Il produttore pluripremiato cerca di creare EVOO da alberi millenari in Croazia

Sull'isola di Pag, uno NYIOOC vincitore prevede di trasformare le olive selvatiche da alcuni degli alberi più antichi del mondo in olio extravergine di oliva pluripremiato.
Olivi millenari a Lun
Giu. 19, 2021
Nedjeljko Jusup

Notizie recenti

L'euforia da successo degli oli dalmati Al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition non si è ancora placato, ma i produttori stanno già preparando un'altra sorpresa per il prossimo anno.

"Suggerisco che il prossimo anno inviamo l'olio d'oliva millenario sul palcoscenico più grande del mondo ", Ivica Vlatković, il produttore dietro OPG Vlatković, ha detto a diversi amici e an Olive Oil Times reporter.

Quest'anno il medico e pluripremiato produttore ha vinto due Gold Awards al concorso per un monocultivar Šoltanka e un blend di Coratina e Leccino. È stato il quinto anno che Vlatković è stato premiato al NYIOOC.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dalla Croazia

Insieme a Tomislav Duvnjak, Vlatković è una delle forze trainanti del successo senza precedenti dei produttori delle coste e delle isole costiere sud-occidentali della Croazia al concorso mondiale.

Dei 105 campioni di olio extra vergine di oliva inviati dalla Croazia, 53 provenivano dalla Dalmazia e 52 dall'Istria. Alla precedente edizione del concorso, dalla Dalmazia sono arrivati ​​a New York solo 12 campioni, con un incremento del 75%.

Oli croati ha vinto 66 premi d'oro e 20 d'argento Al 2021 NYIOOC, con 36 Gold e 13 Silver Awards assegnati ai produttori dalmati.

"Siamo i quarti al mondo [in termini di NYIOOC premi]”, ha detto Vlatković. "L'Istria ha confermato la sua reputazione, ma noi della Dalmazia abbiamo dimostrato ora che anche noi abbiamo la qualità”.

profili-produzione-premiato-produttore-cerca-di-artigianale-evo-da-alberi-millenari-in-croazia-tempi-di-oliva

Ivica Vlatković

Crede che le apparizioni al NYIOOC può aiutare ad aumentare la posizione di tutti gli oli d'oliva croati sulla scena mondiale. Lontano dall'Istria e dalla Dalmazia, anche le due regioni olivicole più importanti, il litorale croato e l'entroterra dalmata, ospitano produttori di olio d'oliva.

Esteso per circa 150 chilometri e comprendente più di 1,000 isole, il litorale croato è stretto tra l'Istria e la Dalmazia.

Sull'isola di Pag, nota per il suo famoso formaggio di pecora, la penisola settentrionale di Lun ospita più di 80,000 alberi della varietà autoctona Oblica, che coprono un'area di 400 ettari.

Di questi alberi, spiccano in particolare 1,500, in quanto sospettati di essere i più antichi conosciuti ulivi selvatici esistente, compreso uno che ha almeno 2,000 anni.

Nonostante questa distinzione, Vlatković ha affermato che Lun e i suoi ulivi storici rimangono meno conosciuti di quanto dovrebbero essere al di fuori della Croazia.

profili-produzione-premiato-produttore-cerca-di-artigianale-evo-da-alberi-millenari-in-croazia-tempi-di-oliva

Per cambiare questa situazione e trasformare Lun in un terroir olivicolo universalmente riconosciuto, Vlatković spera di inviare oli d'oliva raccolti dal suo boschetti millenari alla 2022 NYIOOC.

Se gli oli dovessero essere premiati, Vlatković ha affermato che ciò convincerebbe il mondo della qualità dell'isola e renderebbe i boschi millenari di Lun un bene culturale. Aiuterebbe anche a promuovere altri uliveti selvatici sulle isole del Quarnero, Hvar, Lastovo, Pelješac e Kornati.

Tuttavia, ci saranno sfide legate alla produzione di olio d'oliva pluripremiato dagli alberi millenari di Lun. Il frutto degli alberi è piccolo, quindi bisogna raccogliere dai 15 ai 20 chilogrammi di olive per produrre un chilogrammo di olio.

Nonostante le difficoltà di produzione, Vlatković ha affermato che gli oli d'oliva di Lun sono unici a causa del terroir della penisola e vantano abbondanti benefici alla salute. Spera di dimostrarlo alla giuria internazionale del World Olive Oil Competition l'anno prossimo.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti