Affari

Le aste agricole abbandonate attirano una nuova generazione di agricoltori italiani

Un programma che incentiva la creazione di nuove attività nei terreni agricoli italiani abbandonati ha attirato i giovani imprenditori agricoli.
Casa abbandonata nella campagna italiana.
Giu. 16, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

La Banca d'Italia delle terre e Ismea, l'Istituto dei servizi per il mercato agroalimentare, hanno suscitato molta più attenzione di quanto si aspettassero dai giovani agricoltori che cercano terre e aziende per coltivare.

Ismea, l'istituzione dietro l'iniziativa, ha osservato che negli ultimi mesi, 1,709 di quelli che vengono chiamati "agricoltori di nuova generazione "hanno chiesto di acquistare lotti agricoli, boschi e campi immessi sul mercato dalla banca.

Guarda anche: Nuova banca messa all'asta per le fattorie abbandonate in Italia

La maggior parte dei lotti sono terreni agricoli abbandonati o inutilizzati che coprono un totale di 10,000 ettari (quasi 25,000 acri), per lo più nell'Italia meridionale.

L'obiettivo dell'iniziativa è sia quello di ripristinare le aree aiutando allo sviluppo di nuovi progetti agricoli redditizi e avanzati.

I vincitori delle aste di età inferiore ai 41 anni compreranno le terre a condizioni speciali, incluso l'accesso a condizioni di finanziamento speciali e agevolazioni fiscali.

pubblicità

Le entrate provenienti dalla vendita dei terreni saranno investite dalla banca nei progetti agricoli più promettenti presentati dai nuovi agricoltori a Ismea, che li aiuteranno anche a sviluppare le loro nuove aziende.

"Una nuova generazione di agricoltori è assolutamente necessaria per l'agricoltura italiana ", ha dichiarato Filippo Gallinella, presidente della Commissione Agricola della Camera dei deputati italiana.

"Abbiamo bisogno di loro per ridurre lo spreco di troppi acri non coltivati ​​sparsi in tutto il paese e abbiamo anche bisogno di loro per rivitalizzare il tessuto socioeconomico di molte aree rurali che in pochi decenni rischiano lo spopolamento ", ha detto.

Questo round di aste, ha affermato Ismea, comprendeva 386 lotti agricoli che in media 26 ettari (64 acri). Si tratta di un'area tre volte l'attuale lotto agricolo medio italiano di 8 ettari (20 acri).

"L'epidemia ha dimostrato la necessità per il nostro Paese di migliorare la sua capacità di tenuta agricola e ha sottolineato la necessità di essere più autosufficienti ", ha affermato Gallinella. "Questo è un altro motivo per cui non solo accogliamo i nuovi agricoltori, ma lavoreremo anche in Parlamento per far loro crescere la qualità, l'innovazione e la sostenibilità dei loro progetti ".



pubblicità

Related News