più di migliorare la qualità di Creta olio d'oliva."

Maria Foule di Cretan Mill, che ha portato a casa un'Elea d'oro per l'EVOO biologico della famiglia Almpantakis e un bronzo per il loro tradizionale EVOO, detto Olive Oil Times, "Siamo stati nella produzione di olio d'oliva per gli anni 150. Siamo un'azienda di famiglia. Mettiamo amore, passione e anima in ciò che facciamo. Crediamo nelle competizioni; ci aiutano a mostrare ciò che facciamo e ciò che amiamo ". Esportano i loro prodotti in tutto il mondo.

Babis Doukakis di Kardia Food ha spiegato che era "pieno di gioia" per la sua Gold Elea e voleva dedicare "il premio alla nostra squadra straordinaria che ha dato il meglio". Crede "lo spirito e il coraggio di fallire e la forza e la disciplina alzarsi e riprovarci è la ragione principale per cui DIVA EVOO viene apprezzato nelle cucine di tutto il mondo, con un'enfasi sulla più alta qualità totalmente impeccabile - un sapore e un gusto eccezionali che entusiasma tutti con una composizione di giovinezza e maturità, freschezza e profondità "Attualmente" sta valutando i partner commerciali per portare DIVA alle persone fantastiche degli Stati Uniti d'America, "Kardia Food è anche" più che entusiasta di partecipare al più grande concorso al mondo di olio d'oliva a New York: NYIOOC 2017.”

Tutti tranne due tra i primi dieci vincitori di questa competizione cretese erano gli olii monovarietali Koroneiki. La Diva premiata con l'oro di Kardia Food è un Tsounati monovarietale, mentre il Pamako Blend Mountain EVOO di Androulakis, vincitore del bronzo, combina le olive Koroneiki e Tsounati. Androulakis, il cui organico Pamako Monovarietal Mountain EVOO, una menzione d'onore e stretto contendente per un bronzo, è anche un Tsounati monovarietale, detto Olive Oil Times"Alla fine, tutti i miei sforzi per far rinascere i Tsounati vengono ricompensati." Fare un grande olio d'oliva gli ha portato notti 40 con pochissimo sonno, quattro anni di sforzi e esperimenti 42 con temperature, gramolazione, schiacciamento, velocità di decantazione, Frantoi 2 e 3 diversi gas inerti.

Philipp Notter, un esperto giudice svizzero in questa e in altre competizioni, nonché consulente, ricercatore e scrittore ha elogiato "la direzione molto attenta di Eleftheria Germanaki e del suo staff" a Rethymno, Creta, che ha trovato "assolutamente professionale e serio. "Ha anche espresso grande rispetto per" la guida del panel di Effie Christopoulou. È una garanzia della massima competenza per questo evento (e penso che sia anche una delle persone più competenti ed esperte di tutto il mondo). "Crede che il Concorso Cretese di Olio d'Oliva possa aiutare Creta" a trattare molto, molto attentamente con il suo grande patrimonio di olio d'oliva. "

Effie Christopoulou è un supervisore del panel e istruttore chimico e organolettico riconosciuto del CIO nonché esperto chimico per l'UE e il CIO. Uno dei pionieri del metodo organolettico in 1982, ha raccontato al pubblico la metodologia della competizione e ha confrontato i campioni di quest'anno con quelli degli ultimi due anni. Christopoulou è stato lieto di annunciare che c'è stato un aumento da 69 ai campioni 81 inviati da 2015 a quest'anno e un netto miglioramento della percentuale di campioni con un grado di 65 almeno, da 84.1 per cento in 2015 a 98.8 per cento quest'anno. Ora, ha aggiunto, è necessario prendere provvedimenti affinché gli EVOO greci diventino più noti nelle competizioni internazionali.

Eleftheria Germanaki, con rappresentanti della compagnia Botzakis

Agronomo, esperto di coltivazione di olio d'oliva, consulente, giudice riconosciuto a livello internazionale e 2014 NYIOOC il leader del panel Giuseppe Antonio Lauro è stato l'altro supervisore del panel per questo concorso. Ha presentato una presentazione sull'importanza di varie forme di marketing, sottolineando l'interesse dei consumatori per la storia di ogni prodotto. Lauro ha detto Olive Oil Times che anche lui fu colpito dal notevole miglioramento della qualità dell'olio d'oliva cretese dalla prima competizione cretese di soli tre anni fa; nonostante il difficile anno raccolto, il campione di quest'anno "la qualità è stata fantastica".

Prima della consegna dei premi, il sindaco di Rethymno e il governatore di Creta hanno commentato l'importanza dell'olio di oliva cretese come esportazione riconosciuta in tutto il mondo. Manolis Chnaris, presidente dello sponsor principale della competizione, la Cooperativa Agronutrizionale della Regione di Creta, ha definito l'olio d'oliva il "prodotto più importante dell'isola" e ha sottolineato l'importanza di standardizzare più olio d'oliva cretese per conferirgli "una forte identità" sarebbe più competitivo sul mercato internazionale, piuttosto che essere venduto in modo anonimo alla rinfusa.

Il giudice Philipp Notter ha detto che era "orgoglioso di essere qui perché a Creta sei nella storia dell'olio d'oliva - alle radici" e "Io rispetto le radici". Ha detto Babes Doukakis di Kardia Food Olive Oil Times che la sua compagnia intende continuare a infondere il loro olio d'oliva "con un soffio del nostro spirito, creando una visione di Creta che il mondo condivide con gioia. È il nostro amore per Creta che ci porta qui ", per vincere un Elea d'oro alla 3rd Cretan Olive Oil Competition.



Altri articoli su: , , ,