Coltivazione di olive presso ARI Sariab

Come parte di una campagna di piantagione di alberi, gli ulivi 120,000 vengono piantati nella provincia pakistana del Pakistan.

La metà dei nuovi alberelli da piantare venivano coltivati ​​in vivaio sul posto mentre il resto veniva importato dall'Italia. La piantagione di ulivi coprirà un'area totale di ettari 14,000 (ettari 5,665) nel Belucistan, la più grande provincia del Pakistan in termini di area, che si trova nel sud-ovest del paese.

La recente campagna di piantagione di olivi fa parte di una campagna lanciata dal Pakistan Agriculture and Research Council (PARC), un'organizzazione di ricerca agricola con sede nella capitale Islamabad.

Il progetto fa parte degli sforzi in corso per trasformare la terra sterile in terreni coltivabili e promuovere il settore agricolo della provincia, introducendo colture alternative per gli agricoltori locali. Ci sono anche piani per costruire un nuovo frantoio nel capoluogo di provincia Quetta.

Nel frattempo, nella regione più settentrionale del Pakistan, il governo di Gilgit-Baltistan ha annunciato l'intenzione di piantare tre milioni di ulivi entro un periodo di tre mesi come parte di un progetto di conservazione ambientale. Parti di questa regione hanno sperimentato la deforestazione e gli effetti ambientali negativi come l'erosione del suolo, le frane e le inondazioni improvvise. Sotto la supervisione del dipartimento della foresta e della fauna selvatica, gli studenti delle scuole e dei college locali sono incoraggiati a partecipare alla guida piantando alberi di ulivo.

Il Pakistan non è un paese olivicolo tradizionale, ma una sottospecie selvatica chiamata ulivo olea cuspidata cresce in diverse parti del paese. Poiché gli ulivi 1986 sono stati piantati sperimentalmente, a cominciare da un progetto finanziato dal governo italiano. Un altro progetto governativo per piantare oltre cinque milioni di piante di ulivo non ha avuto successo se solo l'1% degli alberelli è sopravvissuto. Tuttavia le successive piantagioni hanno dato i loro frutti.

Coltivazione di olive presso ARI Sariab

Progetti simili realizzati in diverse province in tutto il paese mirano a promuovere la coltivazione dell'olivo e ad aumentare la produzione di oli alimentari. Hanno incluso programmi di formazione per gli agricoltori locali nella coltivazione dell'olivo, la lavorazione e il controllo dei parassiti e la creazione di impianti di estrazione petrolifera.

La regione di Pothwar nell'angolo nord-orientale del paese si sta trasformando in una "valle dell'ulivo" dopo essere stata identificata come una regione adatta alla coltivazione dell'olivo a causa della sua topografia e del clima. Nell'ambito di un progetto quinquennale in corso fino a 2020 e gestito da PARC, 2.4 milioni di ulivi vengono piantati lì come raccolto di denaro.

L'olio d'oliva è già prodotto in Pakistan insieme a una serie di altri prodotti in vendita sul mercato interno come marmellata di olive, chutney, sottaceti e prodotti derivati ​​da olive come lo sciroppo d'oliva, l'aceto di oliva, i dolci alle olive e il tè alle olive.




Altri articoli su: ,