L'Italia trionfa su 2016 NYIOOC

I produttori italiani sono tornati dalla vendetta disastrosa dell'anno scorso con una vendetta, vincendo più premi alla prestigiosa competizione di New York rispetto a qualsiasi altro paese.

O & Co. Il rappresentante Rose Malindretos (al centro) ha vinto un premio d'oro per Il Fornacino al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York in aprile 14, 2016. È affiancata dal membro del panel Paul Vossen (a sinistra) e NYIOOC Presidente Curtis Cord, (Foto: NYIOOC)
Aprile 16, 2016
Di Hannah Howard
O & Co. Il rappresentante Rose Malindretos (al centro) ha vinto un premio d'oro per Il Fornacino al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York in aprile 14, 2016. È affiancata dal membro del panel Paul Vossen (a sinistra) e NYIOOC Presidente Curtis Cord, (Foto: NYIOOC)

Notizie recenti

Complimenti, Italia! Quest'anno l'olio d'oliva italiano ha travolto il Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York (NYIOOC) con i premi 109, il massimo da qualsiasi paese.

Ventisei paesi di tutto il mondo hanno presentato l'olio d'oliva per essere degustato e valutato dal NYIOOC panel internazionale di giudici esperti. La competizione di quest'anno ha segnato la quarta annuale NYIOOC e la più grande collezione internazionale di oli di oliva mai assemblata. Dopo l'Italia, la Spagna, ha portato a casa il secondo numero più alto di premi, 78. Gli Stati Uniti sono arrivati ​​al terzo posto con 50.

Un risultato notevole da parte dei produttori italiani che hanno subito uno dei peggiori raccolti della storia recente solo un anno fa.- Curtis Cord, NYIOOC

Dalla concorrenza incredibilmente rigida, i produttori italiani di olio d'oliva sono emersi ai vertici. Era una "notevole risultato da parte dei produttori italiani che hanno subito uno dei peggiori raccolti della storia recente solo un anno fa ", ha detto Curtis Cord, presidente del NYIOOC.
Vedi anche: I migliori oli d'oliva italiani per il 2016
Durante la stagione del raccolto 2014/2015, l'Italia è stata vittima di a batterico batterico quello distrutto intorno a 40 perfetto per la produzione di olio d'oliva, paralizzando i coltivatori. Molti produttori italiani non sono stati in grado di produrre olio d'oliva per tutta la scorsa stagione.

Tra questi c'era Lucia Verdacchi Pinelli, che produce olio extra vergine di oliva a Tenuta Fontanaro in Umbria. Il suo olio ha portato a casa un Silver Award all'2014 NYIOOC, ma lei e il suo compagno sono stati costretti a uscire di scena nel 2015. "L'anno scorso non abbiamo prodotto affatto ", ha detto, a causa delle cattive condizioni. "È stato così triste lasciar perdere i frutti. "

Produttore di Fontanaro Estate Lucia Verdacchi Pinelli

Il raccolto paralizzante ha causato una ridotta presenza italiana a NYIOOC con 100 voci rispetto alle 141 del 2014. Quest'anno, la mostra italiana è stata più forte che mai. Il paese ha inviato quasi 200 marchi per competere per l'ambito premio Silver, Gold e Best in Class - un forte segnale di rinascita. Il 58 percento dei concorrenti italiani ha ricevuto premi, il più alto tasso di successo tra i principali paesi partecipanti.

pubblicità

"Siamo innamorati di tutto sull'olio d'oliva ”, ha affermato Pinelli, la cui famiglia produce olio da cinque generazioni sulle colline che circondano il Trasimeno. Nel loro frantoio, le olive vengono spremute a freddo entro tre ore dalla raccolta delle olive per garantire la migliore qualità. "Per noi, l'olio d'oliva è vita. "

La dedizione della sua famiglia e la sua altissima qualità di olio d'oliva hanno conferito a Fontanaro un Gold Award quest'anno. "Sono così contento ", ha detto, raggiante di gioia e orgoglio. "I nostri amici sanno cosa facciamo, la nostra famiglia lo sa, ma quello che trovo sorprendente è che la conoscenza fuori dall'Italia sta crescendo, grazie al NYIOOC. "

Claire Treves Brezel per Azienda Agricola Sonnino-Treves

Sei extra vergini italiane hanno vinto l'ambito premio Best in Class: 75 ha ricevuto l'oro e 28 ha ricevuto l'argento. Tra i vincitori migliori della categoria c'erano quelli di Colle del Giachi Chianti Classico DOP, da olive tipicamente presenti nelle colline del Chianti. L'olio è ben bilanciato, con un intenso colore verde-dorato e un'acidità molto bassa.

La Bandiera, prodotto nella zona vinicola di Bolgheri, sulla costa della Toscana, in Italia, quest'anno ha vinto anche il meglio della categoria. È una proprietà singola, olio d'oliva biologico da tre varietà con un sacco di sapore robusto e corposo. A loro si unirono molti altri.

L'elenco completo dei vincitori è disponibile all'indirizzo Il miglior sito di oli d'olivae sarà disponibile nel nuovo Il miglior nuovo mercato degli oli di oliva nelle prossime settimane.

Related News